Amazing Bangkok!

Dieci giorni alla scoperta dell'incredibile capitale della Thailandia tra sapori, profumi, suoni e colori di una città che pur mantenendo la sua anima e le sue tradizioni, si sta trasformando velocemente in una capitale sempre più moderna e avveniristica.

Diario letto 6626 volte

  • di Giulio Rossi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
 

Dieci giorni alla scoperta dell'incredibile capitale della Thailandia tra sapori, profumi, suoni e colori di una città che pur mantenendo la sua anima e le sue tradizioni, si sta trasformando velocemente in una capitale sempre più moderna e avveniristica.

1° Giorno – Arrivo a Bangkok

Nell'ambito dell'iniziativa CityOfTheMonth organizzata da Lufthansa, partiamo da Roma con un volo della compagnia di bandiera tedesca per Bangkok insieme a Simone Finetti, testimonial scelto per questa tappa del progetto. Il tema scelto è il food, alla scoperta della vera essenza della cucina thailandese, non quella esportata in occidente. Il nostro volo fa scalo a Francoforte, giusto il tempo di assaggiare qualche Brezel, che è tempo di ripartire per Bangkok dove atterriamo al termine di 11 ore di volo. Al nostro arrivo all'aeroporto troviamo ad attenderci la nostra guida. Si chiama Nam, ha il viso simpatico e sorridente, e insieme al driver Michael, sarà il nostro angelo custode per tutto il nostro viaggio.

Giusto il tempo di salire sul van direzione albergo per fare la conoscenza del traffico pazzesco di Bangkok. Non esiste città al mondo con un traffico simile, quasi sempre per percorrere pochi km ci si impiegano ore. Il nostro albergo è il The Well Bangkok situato in SOI 20 sulla Sukhumvit, la strada principale di Bangkok che taglia tutta la città. L'albergo non è ubicato in un grattacielo, ma è ugualmente molto bello e pieno di qualsiasi comfort: piscina, palestra, Spa, camere molto ampie e ben arredate e colazione completissima di ogni cosa. Giusto il tempo di farci una doccia che inizia il nostro percorso gastronomico. Partiamo con il botto, andando al Le Du, ristorante da una stella Michelin. Scegliamo due percorsi degustazione diversi per cercare di assaggiare un po' tutto. Simone rimane estasiato, e io con lui, da alcuni piatti veramente molto particolari. Ci rimangono impresse le larve di formica e la panna cotta al mango che ci regala dei sapori incredibili. Presentazione e cura dei piatti a livelli eccellenti. Al termine della cena facciamo la conoscenza del giovane chef e gli diamo appuntamento in Italia, facendogli i nostri sinceri complimenti.

2° Giorno – Koh Sarn Chao

Si parte alla volta di Koh Sarn Chao, località situata poco fuori Bangkok dove vive una comunità rurale che abita questo posto completamente diverso dalla caotica Bangkok. Si respira un profondo senso di pace, di tranquillità e di importanza per la famiglia e le persone mentre passeggiamo per le stradine di quella che è a tutti gli effetti un'isoletta. È infatti delimitata tutto intorno da un canale. Nella nostra passeggiata siamo accompagnati da Nemo, guida di Hivesters agenzia thailandese che ha come scopo quello di proporre esperienze da local e non da turista. Mentre percorriamo i viottoli di questo posto incantato, raccogliamo erbe e fiori edibili che Simone utilizzerà per cucinare più tardi insieme ad una nonna del luogo. Un'esperienza bellissima fatti di sorrisi e condivisione di tradizioni antichissime, durante la quale ci sentiamo come se fossimo i nipoti di questa signora che ci insegna a fare una buonissima torta di banane cotta tra le foglie di palma. Tanti sorrisi e tante emozioni che in questo luogo abitato da persone dagli occhi sinceri e veri ci ricordano che a volte la felicità è più semplice di quello che pensiamo. Dopo aver mangiato anche altri piatti preparati dalla “nostra nonna thai”, prendiamo un barchino e facciamo un giro lungo i canali fino a riportarci al nostro van. Ritorniamo a Bangkok, destinazione Iconsiam

  • 6626 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social