Il meglio dell'Australia

Il nostro viaggio di nozze in Australia: Natale al mare, capodanno a Sydney, deserti, isole, Open di tennis e tanti consigli per una vacanza indimenticabile.

  • di alemila
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Le mete sono state:

· Perth e dintorni (Freemantle, Rottnest Island, Deserto dei Pinnacoli) – 5 notti e 4 giorni pieni · Red Centre (Ayers Rock, King’s Canyon, Alice Springs) – 4 notti e 3 giorni pieni · Sydney (con escursione alle Blue Mountains) – 5 notti e 4 giorni pieni · Fraser Island - 2 notti e 1 giorno pieno · Gladstone - 1 notte · Heron Island - 3 notti e 2 giorni pieni · Adelaide - 1 notte · Kangaroo Island - 3 notti e 2 giorni pieni · Great Ocean Road - 2 notti (a Mt Gambier e Apollo Bay) e 3 giorni pieni · Melbourne – 3 notti e 2 giorni pieni

Un paio di note sulle mete scelte:

· Nonostante un mese sia un arco di tempo piuttosto lungo, non è comunque sufficiente per vedere tutte le principali attrattive dell’Australia, per cui ci siamo trovati a dover scegliere a cosa rinunciare. Abbiamo così deciso di escludere totalmente la parte nord dell’Australia, in quanto il periodo in cui abbiamo fatto il viaggio coincide, a nord, con la stagione delle piogge e anche con la possibile presenza delle pericolosissime “box jellyfish” nei mari della grande barriera corallina.

· L’ordine con cui abbiamo visitato le mete scelte non è esattamente lineare, ma è stato dettato da alcuni vincoli che volevamo fossero assolutamente rispettati, ossia trascorrere a Sydney l’ultimo dell’anno e lasciare Melbourne come ultima tappa per assistere alla prima giornata degli Australian Open di tennis. Senza questi vincoli avremmo sicuramente potuto risparmiare un po’ di tempo nei trasferimenti.

Costo del viaggio:

· In totale il viaggio ci è costato 13000€, a cui vanno aggiunti circa 4000€ spesi in Australia per i pasti, il carburante ed extra vari. Gli alberghi sono stati di categoria variabile tra le 3 e le 4 stelle, i voli, in economy, con Cathay Pacific (quelli internazionali) e Quantas (quelli locali).

In generale abbiamo trovato l’Australia più cara dell’Italia. Va considerato che il dollaro australiano era ai massimi storici e il periodo di altissima stagione (ad esempio nei giorni vicini a capodanno gli alberghi di Sydney hanno triplicato i prezzi). Oltretutto quando abbiamo prenotato il viaggio (nel mese di agosto) già molti alberghi erano pieni (soprattutto nelle grandi città e nel Red Centre), per cui abbiamo dovuto ripiegare su soluzioni più costose di quelle previste inizialmente.

Consigli e informazioni utili:

· Appena arrivati conviene dotarsi di un adattatore per le prese australiane (ce l’hanno sia gli alberghi che la maggior parte dei supermercati). Meglio portare anche una presa multipla, così con uno stesso adattatore si possono caricare contemporaneamente macchine fotografiche, cellulari, ecc.

· Per noi è stato utilissimo portare un piccolo netbook, sia per connetterci ad internet e telefonare con Skype, sia per salvare le foto scattate. La possibilità di connettersi ad internet l’abbiamo trovata un po’ ovunque (gratuita in alcuni alberghi, piazze e McDonald’s, mentre a pagamento in quasi tutti gli aeroporti).

· Abbiamo pagato sempre con le carte di credito ritirando al bancomat solo il minimo indispensabile. Va considerato, però, che molti negozi, ristoranti e hotel richiedono una piccola commissione se si paga con la carta, per cui non so se sia stata effettivamente la scelta più conveniente.

· La Quantas (utilizzata per i voli interni) si è rivelata molto rigida sul peso dei bagagli da imbarcare (quindi occhio a non superare i 20kg a testa), mentre i bagagli a mano non ci sono mai stati pesati

  • 32356 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Laura Scaglione
    , 12/4/2012 21:42
    Bellissimo il tuo racconto molto dettagliato.
    M'è servito tanto per capire cosa potrei vedere e dove andare spero di andarci un giorno anch'io in Australia intanto mi studio tutto quello che vorrei vedere.
    Ciao Laura
  2. Matte & Giobby
    , 10/3/2012 20:06
    Ciao, avremmo bisogno di un'informazione...per il noleggio auto nel Red Center secondo voi è necessario il navigatore o se ne può fare a meno? Avevato il cambio automatico o manuale nell'auto?
    Come avete volato con Cathay?
    Grazie
    Matteo e Serena
  3. alemila
    , 18/10/2011 17:24
    Non ti preoccupare per il voto! sono contenta di esserti stata d'aiuto! Se hai bisogno di altro contattami pure!
  4. maubzz
    , 14/10/2011 17:45
    ciao Alessandra,

    nelle ultime settimane siamo stati un po' incasinati... ma ora che ci siamo sposati possiamo focalizzarci sull'organizzazione del viaggio.

    abbiamo contattato la Kia Ora e siamo in attesa di un preventivo. la operatrice (Crisitna) mi sembra molto competente anche se un po' agressiva ... non so se vi aveva seguiti lei.

    stiamo contattando anche agenzie in milano e non per fare un po' di confronti.

    ti ringrazio per l'aiuto .... ho votato il viagio ... ma dato che è la prima volta che lo faccio mi ha preso solo una stellina ... scusa il tuo diario è almeno da 5 con tuttle le info ed i dettagli che hai messo.

    ciao ciao
    maura

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social