A casa del Manneken Pis

Anche quest’anno in prossimità del periodo natalizio riusciamo a ritagliare uno spazio per un breve viaggetto. La nostra scelta anche questa volta ricade su Ryanair e, fra le destinazioni a basso costo, ci troviamo Brussels. Su questa città abbiamo letto ...

Diario letto 1621 volte

  • di acerorosso
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro

Anche quest’anno in prossimità del periodo natalizio riusciamo a ritagliare uno spazio per un breve viaggetto.

La nostra scelta anche questa volta ricade su Ryanair e, fra le destinazioni a basso costo, ci troviamo Brussels.

Su questa città abbiamo letto e sentito pareri discordanti ma visto il prezzo del volo ( 20 euro in due A/R) non possiamo non approfittarne.

Non scriverò un vero e proprio diario ma mi limiterò a delle considerazioni .

Brussels.

Arrivare a Brusells. L’aeroporto a cui si appoggia Ryanair non è quello internazionale vicino alla città, ma è quello di Charleroi cittadina a circa 50 km dal capoluogo.

Come tutti gli aeroporti per i voli low cost si tratta di uno scalo minore ma comunque ben attrezzato e collegato in modo perfetto alla città.

Oltre ai sempre presenti ma poco economici taxi, è possibile raggiungere il centro città tramite un bus www.Voyages-lelan.Be Appena usciti dall’area arrivi sulla destra si trova un ufficio dove è possibile acquistare i biglietti per il bus il cui costo è di 13 euro per la sola andata e 22 per l’andata e ritorno. La cosa migliore è sicuramente il biglietto unico che permette un risparmio ed anche una maggiore comodità per il rientro.

L’autobus ha l’unica fermata di fronte alla gare du Midi, una delle stazioni della città da cui partono sia la metropolitana che gli autobus per la città ed, ovviamente, i treni per tutte le destinazioni del paese.

Per il ritorno si deve percorrere il percorso a ritroso.

Da Charleroi il bus parte ogni quindici minuti, mentre da Brussels ogni trenta minuti.

Muoversi a Brussels Il centro della città non è enorme e quindi il sistema migliore è sicuramente muoversi a piedi in modo da godersi maggiormente la città. Comunque esiste un efficiente servizio sia di autobus che di metropolitana che permette di spostarsi facilmente.

Noi abbiamo utilizzato la metropolitana anche se davvero per poche corse: praticamente solo per raggiungere la stazione e l’hotel e per visitare l?atomium che si trova fuori città. Per il resto, nonostante il tempo, ci siamo sempre mossi a piedi.

Il clima Come si può notare dalle fotografie non siamo stati per niente fortunati ed abbiamo sempre trovato delle giornate uggiose con una pioggerrellina non fastidiosa ma con il cielo sempre grigio.

Dove dormire Noi abbiamo preferito la zona attorno alla Grand Place perché molto centrale e comoda sia per le visite di giorno che per la sera. Ci siamo affidati come sempre a booking.Com ed abbiamo prenotato l’Hotel La Legende a pochi minuti a piedi dalla Grand Place.

Www.Hotellalegende.Com Rue du lombard 35 1000 Bruxelles, Belgium Viene classificato come un due stelle, ma in Italia sarebbe un tre. Non è lussuosissimo ma lo consigliamo perché nel prezzo è compresa la colazione ( 90 euro con colazione a notte) e, soprattutto per la splendida posizione.

Dove mangiare Bruxelles propone ristoranti per tutti i gusti e tutte le tasche. Vicino alla Grand Place si trova Rue des Bouchers, la via dei ristoranti del centro di Brussels.

E’ una zona rivolta principalmente ai turisti dove è possibile trovare tantissimi ristoranti che offrono sia menù alla carta che menù turistici con prezzi diversi.

Prima di partire mi ero fatta una bella lista di ristoranti sia per la sera che per il pranzo con prezzi differenti ma alla fine sul posto ci siamo comunque affidati al nostro intuito.

Noi siamo stati qui: - Boulangerie Paul , famosa panetteria francese ma diffusissima pure in Belgio. È l’ideale per una pausa a pranzo oppure per la merenda visto che ci sono anche dei bei tavolini www.Paul.Fr - Chez Leon 18, rue des Bouchers B-1000 www.Chezleon.Be locale famosissimo della città famoso per le specialità belghe come la Carbonnade o le Moules et Frites. Seppur piuttosto caotico a causa delle tantissime persone presenti ci sentiamo di consigliarlo

  • 1621 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social