La California e i parchi dell'ovest

Un sogno che diventa realtà... un viaggio on the road nei parchi americani

Diario letto 41027 volte

  • di CTI75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Da non credere, a meno di un mese dalla grande partenza, abbandoniamo l'idea del safari in Africa per dirottare la nostra vacanza su un'altra meta altrettanto interessante ma un pochino più economica. Organizzare questo tipo di viaggio, per chi come me è ansiosa e deve aver sotto controllo quasi tutto, è davvero un'impresa ardua. Roberto è stato davvero bravissimo a sopportare i miei malumori quando le compagnie aeree mi facevano impazzire "nascondendomi" i voli. Abbiamo cercato ininterrottamente per 10 giorni i voli più interessanti facendo nello stesso tempo un itinerario che avremmo voluto seguire. Decidiamo, che per quanto ci riguarda, che la soluzione migliore sia arrivare su San Francisco e ripartire da Los Angeles. Abbiamo guardato tantissimi siti e valutato varie compagnie alla fine questo è risultato il più' conveniente e il più' vicino alle nostre esigenze.

Volo: partenza sabato 1 settembre 2012 Milano Malpensa - San Francisco partenza ore 9.50 arrivo nello stesso giorno ore 18.27 con scalo ad Atlanta, compagnia Delta Air Lines (con il senno di poi, non è stata una grande idea fare scalo ad Atlanta perché poi ci sono volute altre 5 ore per raggiungere San Francisco, avendo già fatte 10).

Ritorno domenica 16 agosto 2012 Los Angeles - Milano Linate. Partenza ore 13.45 arrivo del giorno seguente ore 12.15 a Milano Linate con scalo ad Amsterdam compagnia Klm

(ottima tratta 10 ore + 1 e mezza).

Costo totale per due eur 1448,52.

I passaggi successivi sono stati:

Fare l'Esta ( il costo è di 14 $ x 2) dura due anni.

Noleggio auto: noi andiamo molto a fiducia, ci siamo sempre trovati bene sia come prezzi sia come gestione, con il sito www.enoleggioauto.it, (paghiamo euro 290 x 16 gg). Questa volta, però, al ritiro della macchina a SF, abbiamo avuto un interlocutore parecchio fastidioso. Al momento della consegna macchina ti propongono sempre un’auto di categoria superiore e soprattutto ti spingono a fare altre assicurazioni. Noi dopo 18 ore di volo e un’ora di coda per ritirare le chiavi dell’auto, eravamo stravolti (e loro lo sanno) ed è stato un martello pneumatico, a tutti costi voleva proporci di fare un‘assicurazione aggiuntiva, quindi alla fine un po’ per stanchezza un po’ per esasperazione abbiamo firmato poco consapevoli del tipo di assicurazione proposta. Il costo aggiuntivo è stato di 4$ al giorno. (costo per il carro attrezzi). Facendo i preventivi abbiamo scoperto che è più conveniente noleggiare l'auto all’aeroporto e non in città quindi nel nostro caso abbiamo preferito prendere la macchina appena atterrati (evitando cosi il viaggio fino all'hotel con i mezzi pubblici o il viaggio di circa 40$ in taxi). E' anche vero che per puro caso abbiamo scelto un hotel che aveva un parcheggio gratuito.

Assicurazione sanitaria: ne ho trovate parecchie ma alla fine abbiamo seguito il consiglio dello zio di Robi che va sempre negli Stati Uniti ed utilizza la Mondial. Noi abbiamo speso per 17 giorni per due persone euro 290 (solo assistenza sanitaria).

Prenotare gli hotel dall’Italia ne abbiamo prenotati solo alcuni. In alcuni casi si è rivelato molto saggio prenotare i motel strada facendo perché se ne trovano tantissimi, ma assolutamente da non fare di arrivare a San Diego o a Los Angeles senza prenotazione. Non è che non si può ma è davvero scomodo muoversi in una grande città con traffico, semafori e contemporaneamente guardare in giro, scendere, chiedere se c’è posto e via dicendo, si rischia che per risparmiare ci si ritrova come unica soluzione la suite all’ Holiday INN

  • 41027 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social