Belgio: Una nazione da scoprire

Da non perdere anche la visita del confinante Lussemburgo!

Diario letto 15164 volte

  • di Davidoof
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Nell'agosto del 2009 io, Davide e mia moglie Chiara abbiamo trascorso poco più di 2 settimane in Belgio, un paese tutto da scoprire.

Molti conoscono le bellezze di Bruxelles o di Anversa ma pochi sanno quanti altri luoghi degni di visita siano presenti in questo Stato.

Il nostro tour è iniziato a Liegi che, a dire il vero, ci ha un po' deluso, forse perché la nostra aspettativa era troppo alta... Un giro per le vie del centro è comunque consigliato; da non perdere, in Place Paul Janson, la Chiesa di San Bartolomeo un gioiello del romanico considerato, a ragione, una delle meraviglie del Belgio. Se non siete scalatori nati evitate la salita dei 373 gradini che portano alla Cittadella: in cima troverete solo un monumento, vecchi palazzi, un parco ed il panorama sui tetti della città (che serve solo a farci ricordare la fatica fatta per salire..).

Lasciata Liegi il nostro viaggio prosegue verso nord; ci aspetta la visita di Sint-Truiden, Leuven (Lovanio in italiano) e Diest. Tra queste, il luogo che vi consigliamo è sicuramente Leuven. Famosa soprattutto per il suo municipio (giustamente considerato il più bello di tutto il Belgio), la città vanta anche una tra le più antiche Università d'Europa, vivaci piazze ricche di belle costruzioni fiamminghe ed uno dei più famosi beghinaggi del Belgio (Patrimonio dell'Unesco). Gli amanti della birra non dimentichino poi che qui si produce una delle bionde più famose: la Stella Artois.

Proseguendo verso nord la nostra prossima meta è Lier, tipica città fiamminga, di cui ricorderemo soprattutto la bella Torre dell'Orologio, unica nel suo genere.

Terminata la visita della cittadina partiamo alla volta di Anversa, la città più popolosa del paese, nonché la più frequentata dagli italiani dopo la capitale Bruxelles. Qui, nonostante la pioggia incessante, siamo rimasti affascinati dalla bellissima Grote Markt su cui si affacciano lo Stadhuis (ossia il Municipio) e l'imponente Cattedrale (la Onze Lieve Vrouwkathedraal), la più grande di tutti i paesi bassi. Da non perdere gli interni di quest'ultima, poiché qui sono conservati ben 4 capolavori di Rubens. Gli amanti della pittura non dimentichino poi di visitare la Rubenshuis, la casa in cui il famoso pittore visse fino alla morte. Arrivati all'estremo nord del Belgio (ci troviamo infatti a pochi km dal confine olandese), non ci resta che tornare verso sud, il nostro tour prevede ora la visita della capitale!

Qualsiasi cosa si dica di Bruxelles è sicuramente già stata detta o scritta da qualcun altro prima... Nonostante ciò devo assolutamente parlarvi della Grand-Place. Siamo rimasti davvero senza parole, e non è così per dire, per capire bisogna vederla. Mi limito a dirvi che concordo con coloro che la definiscono una delle più belle piazze del mondo. Non lontano dalla piazza si trovano la Galleria di St. Hubert dove il nostro motto è stato: guardare, fotografare, filmare e.. Non toccare e l'imponente Cattedrale gotica. Per chi visita la città è d'obbligo una sosta davanti al simbolo di Bruxelles: il Mannekin Pis, una piccola fontana in cui l'acqua fuoriesce dal pisellino di un bambino. Fuori dal centro non mancate di visitare il Parco del Cinquantenario, la Basilica del Sacro Cuore e il Palazzo dove si riunisce il Parlamento Europeo, un bell'esempio di modernismo. Capitolo a parte meriterebbe la descrizione del Parco Mini-Europe situato a pochi km. Vi troverete a viaggiare per l'Europa, dalla Danimarca, alla Spagna fino alla Grecia passando ovviamente per l'Italia. Programmate alcune ore per la visita, ne vale veramente la pena

  • 15164 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social