Amsterdam e la festa del re

A zonzo per Amsterdam

Diario letto 12257 volte

  • di gigi55
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

AMSTERDAM alla FESTA DEL RE

Amsterdam è disposta su anelli concentrici in base ai canali che vi scorrono. I quattro più importanti sono concentrici su uno sviluppo a mezzaluna, il Singel, lo Herengracht, il Keizergracht e il Prinsengracht. Costituiscono un capolavoro d'ingegneria. L’acqua, in media profonda sui tre metri, è mantenuta a livello costante e dicono pulita (anche se a noi non è sembrato) da un sistema di chiuse. Comunque, è lungo i canali che si affacciano gli edifici più belli e tipici della città.

La città in sé non richiede molto tempo per la visita e un paio di giorni sono sufficienti per girarla e concedersi qualche museo. E' possibile visitarla a piedi in quanto la città non è poi così grande e orientarsi non è difficile, basta prendere a riferimento i canali e le arterie principali, sempre portando con se una cartina.

Vietato camminare sulle piste ciclabili - le bici hanno sempre la precedenza e vanno abbastanza veloci.

Trasporti: Generalmente si può fare a meno dei mezzi pubblici perché tutto è raggiungibile a piedi, ma comunque bisogna camminare un pò e se non si è abituati può essere stancante per tutto il giorno, la convenienza dipende da voi. Se pensate di camminare e fare al massimo una o due corse di tram/bus al giorno (magari per tornare all'alloggio) allora l'abbonamento non conviene (due corse costano 2,80 x 2, l'abbonamento giornaliero 7,50). Il primo giorno provate a camminare per rendervi conto di persona e decidere in seguito.

Visto che il nostro viaggio, per scelta, coincideva con la festa del Re, immaginando l'affluenza di persone, abbiamo pianificato il tutto da casa, ristoranti e musei compresi, visto il programma non abbiamo fatto nè la carta iAmsterdam nè la Museumkard. Partiamo in 5 adulti.

Mercoledì 23 aprile

Partenza alle 19 con edreams, prenotato volo EasyJet, a/r Malpensa 296€ a testa. Atterriamo all'aeroporto Schipol alle 20,30 e visto l'orario optiamo per un taxi che ci porta direttamente in albergo 45€. La scelta di un mezzo pubblico ci avrebbe fatto risparmiare pochissimo, ma avremmo perso molto tempo.

Tramite booking avevamo prenotato Hotel Vondel, vicino all'omonimo parco. Spesa per quattro notti 1.060 la doppia + 1.240 la tripla + 119 tassa di soggiorno. Non abbiamo prenotato la colazione: 19,95€ a persona per notte ci sono sembrati un po' eccessivi. Un po' decentrato, ma viste le dimensioni della città in 30 minuti a piedi eravamo al lato opposto. Scelta consigliata ma, se possibile, fatevi dare camere ai piani alti.

Dopo il check in ci siamo diretti verso la vicinissima piazza Leidseplein, in una via laterale con tanti imbonitori che ti invitavano ad entrare nel loro locale ci ha ispirato da Matia's consigliato anche da tripAdvisor dove con 65€ totali abbiamo mangiato Fajitas (pollo fritto) con verdure, tortillas e una Heineken media. Parlano italiano. Scelta azzeccata.

Rituale acquisto di magliette per le ragazze all'Hard Rock, giro per la piazza e poi a nanna.

Giovedì 24

Oggi abbiamo la visita ai due musei principali, vicinissimi al ns hotel, uno stop in una Pankake per la colazione. Percorriamo un viale con vasi stracolmi di tulipani di ogni forma e colore. Il primo è il Van Gogh Museum da casa avevamo prenotato visita per le ore 9, a persona 20€ con audioguida (consigliata), il biglietto è per una certa ora. Arriviamo presto ma c'è già coda, con il ns eticket la bypassiamo ed entriamo nel museo. Ci fanno depositare zainetti in guardaroba, consiglio di non portarli, c'è coda sia per consegnarli che poi al ritiro

  • 12257 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social