Un'intervista al blogger che ha creato HotelBarcellona.it

Un blog dedicato alla scoperta di Barcellona e dei suoi hotel

 

Barcellona è senza dubbio una delle destinazioni turistiche più affascinanti del mondo ed è anche una delle destinazioni preferite dai turisti italiani, e per ottime ragioni. La città è meravigliosa e ricca di cose da vedere e da fare. Barcellona non stanca mai e sempre si ha voglia di ritornarci. Turisti per caso ha dedicato molti articoli a Barcellona e nel nostro sito troverete numerosi interessanti e appassionati racconti di viaggio che la riguardano. Sul web esistono inoltre alcuni blog interamente dedicati a questa città. In questo articolo vogliamo parlarvi di uno di essi Hotel Barcellona un blog dedicato in particolare all'aspetto della ricerca e scelta dell’hotel a Barcellona, ma che si occupa a 360 gradi della scoperta di questa città e delle sue principali attrazioni turistiche. Ciò che ci piace di questo blog, in quanto in linea con la filosofia di Turisti per Caso, è il fatto di essere "dalla parte del turista" fornendogli le informazioni di cui ha bisogno per vivere al meglio la città scoprendone lati meno noti. Questo aspetto si nota anche negli articoli dedicati agli hotel dove c’è evidentemente una certa attenzione a scoprire e recensire le strutture in grado di offrire una migliore esperienza di viaggio e che mostrano una maggiore attenzione verso gli ospiti. Dato che questo sito ci è piaciuto abbiamo voluto porre qualche domanda ad Angelo Rossini, il blogger dietro HotelBarcellona.it. Ecco le sue risposte.

Turisti per Caso: Angelo, come è nata l’idea di HotelBarcellona.it?

Angelo Rossini: HotelBarcellona.it è nato dalla mia passione per Barcellona, una città che amo e che consiglio a tutti di visitare e scoprire. Inizialmente il sito è nato come GuidaBarcellona.it ma poi si è evoluto specializzandosi nel settore degli hotel, un aspetto secondo me fondamentale per godere la città al meglio, mantenendo però un’ampia sezione dedicata alla visita di Barcellona.

TpC: In base a quali criteri suggerisci gli hotel e li recensisci?

AR: I criteri principali che considero sono il rapporto qualità prezzo offerto da hotel, appartamenti e B&B, la posizione delle strutture e le recensioni degli ospiti passati. Quest’ultimo in particolare è un aspetto fondamentale in quanto tramite uno studio attento delle migliaia di recensioni disponibili su siti quali Booking.com, TripAdvisor, etc. riesco a capire quali sono gli hotel che offrono un buon servizio e quali invece quelli che non mostrano sufficiente considerazione per le esigenze dei propri ospiti. Leggendo centinaia di recensioni relative ad un hotel si riesce davvero a capire quali sono i suoi punti di forza e di debolezza in quanto inevitabilmente molti ospiti passati fanno riferimento sempre agli stessi aspetti. Io tengo molto all'attenzione e alla cura che le strutture mettono nel cercare di soddisfare i propri clienti e alla gentilezza e disponibilità del personale. Questi secondo me sono aspetti fondamentali che possono far passare in secondo piano altri aspetti quali il fornire servizi più lussuosi. Pertanto questo è un criterio molto importante per scegliere gli hotel che consiglio ai lettori del mio blog. Tuttavia la posizione è un altro aspetto secondo me fondamentale.

TpC: Parlando di posizione, ho notato che nel blog parli molto dei quartieri della città. In quali consigli di scegliere il proprio hotel a Barcellona?

AR: È vero, il quartiere in cui si trova il tuo hotel a mio avviso condiziona molto la percezione che hai della città. Per esempio chi soggiorna in un hotel a Barceloneta vivrà un’esperienza di Barcellona diversa da chi soggiorna nel quartiere dell’Eixample. Il primo avrà l’impressione di vivere in una rilassata destinazione di mare, il secondo in una bella e dinamica città di affari e shopping. Per cui capire quali sono le caratteristiche dei vari quartieri è secondo me importante per scegliere quello più in linea con le proprie preferenze e passioni. Barcellona è davvero una città per tutti i gusti e che può soddisfare tipi di turisti molto diversi fra loro, bisogna però essere informati e sapere dove poter trovare ciò che è in linea con le proprie preferenze. Per rispondere alla tua domanda, la Barceloneta e l’Eixample, che ho citato prima, ma anche i quartieri del Born e Gotico sono tutti ottimi luoghi per soggiornare e quale scegliere fra questi dipende dai propri gusti personali, come spiego sul blog.

TpC: Passando alla visita della città, quali sono le attrazioni di Barcellona da non perdere secondo te? AR: Barcellona è davvero ricchissima di attrazioni splendide, tanto che diventa doveroso operare una selezione in base al tempo che si ha a disposizione per la visita della città. Quelle assolutamente da non perdere sono comunque senza dubbio le opere di Gaudì, soprattutto il fantastico Parc Güell, la sorprendente Casa Battló e la celebre Sagrada Familia. In secondo luogo il Quartiere Gotico con le sue belle piazze e cattedrali, costruite in un periodo in cui Barcellona era una grande potenza del Mediterraneo. Inoltre secondo me sono da non perdere il bellissimo Palau della Musica Catalana, in cui cercare assolutamente di andare ad assistere a un concerto, e il caratteristico quartiere di Gracia. Un’altra importante attrattiva di Barcellona sono poi le feste popolari che hanno luogo nei diversi quartieri della città e che sono davvero piacevoli e divertenti. Ne organizzano in continuazione per cui consiglio assolutamente di informarsi per scoprire se ce n’è una durante il periodo del proprio soggiorno in città, ad esempio ad agosto c’è la Festa di Gracia, secondo me la più bella, a settembre quella della Mercè, a luglio quella del Raval, a giugno e settembre ce ne sono due a Barceloneta.

TpC: Infine vorrei farti una domanda sui ristoranti, un aspetto molto apprezzato dai turisti italiani. Quali consigli a Barcellona e perché?

AR: Devo dire che anche in questo settore Barcellona si difende bene. I miei preferiti sono i ristoranti di pesce che si trovano nel quartiere marinaro della Barceloneta. Qui ci sono degli ottimi e tradizionali ristoranti quali ad esempio Can Majò, dove si può assaggiare la fideuà - la paella catalana cucinata usando sottili spaghetti invece del riso, e Can Solè, specializzato nell’arroz caldoso de pescado - che è un gustoso risotto cucinato in un brodo di frutti di mare. Poi, sempre nella Barceloneta, ci sono dei ristorantini tipici e molto informali. Il mio preferito è la Bombeta, specializzato anch'esso in piatti e tapas di pesce. Un altro molto popolare fra i turisti è Can Maño, mentre El Rossinyol è frequentato soprattutto da barcellonesi e Jai-Ca è il migliore per le tapas di pesce.

TPC: Grazie Angelo, per le tue risposte e per il tuo sito che ci aiuta a scoprire un po’ di più su Barcellona e sui suoi hotel. AR: Grazie a voi, io ci provo mettendoci soprattutto il mio amore per Barcellona.

Parole chiave
,
  • 458 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico