Tre giorni nelle Fiandre a dicembre

tra birra, patate fritte, cultura e camminate

Diario letto 4405 volte

  • di pippenji
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

In questo periodo dell’anno è possibile trovare brutto tempo in gran parte dell’Europa e quindi abbiamo optato per un paese che è piovoso anche d’estate. La scelta è stata azzeccata. Solo 30 min di acqua leggera in 3 giorni. Per il resto tempo bello e brezza da nord. Temperature comprese tra -1 e +3. Non adatto quindi ai freddolosi.

Giorno 1

Partenza da Pisa ore 9.15 con atterraggio a Charleroi 11.05. Macchina a noleggio presso con europea trami te il sito di Rentalcars.com. Dopo 2 ore di macchina, con un’ottima e nuovissima Audi A1 con cambio automatico, arriviamo alla periferia di Bruges. Li ci fermiamo per mangiare visto che erano quasi le 14 e avevamo paura di trovare chiuso. La friggitoria che troviamo infatti avrebbe chiuso poco dopo. La parola fritto tornerà spesso in questo diario ;) . Anche gli spiedini che noi facciamo generalmente alla brace, in Belgio vengono fatti fritti. Dopo spiedini e patate fritte arriviamo al ns albergo, il Crown Plaza in pieno centro storico. La scelta dell’albero è è stata per posizione, colazione continentale (ottima) e parcheggio auto, anche se non incluso nella camera. Dopo aver posato le valigie e fatto ispezione tipo Bruno Barbieri in 4 Hotel ;) usciamo e iniziamo la ns visita dal percorso meno turistico di Bruges che vuol dire la parta nord-orientale del centro, all’interno dei canali. Dal Markt (la piazza centrale), siamo andati in Vlamingstraat, poi in Spinolarei fino ai canali dove troverete 4 mulini. Lungo il percorso troverete chiese, conventi e palazzi storici ormai inglobati da edifici più recenti. La signora ha un po' bubato per questo giro, perché secondo lei c’era poco da vedere. Secondo me invece le cose ci sono ma sono distanti tra di loro, quindi può essere valida l’alternativa della bici o monopattino a noleggio. Finito il giro siamo tornati al markt dove ci attendevano i mercatini di natale, ma quelli dell'Alto Adige rimangono i migliori (a giudizio della mia signora che ci va da 8 anni). Per cena abbiamo optato per un mix di biscotti con te da farci in camera.

Giorno 2

Colazione ottima e abbondante al mattino, usciamo presto la mattina baciati dal sole, da una leggera brezza e puzzo di fritto!! Anche alle 8 del mattino. Ma dopo un po non ci si fa più caso. Dal burg ci dirigiamo al markt e iniziamo il percorso più turistico ma con poche persone a giro rispetto alla folla che avevamo visto la sera prima (troverete tanti inglesi perché Londra dista solo 4 ore di auto). Dal markt andiamo in Steenstraat, da li alla San Salvatorskerkhof e da li al “quartiere” dei musei. Abbiamo visitato il Groeninge Museum, museo di arte applicata, insieme al biglietto per la Onze Lieve Vrouwekerk, dove si trova la Madonna con Bambino di Michelangelo; chi ha visto Monuments men sa di cosa parlo. Volendo ci sono altri musei in quell’area. Torniamo in centro lungo il canale del Dijver, poi in Rozenhoedkaal e da li di nuovo al burg. Al Markt troverete l’attrazione dell’historium, che per i suoi 14 euri non vale la pena. Sempre in centro troverete il museo della birra. Ahime preferisco le tedesche e ceche (di birra), ma per gli amanti del genere ha senso visitarlo. Ritiriamo la macchina e ci dirigiamo al quartiere delle beghine (Begjinhof), e uscendo dal centro ci sono code chilometriche per i parcheggi del centro. Mercatini aperti, bel tempo, città turistica, sabato mattina, un mix perfetto per gli ingorghi. Fortunatamente andiamo in direzione opposta, ma anche al quartiere delle beghine i parcheggi sono tutti pieni e quindi lasciamo Bruges in direzione Gand. Per chi vuole fare tutti i musei di Bruges oltre alla visita della città servono 48 ore. Bruges molto carina e ovviamente molto turistica ma merita

  • 4405 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social