Argentina, Bolivia, Cile e due passi in Brasile: l'incanto dell'America del Sud

Natura, deserti, montagne incantate, maestose cascate, colori

Diario letto 19615 volte

  • di LISACRI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Finalmente Sudamerica! Era da un po' che desideravo rimettere piede in questa parte del mondo che sarà sempre la mia prediletta, dove riuscirei sicuramente a vivere senza nessuna difficoltà.

Devo prima di tutto ringraziare la TPC Catto e il suo bellissimo diario Agua, Tierra y Sal, le sue precise indicazioni sono state utilissime per l’organizzazione del viaggio.

Il viaggio è durato dal 14\11\2013 al 02\12\2013, costruito durante lunghi mesi nel tentativo di incastrare tutte le coincidenze per riuscire a vedere il massimo nel tempo che avevamo a disposizione.

La nostra intenzione era di visitare le Cascate dell’Iguazù, il nord dell’Argentina, il Salar e le Lagune della Bolivia, e i dintorni di San Pedro de Atacama in Cile.

Abbiamo organizzato il viaggio in autonomia, ci siamo affidati ad agenzie locali prendendo contatti via internet e intrattenendo una lunghissima corrispondenza via email.

Aver trovato la combinazione perfetta dei voli è stata la svolta, tutto si è magicamente incastrato!

Abbiamo dovuto rinunciare al progetto di andare da Iguazù a Salta con un pulmino a noleggio perchè dopo svariati tentativi non abbiamo trovato il mezzo e fare lo spostamento con due auto non era conveniente; così abbiamo prenotato il volo Iguazù\Salta con Aerolineas Argentinas al prezzo non proprio conveniente di circa 278 euro.

Il gruppo era composto di 8 appassionati viaggiatori, per il volo ci siamo affidati ad una amica che lavora in agenzia ed è riuscita con pazienza e costanza a trovarci il meglio al miglior prezzo, siamo arrivati dal Brasile e ripartiti dall’Argentina via Cile.

L’itinerario dei voli con Alitalia, TAM e LAN è stato Bologna\Roma, Roma\Rio de Janeiro, Rio de Janierio\Iguassù Falls, Calama\Santiago, Santiago\Buenos Aires, Buenos Aires\Roma, Roma\Bologna, il tutto per 1.143 euro compresa assicurazione sul volo.

Purtroppo abbiamo avuto una brutta sorpresa al ritorno da Buenos Aires; il nostro volo con Alitalia aveva destinazione finale Londra quindi noi a Roma avremmo in realtà dovuto prendere un volo per Londra ma ci era stato detto che non ci sarebbe stato nessun problema a spedire i bagagli fino a Roma e prendere poi il nostro successivo volo per Bologna.

Al check in a Buenos Aires ci hanno detto che i nostri bagagli dovevano obbligatoriamente andare a Londra e se volevamo sbarcarli a Roma l’unica soluzione era pagare una “sanzione” di 150 euro, non so se ci avesse provato l’agenzia inizialmente o se ci hanno provato i desk Alitalia a Buenos Aires, fatto sta che molto a malincuore abbiamo pagato i 150 euro che per 8 passeggeri è diventata un cifra notevole.

E questo è stato l’unico inconveniente di tutta la vacanza.

Potrei però aggiungere che abbiamo sbagliato in pieno la composizione della valigia, eravamo convinti che sarebbe stato freddissimo e invece è stato caldissimo! In tutta la vacanze avremo avuto si e nò 5 ore di freddo, una mattina in Bolivia all’alba e una notte sempre in Bolivia ma eravamo al chiuso con coperte e stufa e due mattine all’alba in Cile. Non abbiamo valutato che sarebbe stato primavera quindi se andate in questo periodo un pile in meno e qualche bermuda in più.

Non ha invece creato problemi l’altitudine, lievissimi malesseri solo al primo sbalzo in Argentina poi ci siamo adattati molto bene.

Giovedì 14\11\2013 e Venerdì 15\11\2013

Partiamo alle 13 da Ravenna per Bologna, lasciamo le auto al parcheggio e alle 16,15 prendiamo il volo per Roma che atterra alle 17,10. Il prossimo volo è alle 21,45 e nell’attesa ci godiamo questo splendido aeroporto dove si trova sempre il modo per far passare il tempo

  • 19615 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social