Weekend tra Bruxelles e Bruges con bimba al seguito

Belgio mordi e fuggi in compagnia della famiglia

Diario letto 7354 volte

  • di ElviraRabuazzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Weekend tra Bruxelles e Bruges, dal 6 al 9 luglio 2018

Complice una super offerta Ryanair con voli diretti a 25,00 euro da Comiso per Bruxelles, e ritorno passando da Bergamo per Catania, a 35,00 euro è fatta, si parte. Pernottamento presso l'Hotel Brussels a 50,00 euro a notte, situato in zona residenziale e tranquilla, tram stop 93/34 Vleurgat.

Dato che arriveremo a Catania lasciamo l'auto al parcheggio davanti agli arrivi dell'aereoporto Fontanarossa, alle 15:40 prendiamo il bus che collega all'aeroporto di Comiso, che chiaramente è pieno, al modico costo di 8,00 a persona. Comunque arriviamo alle 18:00, in tempo per fare il check-in, visto che abbiamo il passeggino sappiamo di dover fare tutti i controlli di sicurezza, compresi quelli per gli alimenti dei bebè. L'ora prevista per la partenza le 19:00, ma purtroppo non sarà così. Infatti a causa di un guasto tecnico passiamo la notte in un Hotel a Comiso, Villa Orchidea, per ripartire il giorno successivo alle 9:00. Non mi soffermo sui dettagli perché è immaginabile il disagio che abbiamo passato. In compenso la stanza/ Hotel era davvero bella. Partiamo quasi in orario... ovvero alle 10:30 per la compagnia aerea, atterriamo a Brussels Charleroi.

A causa del ritardo di un giorno posso buttare i 2 E-Tiket del shuttlebus "Brusselscitybus" che avevo preso online di 28,40, (sono nominativi ed validi fino alle 05:00 a.m. del giorno successivo). Così ricompriamo i biglietti al desk, alla modica cifra di 17x2, cioè 34,00 euro, i bimbi fino a 4 anni non pagano devono solo aver un biglietto identificativo e si impiagano 50 min. per arrivare alla stazione di gare du MIDI. Consiglio di scaricare l'app citymapper che per me è stata utilissima a Londra, ed anche stavolta non mi ha abbandonato.

Alla stazione prendiamo il biglietto giornaliero valido per tutti i mezzi pubblici al costo di 7 euro l'una (conviene visto che la corsa singola costa 2,10 euro). Molti decidono di fare il centro a piedi, ma visto che noi viaggiamo con passeggino, borsa cambio etc... con problemi alla schiena (che ogni mamma saprà di cosa parlo), è la decisione più giusta. Infatti, con i debiti cambi, prendiamo la metropolitana n. 2 (va bene anche la n.5) direzione Elizabeth, 3 fermate a Louiza, prendiamo il tram 93, per il nostro Hotel, lasciamo valige e dopo un attimo di recupero usciamo alla volta della GranPlace e giro esplorativo (16:30).

Il sole tramonta tardi d'estate, intorno alle 22:00, così facciamo il percorso scendendo a piedi da Palais-Quartiere Reale/Illots sacre. In zona c'è il parco di Bruxelles dove si teneva una specie di fiera medievale con palio a cavallo, il Palazzo Reale (non è quello del Re è più un edificio amministrativo), il Museo degli strumenti musicali. E, ancora, delle bellissime chiese, ovverosia Notre-Dame de la Chappelle, Notre Dame du Sablon. Gli edifici sono incantevoli, inoltre al tramonto da pl. de l'Albertine si vede un bellissimo panorama della città.

Passeggiando vediamo la galleria Saint-Hubert, quella dei cioccolatai, una goduria per gli occhi, la sconsiglio solo per chi è a dieta perché hai voglia di assaggiare tutto, ed ancora Roue des bouchers, e a sinistra per la Grand Place, e manneken-pis che spettacolo! La sera poi è tutta illuminata. Noi abbiamo deciso di mangiare all'Hard Rock Cafè, lo so che è iper turistico, ma volevamo una t-shirt per la bimba, e poi dal primo piano la vista è impagabile

  • 7354 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social