Aruba e Curaçao in autonomia

Consigli per visitare in fai-da-te le Antille olandesi, diverse tra loro ma davvero splendide.

Diario letto 880 volte

  • di mque_mque
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Non si può andare sempre in Asia, il mondo è grande e bisogna esplorarlo! E allora ad ottobre andiamo a caccia di opzioni per organizzarci 15 giorni di relax a fine gennaio. Nelle Antille siamo già stati alcuni anni fa (Guadalupa e Marie Galante splendide ma non per tutti) e ci torniamo volentieri; questa volta scegliamo due delle Antille Olandesi: Aruba e Curacao. Rinunciamo a Bonaire, la terza isola, per questioni di tempo.

SCEGLIERE IL VOLO

Con gli anni apprezziamo sempre più la comodità di un volo dalla nostra città.. e quindi la nostra scelta è presto fatta: KLM da Torino con scalo ad Amsterdam, che ha ottimi orari e un prezzo ottimo rispetto alla comodità (530 euro a testa). Le alternative erano via USA: a parità di prezzo, tempi più lunghi e necessità dell'ESTA anche per il transito. Scegliamo di arrivare ad Aruba (con un volo diurno) e ripartire da Curacao (con un volo notturno) perchè la durata degli scali è minore, ma a posteriori lo suggerirei comunque, perchè Aruba, più turistica, è un'isola più "facile" con cui prendere confidenza, e potendo richiedere meno spostamenti (le aree di maggior interesse turistico sono concentrate in pochi km nel nord dell'isola) i primi giorni ci si può davvero riposare. Curacao invece, meno frequentata e più selvaggia, richiede un pò più di impegno per scoprirla.

Organizziamo 7 notti ad Aruba e 6 notti a Curacao; a posteriori farei il contrario. Il trasferimento tra le due isole richiede un breve (e caro) volo interno; purtroppo non esistono collegamenti via mare. Se potete, in alta stagione evitate il transfer tra le isole nel weekend, perchè gli aeroporti sono congestionati, si dà ovviamente priorità ai voli intercontinentali e gli orari possono facilmente andare a pallino. Ci sono molte compagnie che volano tra le isole, alcune meno affidabili negli orari rispetto alle altre. Oltre ad informarsi su internet, può essere utile chiedere consiglio al gestore dell'alloggio dove si pernotterà. Noi per 135 euro a testa abbiamo volato con Winair: acquisto facile (in dollari) sul loro sito, biglietto solo elettronico, aereo nuovo, nessun problema nè ritardo.

ORGANIZZARE IL SOGGIORNO

Pur facendo ancora parte del Regno dei Paesi Bassi, le Antille olandesi dagli anni '90 sono autonome dalla madrepatria per alcune materie (es. sanità, istruzione, trasporti), e sono autonome anche tra di loro. A Curacao, frequentata solo da europei, quasi tutti olandesi, si parla per l'appunto olandese, oltre al papiamento che è il dialetto locale, e si usa il Fiorino di Curacao. Aruba invece è stata colonizzata dal turismo statunitense: ovunque si usa il dollaro USA (solo al supermarket l'eventuale resto può venirvi dato in Fiorini di Aruba), si parla molto inglese e spagnolo, oltre al papiamento, le distanze sono in miglia, la benzina in galloni, ecc. In sostanza, ad Aruba non vi servirà affatto cambiare euro in fiorini: semplicemente al bancomat prelevate in dollari, e al supermarket usate la carta per evitare di avere del resto in fiorini, che non potreste spendere a Curacao perchè il fiorino è diverso. A Curacao invece è importante avere moneta locale, che potete prelevare direttamente al bancomat. Le carte vengono accettate in quasi tutti i ristoranti, ma vi servirà il contante per noleggiare i lettini in spiaggia e per qualche snack veloce.

Per l'accesso alle isole ABC (Aruba, Bonaire e Curacao, le tre Antille olandesi) serve il passaporto; la carta d'immigrazione si compila online sul sito ufficiale prima dell'arrivo. Per Curacao la trovate qui ed è obbligatoria, ad Aruba è ancora possibile compilarla cartacea sull'aereo, ma verificate qui perchè le norme sono in evoluzione. La procedura è molto semplice, ed spiegata molto bene nei due portali turistici ufficiali, che sono tra l'altro molto ricchi di informazioni e suggerimenti

  • 880 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social