Magica australia

La nostra luna di miele è iniziata sul volo Thai Roma- Bangkok - Melbourne. Coccolatissimi dall'equipaggio, si placa l'ansia dei giorni precedenti, quando il pensiero delle 22 ore di volo ci faceva rabbrividire... MELBOURNE - nostra prima tappa, credo sia ...

Diario letto 879 volte

  • di Alessia Borrelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

La nostra luna di miele è iniziata sul volo Thai Roma- Bangkok - Melbourne. Coccolatissimi dall'equipaggio, si placa l'ansia dei giorni precedenti, quando il pensiero delle 22 ore di volo ci faceva rabbrividire...

MELBOURNE - nostra prima tappa, credo sia consigliabile arrivare qui e non a Sydney, perchè per i primi due giorni il jet lag si fa sentire, e Melbourne è sicuramente più riposante di Sydney!!! La città è piuttosto elegante, bei negozi. Da visitare il Queen Victoria Market, con prezzi dei souvenir piuttosto convenienti e le Roialto Towers, per avere una vista della città dall'alto. Ristoranti - tantissimi, e di tutte le nazionalità. Gran bel posto è Grossi Florentino, in Bourke Street, 1 po' caro, ma in luna di miele...

KANGAROO ISLAND - un sogno, un immenso parco naturale popolato dagli animali più belli e rari del mondo. Noi ci siamo fermati per un giorno ed una notte, ma consiglio di starci per due notti. L'ospitalità sull'isola è eccellente, il nostro bed and breakfast Seascape aveva un panorama mozzafiato, tre stanze stupende e la cena preparataci da Jenny, la padrona di casa, è stata semplicemente divina.

ADELAIDE - città molto tranquilla ed accogliente, con parchi immensi e tante chiese. La chaimano la città solida ed è vero, l'architettura è molto rigorosa ma anche qui gli abitanti sono molto cordiali. Noi siamo capitati in Australia durante i mondiali di Rugby, il maggior avvenimento sportivo dopo le olimpiadi di Sydney 2000, e quel giorno ad Adelaide c'era il match Irlanda - Argentina. Le strade erano invase da festanti ma tranquilli tifosi delle due squadre, ci ha colpito l'atmosfera di spensieratezza e la serenità con la quale i tifosi aspettavano la partita.

AYERS ROCK- siamo atterrati ad Ayers Rock, cuore del deserto rosso Australiano nel bel mezzo di una desert Storm. La guida che ci accoglie all'aeroporto ci dice che è in corso un violento incendio. Infatti, a tre ore dall'arrivo nel nostro resort, quando eravamo pronti per visitare Uluru, il monolito, ci hanno evacuati - eravamo 1500 - all'aeroporto per 5 ore. La situazione è stata gestita dagli australiani con grande professionalità e rapidità. Rientrato l'allarme incendi, ci hanno riportati in albergo e uluru l'abbiamo visto solo da lontano.

KINGS CANYON - Se si sceglie la camminata più lunga, quella che abbiamo fatto noi, la prima mezz'ora è davvero massacrante - soprattutto per i fumatori e considerato che c'erano circa 40 gradi.

Arrivati in cima si dimentica la fatica e la vista di tutta quell'arenaria rossa su cui cresce una lussureggiante vegetazione è una delle immagini che porteremo sempre con noi. Non sarà il Grand Canyon americano - lo ha detto chi ha visto entrambi - ma è comunque uno spettacolo meraviglioso.

ALICE SPRINGS - Qui abbiamo visto per la prima volta gli aborigeni e , benchè il Governo Australiano dia loro soldi case ed istruzione, si intuisce che un'integrazione piena è ancora lontana, per gli aborigeni gli australiani sono cmq. I bianchi che hanno occupato il loro territorio. Bellissimi i dipinti aborigeni- Alice Springs tra l'altro è un buon posto dove acquistare souvenir aborigeni- nei quali si ravvisano la millenaria cultura, i riti e le tradizioni di queste persone.

PORT DOUGLAS - Eccoci arrivati nel Queensland. Port Douglas è molto gradevole, piena di localini e con spiagge chilometriche. Il mare purtroppo, è inaccessibile in quanto popolato dalle terribili box jellyfish, ossia le cubomeduse. Chiaramente, qui è d'obbligo una visita alla foresta pluviale ma consiglio anche il Rainforest wildlife park, un parco dove tutti gli animali d'Australia -tranne serpenti e coccodrilli - girano liberi tra i visitatori. Abbiamo visto con i nostri occhi un coccodrillo baby di 1 anno e 3 mesi staccare un dito all'impiegata del parco che lo stava riponendo nella sua gabbia dopo avercelo mostrato! Una scena molto pulp, ma anche questo è Australia!!! HAYMAN ISLAND - quattro giorni da nababbi nell'isola più bella delle Whitsundays... Siamo arrivati in idrovolante e vedere la Grande Barriere corallina dall'alto è stata un'esperienza unica. Il resort di Hayman è semplicemente spettacolare, unico neo le meduse che anche qui popolano le acque. Tuttavia, con la muta si riesce a fare lo stesso il bagno e lo snorkeling, i pesci ed i coralli hanno colori meravigliosi, sembra di vivere in un sogno. La sera il cielo era lilla, con una distesa di stelle...Indimenticabile

  • 879 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social