Anguilla, relax con gusto ai Caraibi

Il fascino dei Caraibi in un fazzoletto di terra con 33 spiagge...

Diario letto 28069 volte

  • di picopape
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Cove Bay: bellissima anche questa, tra le più deserte ed incontaminate dell’isola. Obbligatoria una sosta da Smokey’s che è direttamente sulla spiaggia, offre cibo di qualità e quasi tutte le sere musica dal vivo (almeno in alta stagione).

Maundays Bay: per noi splendida. Sarebbe la spiaggia privata di uno degli hotel più belli di Anguilla, il Cap Juluca, costruito con gusto lungo tutta la spiaggia. Una delle cose che mi ha sempre colpito dei Caraibi è che tutte le spiagge sono pubbliche, per cui chiunque ha diritto di accedere (anzi è il benvenuto) in qualsiasi spiaggia. Non ci facciamo intimidire dallo splendido ingresso ed informiamo il simpatico Anguillano all’ingresso che intendiamo passare la giornata a Maundays Bay: ci indirizza gentilmente al parcheggio riservato ai visitatori augurandoci una buona giornata, facciamo pochi metri nei curatissimi viottoli del Resort e ci affacciamo nell’angolo per noi più bello di tutta la spiaggia. Acqua calmissima e turchese, sabbia fine di un bianco accecante, ombra gentilmente offerta dalle mangrovie e dalle palme, diverse bellissime conchiglie proprio nella parte finale della spiaggia sotto la costruzione sulla roccia che ospita alcuni dei ristoranti (cari) del Resort. Nulla da dire alla bellezza del posto: da tenere a mente che i lettini sono riservati, giustamente, agli ospiti del Resort ma questo angolino alla fine della spiaggia è sufficiente ad ospitare i pochi visitatori che vi faranno compagnia. Da non mancare una passeggiata lungo la spiaggia per sbirciare nelle villette che costeggiano la riva ed ammirare Saint Martin apparire poco a poco nella sua interezza. Se non vi siete portati nulla da bere o mangiare, una soluzione “abbordabile” è il Blue, il bel beach bar posizionato grosso modo al centro della spiaggia.

Shoal Bay West: situata all’estremo sud ovest dell’isola, ci colpisce per le inconfondibili e moderne ville bianche costruite direttamente sulla spiaggia, a pochi passi dal mare. Disegnate da un famoso architetto, possono piacere o meno, certamente tolgono il fascino selvaggio al paesaggio ma caratterizzano questa spiaggia che comunque rimane molto bella: poco frequentata, passiamo qui una piacevole giornata anche perché la Trattoria Tramonto, gestita da un simpatico italiano bolognese che da anni si è trasferito ad Anguilla con tutta la famiglia ed accoglie personaggi famosi da tutto il mondo, ci riporta con gusto ai sapori italiani. Anche qui ombrelloni e lettini compresi nel prezzo del pranzo.

Barnes Bay: immagino sia bella e meriti una visita, ma, non so spiegarmi perché, tra una cosa e l’altra non ci siamo mai capitati. Qui c’è il Mango’s Seaside Grill, del quale abbiamo sentito parlare bene.

Meads Bay: spiaggia splendida anche questa, sabbia bianca e mare turchese, con qualche albergo e costruzione di troppo alle spalle che comunque non disturbano più di tanto. Abbiamo sempre trovato mare calmo, la spiaggia è digradante ma dopo pochi metri non si tocca. Anche da qui si può ammirare un fantastico tramonto. Il posto da consigliare qui è il Blanchard’s Beach Shack, un curato, colorato e simpatico chiosco dove mangiare all’ombra delle palme per poi rilassarsi sui lettini ed ombrelloni. Si tratta del beach bar di uno dei più rinomati ristoranti di Anguilla, l’annesso Blanchard’s. Sulla stessa spiaggia vanno menzionati il vicino Jacala e Straw Hat. Questa spiaggia a mio avviso è, in alternativa a Rendevouz Bay, una buona base di partenza per visitare l’isola dove potete trovare inoltre diversi alloggi, tra cui in primis merita una segnalazione il Carimar Beach Club, veramente carino e direttamente sulla spiaggia, ma anche Nathan’s Cove, il Frangipani Beach Resort oppure, alla fine della spiaggia verso sud, il Viceroy se avete soldi da spendere. Verso nord invece, dopo una piccola formazione rocciosa, non vi perdete una piccola caletta di sabbia che probabilmente sarà deserta (sempre che non abbiano finito di rinnovare l’albergo sopra le rocce)

  • 28069 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social