Tour dell'Andalusia

Un viaggio turistico-gastronomico tra Cordoba, Gibilterra, Jerez de la Frontera, Cadice, Granada e Siviglia

  • di arubiro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

01/10/2012 - 1° GIORNO ITALIA/MALAGA – GRANADA

Eccoci, dopo tanta attesa e dopo aver preparato per settimane il viaggio finalmente si parte alla volta dell’Andalusia… appuntamento all’aeroporto di Fiumicino per il volo Alitalia AZ90 Roma – Malaga (costo del volo A/R € 96 a persona ma con il confort di Alitalia).

Giunti a Malaga ci rechiamo alla GoldCar a ritirare l’auto noleggiata con AutoEurope (raccomando AutoEurope per tariffe e trasparenza, un po’ meno GoldCar dove vi consiglio di farvi spiegare con assoluta chiarezza le assicurazioni integrative che vi proporranno); in ogni caso saliamo a bordo del nostro Galaxy 7 posti, soluzione ideale per 2 famiglie ognuna con un bimbo piccolo, carichiamo il bagaglio, predisponiamo il tom tom e si parte alla volta di Granada (l’itinerario di viaggio prevede Granada, Cordoba, Siviglia, Cadice, Gibilterra e Malaga ma sarà poi un po’ rivisto sulla base delle esperienze di viaggio raccolte).

Dopo un’ora e mezza arriviamo a Granada percorrendo un’autostrada senza pedaggio (le autostrade a pagamento sono veramente poche ma in compenso, nei pochi tratti con pedaggio, abbastanza care); il Tom Tom inizia a guidarci nel centro città e ben presto ci troviamo nelle zone a traffico limitato che avevamo letto negli altri racconti; sia a Granada che a Cordoba che a Siviglia infatti, per arrivare nelle zone centrali, si percorrono necessariamente zone a traffico limitato; per chi è diretto agli hotel il passaggio è consentito con la raccomandazione di indicare, una volta giunti in hotel, la targa dell’autovettura durante il check in (anche se gli albergatori ci hanno confidato che le videocamere per controllare gli accessi non sono realmente funzionanti). Per evitare di passare in zone vietate, che invece il Tom Tom ci suggeriva, ci siamo ritrovati, senza capire come, a dover scendere con l’auto da un marciapiede ma, da quel punto in poi, alla ricerca dell’albergo è andato tutto bene.

Con l’ausilio di Booking (immancabile supporto per ogni viaggio) abbiamo prenotato l’hotel Navas molto centrale (WiFi gratuito e pulito) e, una volta individuato, abbiamo lasciato l’auto presso un parcheggio convenzionato (€20 ogni 24 ore).

Posiamo i bagagli, un pranzo veloce da Burger King nelle vicinanze e ci dirigiamo alla scoperta della citta; 1° tappa andare a ritirare il bono turistico acquistato on-line con incluso il biglietto di ingresso dell’Alhambra e nello specifico i Palacios Nazaries (quelli per i quali è previsto preciso orario di accesso); a posteriori il Bono Turistico è stata una soluzione ottimale e anzi, per pochi euro di differenza, sarebbe valsa la pena acquistare quello con validità 5 giorni inclusivo anche del sightseeing tour ed altre agevolazioni.

Ritirato il Bono Turistico presso un “chiosco” del Turismo e studiata la cartina della citta, facciamo provviste di acqua minerale e un po’affamati decidiamo di andare a cenare; con nostro stupore alle 20 la luce del sole è ancora alta e calle Navas inizia ad animarsi con i numerosi ristoranti con tavolini all’aperto.

Per comodità rimaniamo vicini all’albergo e scegliamo il locale che maggiormente ci ispira “Chicota” ma alla fine senza esserne particolarmente soddisfatti.

02/10/2012 - 2° GIORNO GRANADA

In quasi nessuno degli hotel prenotati abbiamo la 1 colazione inclusa e così la 1° tappa della giornata è immancabilmente quella della colazione; individuiamo un locale carino “La Cueva” ed entriamo ma le ordinazioni, nelle intenzioni cappuccino e brioche, si trasformano presto in panini con jamon e spremute di arancia vedendo appesi sul soffitto un numero indefinito di appetitosi prosciutti

  • 81333 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Stefanocruciani
    , 20/10/2014 17:58
    Il video dell'ultimo viaggio a Granada! Check it out! http://youtu.be/SbCOuNF6Jq0
  2. javimig
    , 20/2/2013 18:50
    L'estate scorsa ho fatto un viaggio in Andalusia e consiglio vivamente di fare la visita di Siviglia.Con un gruppo di amici abbiamo contattato la guida turistica Manuel Blanca che ci ha permesso di vedere posti meravigliosi.L'abbiamo trovato tramite la sua pagina www.guidasiviglia.com . Il fatto di averlo conosciuto ha cambiato il nostro viaggio,per questo motivo volevo consigliare vivamente a tutti questa guida.Molto preparato e molto disponibile.Se state pensando di fare un viaggio in Andalusia,non pensateci due volte e chiamatelo!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social