Lungo week end nelle Fiandre e nella capitale belga

In Belgio tra Brugge, Gent e Bruxelles

  • di alex 77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Non è passato molto tempo da quando ho pensato al Belgio come meta del mio prossimo viaggio, ma dopo aver visto un documentario sulla città di Brugge mi sono subito innamorata degli scorci meravigliosi dei suoi canali, ho scoperto che c’erano bellissime cattedrali gotiche da vedere, non solo a Brugge ma anche a Gent, una cittadina non troppo lontana da Bruxelles, alla fine mi sono detta perché non visitare anche Bruxelles? Così io e il mio ragazzo siamo partiti per questa nuova destinazione e abbiamo scelto di andarci a dicembre Era da tanto che volevo festeggiare il compleanno alla grande. Inoltre, coincideva con un evento che non potevamo assolutamente perdere: il festival delle sculture di ghiaccio a Brugge! Dopo aver preso alcune precauzioni per il grande freddo è iniziata la nostra nuova avventura!

12/12/2013

Appena usciti dall’aeroporto Charleroi, cerchiamo di prendere subito lo shuttle per Bruxelles, i biglietti ce li siamo procurati in Italia, infatti tramite agenzia abbiamo speso lo stesso prezzo ed abbiamo evitato di perdere tempo. Dopo circa un’ora siamo arrivati a Bruxelles, era già molto tardi quindi abbiamo deciso di iniziare la visita della città il giorno dopo, inizialmente l’impatto non è stato dei migliori, ma ci siamo dovuti ricredere…

13/12/2013

Di prima mattina, ci siamo diretti alla stazione Gare du Midi, molto vicina al nostro albergo (il Floris Ustel Midi) per fare i biglietti per Brugge per il giorno dopo (il costo di un biglietto andata e ritorno per persona durante il week end è di soli 10 euro). In seguito ci siamo incamminati verso il centro per ammirare la Borsa e la Grand Place, la bellissima piazza medievale denominata patrimonio dall’Unesco, i vecchi palazzi delle corporazioni sono a dir poco affascinanti e a rendere il tutto più suggestivo ci ha pensato la commistione della splendida giornata ed il grande albero natalizio nel mezzo alla piazza; naturalmente la sera tutto era ancora più magico! Eravamo troppo curiosi, quindi abbiamo deciso di visitarla velocemente la mattina per poi immergerci nuovamente nella piazza la sera quando una fantastica atmosfera la avvolge con uno spettacolo di suoni e luci, la scelta è risultata azzeccatissima. Dato che sapevamo di poter dedicare poco più di una giornata a Bruxelles abbiamo deciso di visitare subito l’Atomium, il celebre monumento, inaugurato nel 1958, che si trova nel parco Heysel. Un’informazione importante: per arrivare al parco, bisogna assolutamente prendere la metropolitana, perché non è possibile raggiungerlo a piedi. Noi non pensavamo fosse così lontano e quindi dopo aver camminato per più di un’ora, abbiamo chiesto informazioni ed in prossimità della Gare du Nord, ci siamo convinti a prendere la metropolitana fino a Heysel. Durante il tragitto, il paesaggio cittadino cambiava a vista d’occhio e la zona del parco era sicuramente la più suggestiva. Dopo le classiche foto di rito, decidiamo di visitare (al costo di 12 euro) l’Atomium all’interno e devo dire che ne è valsa la pena! Per ritornare in centro, abbiamo dovuto cambiare linea della metropolitana dopo alcune fermate, siamo scesi in zona la Borsa, intorno alle 16 abbiamo dato un’occhiata al mercatino di Natale ed abbiamo pranzato con una porzione di gustosissime patatine belghe alla bancarella chiamata De Corte. Subito dopo, abbiamo proseguito il nostro giro per ammirare, almeno da fuori, l’Église Saint Gudule, data la vicinanza con la Grand Place, abbiamo fotografato il celebre Manneken Pis, simbolo dell’indipendenza di spirito degli abitanti di Bruxelles per poi ammirare la famosa piazza con le luci della sera

  • 11523 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social