Bergamo Città Alta

Bergamo si identifica nello splendido profilo della Città Alta, contornata da possenti mura nella cui cinta è racchiuso uno dei più ricchi ed importanti patrimoni dell’ arte e della cultura italiani. La passeggiata tra le vie dell’antico borgo è un’esperienza ...

Diario letto 4892 volte

  • di laura_85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Bergamo si identifica nello splendido profilo della Città Alta, contornata da possenti mura nella cui cinta è racchiuso uno dei più ricchi ed importanti patrimoni dell’ arte e della cultura italiani. La passeggiata tra le vie dell’antico borgo è un’esperienza imperdibile, che spalanca le porte di autentici tesori e proietta il visitatore nella storia millenaria del reticolo urbano. Un percorso che si ricongiunge alla Città Bassa, moderna con tasselli monumentali di grande pregio, dove il gusto e lo shopping sono elementi della tradizione bergamasca. Ulteriore motivo di richiamo, il fitto calendario di appuntamenti e manifestazioni di prestigio internazionale, con numerosi eventi d’arte, musica, sport e spettacolo di grande richiamo.

BERGAMO E CITTA' ALTA

Simbolo della Città Alta e punto di riferimento per il visitatore è la Piazza Vecchia con la sua elegante fontana, un’autentica scenografia architettonica, su cui si affacciano i più imponenti e pregevoli monumenti: l’edificio seicentesco con facciata in marmo bianco della Biblioteca Civica “A. Mai”, con il suo ricco patrimonio di libri e manoscritti; il Palazzo della Ragione alla cui sulla destra svetta la torre civica del XII secolo, detta “il Campanone”, e dietro il quale sorge la Piazzetta del Duomo. Qui un protiro in marmo marmo policromo con leoni stilofori segnala l’accesso alla Basilica di S. Maria Maggiore, con impianto a croce greca risalente al XII secolo, tempio della cristianità in Città Alta, impreziosito in ogni sua parte architettonica dall’arte di insigni maestri della pittura e del decoro. All’interno della Basilica si trovano preziosi arazzi fiorentini e di provenienza fiamminga, un confessionale barocco eseguito da Andrea Fantoni, la tomba del musicista Gaetano Donizetti e del suo maestro Simon Mayr. La basilica ha conservato all'esterno la struttura romanica originaria. Attigua alla Basilica si trova la Cappella Colleoni, mausoleo del celebre condottiero Bartolomeo Colleoni e magnifico condottiere. Scorci e particolari architettonici di inimitabile suggestione nel cuore del centro monumentale di piazza Vecchia. Le facciate della Chiesa di Santa Maria Maggiore e della Cappella Colleoni testimoniano l’arte e la cultura scolpite nei secoli e documentano la storia della città antica. Negli interni autentici tesori di straordinaria bellezza accolgono il visore come in uno scrigno prezioso. Le tonalità diurne e le luci della sera regalano atmosfere armoniose agli edifici affacciati sulla piazza. Giochi d’ombra e colori del cielo ne amplificano l’aspetto maestoso ed esaltano le tinte di pietre e marmi. Da colonne e portici si aprono prospettive sorprendenti, trasformando il girovagare nella continua scoperta di angoli affascinanti che rapiscono l’attenzione e accendono la fantasia. Visti e consigliati da noi: -IL PERCORSO DELLE MURA Il perimetro della mura venete , completato nel 1588, rappresenta un percorso imperdibile per ammirare il panorama intorno alla Città Alta ed apprezzare il mirabile intreccio di palazzi e punti di accesso, espressioni architettoniche di stili di versi, edificati con una visione armonica. Porta Sant’Agostino e Porta San Giacomo sono i due principali luoghi di transito che s’incontrano lungo la camminata. La cinta fortificata consente di risalire ai vari li velli al borgo antico e discenderne seguendo il reticolo delle vie di comunicazione. Dalla Rocca si ammirare l’inconfondibile profilo di Città Alta con le torri, le cupole e i campanili. La Torre Civica, detta Campanone, alta 52 metri, simbolo della città medioevale che sorge su piazza Vecchia, è il punto panoramico per eccellenza. Vi si accede con scale e ascensore. Tutte le sere, alle ore 22, la sua grande campana batte cento rintocchi, antico segnale di coprifuoco. Da via Gombito si erge l’omonima torre, la più alta costruita in pietra della città, dalla cui terrazza si gode un panorama altrettanto straordinario.

  • 4892 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social