In Australia con Ilaria e Ivan

Zapping sul territorio australiano

Diario letto 13416 volte

  • di fairymila
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

07.04.2011 Il sogno dell’infanzia che si avvera: finalmente Australia!

Dopo 20 giorni di intenso lavoro, è tutto pronto: itinerario definito, voli interni prenotati, come anche i noleggi auto, i pernottamenti ed alcune delle escursioni (nei miei viaggi mi piace partire “preparata”, ma credo che in alcune parti dell’Australia sia necessario, perché spesso la disponibilità di alloggi è veramente limitata e le distanze sono enormi). Assolutamente necessario è fare dei voli interni, come anche noleggiare un’auto, perché altrimenti la visita a questo stato così grande e così vario resta molto limitata.

Noi abbiamo volato con Emirates, compagnia della quale mi fidavo ciecamente avendola già utilizzata x andare in Nuova Zelanda, solo che a questo giro ci ha deluso parecchio: al ritorno, sulla tratta Dubai-Malpensa (ci siamo fermati negli Emirati x un paio di giorni prima di tornare in Italia), hanno fatto l’overbooking. Fortunatamente sono riuscita ad avere gli ultimi 2 biglietti disponibili, ma ad una compagnia che si spaccia x la migliore del mondo questo non è assolutamente concesso. Questa è stata l’unica pecca, perché x il resto il viaggio è andato benone.

X i voli interni abbiamo usato Tiger Airways, Virgin Blue, Qantas e Sky West, e non abbiamo avuto problemi con nessuna

X i noleggi auto ci siamo trovati bene sia con Hertz, che con Europcar, che con Thrifty.

Come guida avevamo Lonely Planet (purtroppo ho dovuto abbandonare le mie amate Routard, x l’Australia non esiste) e non ci siamo trovati bene x niente. Imprecisa, con poche informazioni, sul Western Australia era poi un disastro: sembrava scritta da una persona che aveva cercato in internet delle informazioni, non che avesse visitato veramente quei posti.

Unica nota dolente della vacanza è stato che lì hanno un costo della vita veramente alto, e che quindi abbiamo sempre speso molto x mangiare cose assolutamente normali; in macchina avevamo sempre scorte di cibo, perché non si sapeva mai cosa potevamo incontrare x strada (consiglio anche di avere sempre almeno mezzo serbatoio pieno). Anche i vari pullman e taxi ci sono costati un bel po’, diciamo che x un italiano l’Australia non è affatto economica! Attenzione che gli australiani cenano molto presto, spesso le cucine dei ristoranti chiudono alle 21, quindi bisogna sempre fare attenzione all’orologio. Anche i negozi chiudono presto, intorno alle 17, restano aperti solo supermarket e benzinai fino alle 19.

1° giorno

Arriviamo a Sydney alle 6 del mattino e ci facciamo portare al Vibe Hotel, dove avevamo prenotato x due notti. Alla reception, gentilissimi, ci hanno dato la stanza con largo anticipo così abbiamo potuto riposare qualche ora prima di iniziare a visitare la città. Hotel molto bello e ben servito, consigliatissimo. Prima di tutto abbiamo fatto un giro a Bondi beach, la famosa spiaggia della città, dove ci siamo riposati al sole. La spiaggia dista una mezz’oretta di bus dal centro. L’Harbour Bridge e l’Opera House ci hanno lasciato senza parole, stupendi, e poi abbiamo fatto un giro nel giardino botanico, bellissimo. C’erano pappagalli che volavano da tutte le parti, e migliaia di pipistrelli appesi agli alberi. Appena il sole ha iniziato a calare, hanno tutti preso il volo in cerca di cibo, uno spettacolo incredibile, lo skyline della città era un turbinio di volpi volanti. In città ci siamo sempre mossi coi bus, l’importante era trovare la fermata giusta x il nostro albergo, ma tutti gli autisti sono molto gentili a dare informazioni su dove andare o dove scendere

  • 13416 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Matte & Giobby
    , 10/3/2012 20:08
    Ciao, avremmo bisogno di un'informazione...per il noleggio auto nel Red Center secondo voi è necessario il navigatore o se ne può fare a meno? Avevato il cambio automatico o manuale nell'auto?

    Grazie
    Matteo e Serena
  2. pessa
    , 13/8/2011 16:23
    grazie mille, molto ben raccontato. Anch'io ora mi trovo in australia per provare a vivere qui per qualche anno con il working holiday visa, ma voglio viaggiare un pò, e il tuo racconto è stato molto utile grazie. Cmq concordo, la lonely planet è scritta veramente male, orrenda, l'ho comprata prima di partire 4 mesi fa, e una settimana dopo che ero arrivato l'ho barattata per un' altra guida. Orrenda. e meno male che gli autori sono australiani.
  3. Francesca Roberta Gentilomo
    , 20/6/2011 16:12
    meravigliosamente meraviglioso... bel racconto mi è piaciuto!!!
    Io ora sono qui a Sydney.. ci abito da 7 mesi... e penso di fare anche io un tour tipo il tuo prima di rientrare in Italia... grazie per le info ciaooo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social