Australia 2019

Viaggio on the road tra New South Wales (NSW) e Queesland

Diario letto 1550 volte

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 02
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Ancora Australia, e per noi questa è la sesta volta… Si parte il 09 Agosto con Emirates, scalo a Dubai, cambio di aeromobile e poi altre 14 ore di volo fino a Sydney. All’arrivo abbiamo il nostro hotel Marriot in Circular Quay, posizione fantastica, e quindi nonostante la stanchezza del viaggio, fuso orario ed aria piuttosto pungente, andiamo a fare una passeggiata lungo il Sydney Harbour e nelle piccole vie del quartiere dei Rocks; rientriamo poi in albergo concludendo così questa giornata – o due – iniziata venerdì mattina a Milano Malpensa... ed ora qui a Sydney è sabato sera. Dopo la colazione in albergo, la giornata seguente la dedichiamo a girovagare un po’ per la città - che noi già conosciamo dai precedenti viaggi - la giornata è nuvolosa e ventosa - ci saranno 12-13 gradi -, ma poi esce il sole; giriamo per tutto il giorno a piedi, saliamo sull’Harbour Bridge, poi attorno al Sydney Harbour fino all’Opera House, The Rocks, CBD, Sydney Towers, Pitt Street Mall fino a Darling Harbour, e poi Chinatown ed il Paddy’s Market. La sera rientriamo a Circular Quay e cena in un piccolo ristorante a The Rocks.

La mattina seguente, dopo la colazione lasciamo questo bellissimo hotel e possiamo dire che ora inizia la nostra avventura… andiamo a ritirare la nostra auto a noleggio, una bellissima Mitsubishi ASX di colore bianco, ed il primo problema è uscire da Sydney che è piuttosto caotica e trafficata, ma ci riusciamo brillantemente trovando quasi subito l’Harbour Bridge, che percorrendolo in direzione nord ci permette di uscire dalla città… per quanto riguarda invece la guida a sinistra, come le altre volte nessun problema, ci troviamo subito a nostro agio. Ci fermiamo a visitare la cittadina industriale di Newcastle, dove il suo centro città e la zona affacciata sul mare sono molto piacevoli; proseguiamo ed incontriamo un posto meraviglioso, Anna Bay… spiaggia lunghissima e dune di sabbia bianca, un chiosco dove ne approfittiamo per pranzare con un ottimo fish and chips, poi continuiamo incontrando Nelson Bay, Shoal Bay e Fingal Bay, lunghe e bellissime spiagge bianche su cui passeggiare, siamo comunque in inverno e le temperature sono attorno ai 20-22 gradi. Facciamo anche alcuni percorsi turistici indicati, ed uno di questi è la Highway 6, che ci porta in altri posti splendidi come la spiaggia di Seal Rock, la camminata al faro di Sugarloft Point con una bellissima vista ed il Booti – Booti N.P., poi in serata arriviamo a Port Macquarie, bella cittadina affacciata da una parte sulla foce del fiume Hasting e dall'altra sull'oceano con le sue spiagge. In Australia ci sono alcuni “wildlife park” o “sanctuary” dove poter vedere ed avvicinare la fauna locale… a noi non piacciono questi posti, preferiamo vedere, se possibile, gli animali liberi… ma a Port Macquarie c’è il "Koala Hospital" e noi andiamo a visitarlo; questo ospedale cura i koala affetti da qualche malattia o vittime di incidenti stradali, e quando è possibile li rimette in libertà. Siamo stati fortunati, nel centro in questo periodo c’è anche una ragazza Italiana della provincia di Bergamo, laureata che è qui a fare la volontaria, e ci spiega bene molte cose sul funzionamento di questo ospedale, mentre sta dando da mangiare ad un koala che purtroppo per malattia è diventato cieco... Una visita molto interessante questa mattina (e forse l’unico modo per vedere questi animali, che in libertà è molto difficile incontrare...) , e prima di lasciare il centro lasciamo una piccola offerta a questi volontari, davvero tanti complimenti per il loro lavoro.

Continuiamo verso nord sulla Pacific Coast Way o PCW come viene indicata sui cartelli, facciamo alcune deviazioni come Stuart Point e Scott Head ritrovando mare e spiagge, ed arriviamo a Nambucca Heads... cittadina di vacanze e veramente molto bella… il panorama che si vede dal belvedere sopra un promontorio è fantastico… la foce del fiume che entra nel mare, distese di sabbia e spiagge bianche a non finire… ci passiamo un po’ di tempo, facendo una passeggiata sul lungomare dove le rocce di contenimento sono tutte disegnate e molto colorate; proseguiamo e strada facendo incontriamo dei canguri, passiamo per Uranga e poi facciamo una deviazione per visitare la tanto pubblicizzata cittadina di Bellingen… che a noi per la verità non ha colpito poi così tanto..

  • 1550 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social