Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

Tulipani, zoccoli, biciclette, mulini a vento: la magia di Amsterdam dal vivo. E se poi, en passant, si scopre la bellezza di Anversa.... la magia è completa!

Diario letto 3446 volte

  • di micky76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Anche quest'anno, come ormai da tradizione, ci tocca scegliere una grande città europea per la gita di primavera/estate. E finalmente, dopo tanti rinvii, abbiamo optato per una delle mete che desideravamo visitare da tempo: Amsterdam! Non trovando un buon volo per l’andata da Bari, scegliamo di prendere un Ryanair verso Bruxelles mentre per il ritorno ci avvaliamo del diretto Transavia da Amsterdam.

20/6 Anversa

Si parte il 20/6, ma avendo già visitato in passato Bruxelles decidiamo di inframezzare il tragitto con una tappa ad Anversa. La scelta, quasi casuale, più che altro per la posizione intermedia fra Bruxelles e Amsterdam, si rivela vincente: Anversa appare come una bellissima realtà a misura d'uomo. Per raggiungerla, dall'aeroporto Bruxelles-Charleroi, prendiamo i mezzi della SNCB (Società Nazionale delle Ferrovie del Belgio): autobus fino a Charleroi Sud e treno fino ad Anversa con biglietti acquistati online sul loro sito ufficiale.

E appena arrivati ad Anversa, la prima bella sorpresa: ci ritroviamo in una stazione centrale maestosa ed affascinante. Dopo aver lasciato i bagagli nel Gold Apartment (7 minuti a piedi dalla stazione, consigliatissimo) cominciamo la nostra escursione.

Anversa si visita tranquillamente a piedi. In pochi minuti ci ritroviamo ad attraversare il quartiere dei diamanti e poi di seguito il Meir, la via dello shopping che collega la stazione centrale con il centro storico lungo la quale oltre al lato commerciale fanno capolino edifici storici (come lo Stadsfeestzaal e la casa del pittore Rubens) e piazze caratteristiche (come la Groenplats, anch'essa con una statua omaggio al famoso pittore fiammingo).

Ma la parte più carina è proprio quella del centro storico. Di fronte alla Cattedrale campeggia l'originale scultura di Nello e Patrasche che rappresenta un ragazzo e il suo cane avvolti dalla pavimentazione della piazza, come se fosse una coperta. La statua celebra il legame fra gli uomini e i loro amici a 4 zampe. Poi c'è la Grote Markt, la piazza principale con il municipio e con il monumento di Brabo. Si tratta di una fontana sormontata da una statua che ritrae il soldato romano Brabo che getta nel fiume la mano del gigante: evento leggendario da cui deriverebbe il nome della città Antwerpen (Anversa), - hand (mano) e werpen (gettare) -.

Il centro si estende fino alle rive del fiume Schelda, in prossimità del quale si trova l'Het Steen, un castello medievale, ahimè in ristrutturazione.

21/6 Anversa-Amsterdam

Il mattino successivo lo dedichiamo al verde del parco Stadspark, all’orto botanico e poi, risalendo verso il centro, dopo una capatina alla chiesa di San Giacomo, ci dirigiamo verso la zona dello Zoo, famoso soprattutto per i suoi fenicotteri rosa. L’accesso allo zoo avviene dalla piazza Koningin Astridplein di fronte alla stazione centrale, piazza caratterizzata anche dalla presenza di una mega ruota panoramica e crocevia per accedere facilmente a Chinatown e alla Chocolate Nation (museo del cioccolato).

Ma è ora di ripartire: c’è un Flixbus pronto a portarci ad Amsterdam. Con un ingiustificato ritardo di 45 minuti scendiamo a Amsterdam Bijlmer Arena, a 5 minuti a piedi dal nostro hotel (l’A&O). Non è centrale ma vicinissimo alla metro e alla stazione ferroviaria: un ottimo compromesso considerando che i prezzi degli hotel ad Amsterdam sono tipicamente molto alti, per nulla paragonabili a quelli di altre capitali europee. Il tempo di lasciare i bagagli e via in metro per il centro dove prendiamo confidenza con la città con un giro in battello lungo i canali (si parte dal Lovers Canal Cruises, in prossimità della stazione centrale)

  • 3446 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social