Andalusia on the road

Andalusia on the road, il viaggio che mi è entrato nel cuore!

Diario letto 23905 volte

  • di samanthasitzia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Atterrata a Siviglia ho noleggiato l’auto con il quale mi sono spostata per tutta la durata del viaggio. Le autostrade in Andalusia sono quasi tutte gratuite e nuove in ottime condizioni.

Prima tappa: Siviglia. Inizio il mio viaggio proprio dalla capitale dell’Andalusia, il caldo è soffocante ma la curiosità di visitare questa città è tanta. Inizio proprio dalla famosissima Plaza De España, tra il parco verde, il laghetto e la ceramica colorata. Ho proseguito con la Cattedrale gotica più grande del mondo e la Giralda. Infine ho fatto un giro per le vie del centro, tornerò a Siviglia negli ultimi giorni.

Seconda tappa: Cordoba. Cordoba conserva ancora il fascino dell’influenza araba. Tra stradine strette, abitazioni bianche e patios fioriti che colorano tutta la città. La via più famosa è Calleja de las flores. Si può visitare tranquillamente a piedi, i vari posti distano massimo 15 minuti l’uno dall’altro. Inizio la visita dalla Mezquita, una delle moschee più sorprendenti d’Europa. Proseguo verso l’Alcazar, un edificio in stile arabo circondato da giardini immensi e curatissimi, fontane e vasche d’acqua. Dopo pranzo visito la Sinagoga e da qui mi perdo nella famosa Juderia, il quartiere ebraico, uno dei luoghi più pittoreschi di Cordoba. Dopo cena, visito il Ponte Romano, l’unico fiume navigabile in tutta la Spagna.

Terza tappa: Granada. Il monumento più famoso di Granada è senza dubbio l’Alhambra, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, circondata da vialetti fioriti e giardini immensi. Trascorro dunque due giorni in questa città, visto che la visita all’Alhambra dura quasi tutta una giornata, tra l’Albayzin, e i giardini di Generalife. Dalla Torre de la Vela, si gode di un panorama bellissimo. Il giorno seguente mi dedico alla visita della città e degli altri monumenti. Anche Granada ha avuto una forte influenza araba che conserva ancora benissimo, nel quartiere Albaicìn si trovano infatti i bagni arabi. Nella stessa zona visito Capilla Real, la Catedral Metropolitana de la Encarnación e a sud della Cattedrale si trova l’Alcaiceria, un piccolo mercato arabo.

Quarta tappa: Malaga + Caminito del Rey. La città viva dell’Andalusia, tra mare, vita notturna e arte. Come in tutte le città andaluse, non manca l’Alcazaba, da dove inizio la visita. Da qui visito il Castillo de Gibralfaro dove si trova il famoso panorama con vista su Plaza de Toros. Non può mancare la visita al Museo di Picasso, uno dei maggiori punti d’interesse della città. Dopo un giro nelle vie del centro, finisco la visita di Malaga con la Catedral de la Encarnación.

Quinta tappa: Caminito del Rey. Vicino Malaga si trova il Caminito del Rey, tempo fa chiamato “il sentiero più pericoloso del mondo“, si tratta di un percorso costruito nella gola El Chorro di 101 metri d’altezza. Trascorro quasi tutta la giornata al cammino, un’esperienza unica, camminare per ore, su passerelle costruite su gole a oltre 100 metri d’altezza. Una delle esperienze più belle della mia vita.

Quinta tappa: Ronda. Ronda è una cittadina in provincia di Malaga, arroccata su una vertiginosa gola chiamata El Tajo, collegata dal fiabesco Puente Nuevo. Si tratta di una piccola cittadina, basta quindi una giornata per visitarla tutta. La prima cosa che faccio è scattare la famosa foto al Puente Nuevo dove si vedono le case bianche costruite sopra El Tajo. Proseguo poi verso la Plaza de Toros, uno dei luoghi più importanti della città. Finita la visita alla Plaza, continuo per il Mirador de Ronda per ammirare il panorama. Infine visito le piazze e il centro della città, Barrio de San Francisco e Plaza del Socorro

  • 23905 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social