Anguilla, relax con gusto ai Caraibi

Il fascino dei Caraibi in un fazzoletto di terra con 33 spiagge...

Diario letto 28036 volte

  • di picopape
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Pochi minuti e saliamo sul taxi che il proprietario dell’alloggio dove passeremo la vacanza ci farà gentilmente trovare poco fuori dal molo, ed in 10 minuti arriviamo al nostro appartamento presso Nature Gardens Apartments. Siamo accolti dal proprietario, Rhon, che ci aveva messo già poco a conquistarci via mail con la sua gentilezza, disponibilità e ricchezza di informazioni. Di persona si rivelerà altrettanto gentile confermando le nostre iniziali positive impressioni. Rhon gestisce una bella casa, ben tenuta, pulita, composta di 4 appartamenti: lui vive con la moglie e la figlia in un appartamento al primo piano. Gli altri 3, di cui due al piano terra ed uno al primo piano, li affitta a prezzi ragionevoli ed estremamente economici per i costi dell’isola. L’appartamento si rivela molto spazioso, inclusa la nostra camera dove troviamo già pronto il lettino per nostra figlia, i muri dipinti con colori pastello, la cucina fornita di tutto, ombrellone e sdraio da mare, borsa frigo, per di più wi-fi gratuito per collegarsi ad internet e chiamare così a casa gratuitamente via skype, che non è male come risparmio…Se cercate una soluzione semplice ma fornita di tutto, spaziosa e conveniente, è il posto che fa per voi. Se proprio vogliamo trovare un difetto è che non è direttamente sul mare (anche se a pochi minuti a piedi da una delle spiagge più belle, Rendevouz Bay), ma posizionata strategicamente in una zona dove in pochi minuti di macchina sarete praticamente ovunque.

Rhon inoltre, come promesso, ci ha fatto trovare, sempre ad un ottimo prezzo, una jeep già parcheggiata sotto il nostro alloggio e si è occupato di procurarci la patente necessaria per guidare ad Anguilla (che costa 20$ e dura 6 mesi): insomma, un ottimo inizio!

Guidare ad Anguilla è molto semplice, le strade sono quasi tutte asfaltate e le indicazioni sufficientemente buone: da ricordare che si guida a sinistra. In poco più di mezzora si attraversa tutta l’isola da nord a sud. Facciamo i primi acquisti in uno dei supermercati locali e, dopo un colpo non da poco per i prezzi esposti sugli scaffali, mi riprenderò solo alla casa dove la cassiera mi fa gentilmente notare che i prezzi esposti sono in dollari caraibici: la valuta locale è infatti l’East Caribbean Dollar e spesso i prezzi dei prodotti nei supermercati sono indicati in valuta locale, mentre i dollari USA sono accettati ovunque.

Le giornate passano tranquillamente visitando le splendide spiagge bianche dell’isola lambite tutte da acque turchesi, quasi sempre con pochissime persone che vi faranno compagnia, tempo bello, spesso qualche rinfrescante nuvola di passaggio, nel complesso clima ottimo: in questo periodo devo dire abbiamo anche trovato poche zanzare. Ovunque leggerete che l’isola è circondata da 33 spiagge, cosa probabilmente vera, ma a mio avviso quelle da segnalare sono una decina. Praticamente tutte le spiagge hanno sempre almeno un beach bar per bere e mangiare qualcosa, con in affitto lettini e ombrelloni (spesso gratuiti se si mangia nel beach bar) o a costi di molto inferiori a quelli italiani (tra i 3 e i 5$ al pezzo). Per descrivere la bellezza del mare di Anguilla basterebbe citare il Conde Nast Traveller che in un articolo ha scritto che “molte isole caraibiche sarebbero felici di avere almeno una delle 33 spiagge di Anguilla”. Queste di seguito sono quelle da noi consigliate, partendo in senso orario da quella davanti al Nature Gardens.

Le spiagge

Rendezvous Bay: a pochi minuti a piedi dall’appartamento, il primo giorno decidiamo di passarlo qui per l’impazienza di avere un primo assaggio di cosa offre l’isola…la curiosità è tanta e non veniamo delusi, non potevamo avere migliore inizio in quanto si rivelerà una delle più belle spiagge dell’isola. L’impatto ci lascia senza parole, una larga distesa di sabbia chiara bagnata da un bellissimo mare. Alla destra dell’accesso al mare incontriamo subito l’Anguilla Great House che offre una ottima soluzione con camere direttamente sul mare ed un Bar Restaurant, The Old Caribe, che ci ospiterà per il primo pranzo. Come dimenticare il ritmo rilassato della cameriera che sembrava veramente andare al rallentatore, senza dubbio i ritmi frenetici non sono di casa…beati loro !!! Alla fine della spiaggia verso destra il mare è generalmente un po’ più mosso perché più esposto, c’è un albergo di livello, il Cuisinart Golf & Resort ed il famoso Dune Preserve, un incredibile locale sulla spiaggia costruito dal musicista locale Bankie Banx con tronchi, pezzi di barche, canoe, reti portate sulla spiaggia dal mare. Da visitare la domenica pomeriggio per un aperitivo con musica dal vivo, dove con un po’ di fortuna potrete assistere, come capitato a noi, ad una performance di Bankie, chiamato con affetto il Bob Dylan di Anguilla

  • 28036 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social