Anghiari, il bastione della Toscana

Uno splendido borgo, famoso nel medioevo per la sua importanza strategica, che domina dall’alto la valle del Tevere

  • di Ink
    pubblicato il

I magistrati di Firenze commissionarono a Leonardo il compito di decorare le sale di Palazzo Vecchio, ricordando proprio le vittoria della Repubblica di Firenze. Il maestro fece i cartoni di prova, dipinse la battaglia ma… il quadro, comunque incompiuto, andò distrutto e fu sostituito dalle decorazioni del Vasari. In ogni caso, ancora si cercano i bozzetti di Leonardo, misteriosamente scomparsi nel nulla. Dell’epoca medievale rimane comunque moltissimo da vedere nel piccolo centro storico, protetto dalle mura, in cima a una collina che guarda il Tevere. A spasso tra le viuzze strette, meritano sicuramente una visita edifici civili quali il Palazzo Pretorio, il Palazzo Marzocco (detto Palazzo della Battaglia, offre ai visitatori un percorso museale con tante informazioni sulla storica battaglia e sull’opera di Leonardo) il Museo delle memorie e del paesaggio della terra di Anghiari. Naturalmente, c’è anche molto di sacro (siamo pur sempre in una terra di Santi): tra le architetture religiose più interessanti spiccano San Bartolomeo, con la badia eretta dai monaci camaldolesi quasi 1.000 anni fa (un convento poi trasformato dai perugini in un castrum) e la Cappella della Misericordia.

  • 10048 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social