Amsterdam a inizio dicembre... un brivido gelido pieno di fascino!

Trascorrere il week dell immacolata......al freddo!

Diario letto 17360 volte

  • di AMORE73
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro

Ciao a tutti i TPC, eccomi di ritorno da questo week end di ponte dell'immacolata in un'altra suggestiva capitale europea. Da Milano Malpensa siamo partiti con quasi 4 ore di ritardo causa neve su tutto il nord europa, ma ciò non ha tolto l'entusiasmo a nessuno di noi 5: Io, mio marito Emy, mio figlio Brian.... E l'amica storica da ben 36 anni Rita e la sua piccola Selene. Giunti allo Schipiol Airport, grazie alle dritte trovate sui racconti di alcuni turisti per caso, ho fatto i biglietti alla macchinetta automatica senza troppa difficoltà, solo procuratevi almeno un 15 euro di moneta, se no potete solo pagare con carta! Il bello è stato poi capire dove si prendeva il treno per raggiungere Amsterdam Central station, perchè non è così scontato come a Londra, anzi... Perfino l'addetta a cui abbiamo chiesto informazioni ha trovato difficoltà nell indicarci il binario giusto. Però alla fine ci siamo riusciti, una volta a destinazione essendo molto tardi abbiamo raggiunto in taxi (per 15 euro) l'hotel Alp trovato tramite Booking a un ottimo prezzo,esso poi è situato nel quartiere Jordaan a 10 minuti di tram n.13 da Piazza Dam... Consiglio a tutti di optare per questo hotel perchè oltre che per il buon servizio dato,offre ai suoi clienti bevande calde free tutto il giorno,e in camera a ogni rifacimento vi faranno trovare del cioccolato e una bottiglietta d acqua,insomma davvero un ottimo servizio.

1 giorno 6/12 Stamattina è una giornata tiepida, c'è un timido sole e dall'albergo optiamo per una passeggiata di circa 20 minuti verso la casa museo di Anna Frank, guardiamo qua e la i vari canali con i loro abitanti sulle case gallegianti, e commentiamo ad alta voce con i ragazzi i nostri pensieri tra il "pensa che bello....." degli sbarbati alle "ma sai che umidità la notte?" dei meno sbarbati.... e poi eccoci, c'è già una discreta fila, ma noi con i biglietti on-line fatti in italia entriamo da 1 porta riservata in pochi minuti... dopo le raccomandazioni di rito (no foto...no video....ecc......) entriamo ed in men che non si dica rimaniamo ammutoliti da ciò che vediamo, si respira un aria di religioso rispetto verso questa famiglia che nonostante 3 anni da reclusi in casa ha pagato assai caro l'essere scovata e deportata, ma Anna ha saputo trasmettere, con le sue parole, ciò che tutti speriamo, l'essere umano non possa replicare mai più! Una visita qua è d'obbligo se si viene ad Amsterdam, perchè è importante vedere e riflettere... Una volta usciti abbiamo proseguito per Piazza Dam e il suo circondario, e camminando camminando siamo giunti al cortile delle beghine ed anche qua respirare la pace e l'ordine di questo angolo di città è stato emozionante, come il dover spiegare ad un altra italiana,capitata in questo luogo per caso, dove fosse e la sua storia,accompagnata dal sorriso di una beghina arrivata in quel mentre in "casa sua"! Non ancora sazi, ci siamo spinti sempre a piedi verso la piazza Leindspein passando per un mercato galleggiante di fiori e bulbi di tulipani, e anche qua osservare le persone avvicinarsi a queste creature della natura con tanta delicatezza, mi ha colpito. Una volta giunti in piazza abbiamo cercato l'Hard Rock Cafè (un must) e abbiamo cominciato i primi acquisti... inoltre in questa piazza abbiamo potuto fare il biglietto per tutti i mezzi valevole per 48 ore a 13 euro a testa (ragazzi compresi) e così la passeggiata a piedi si è conclusa! Tornati in hotel, stanchi morti, abbiamo cercato un ristorante argentino in zona e poi a nanna

  • 17360 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social