Albania, il paese dell'assurdo

Un viaggio da scoprire. Una famiglia di tre persone (piu' un mezzo), accompagnata da un'altra famiglia di tre persone.

Diario letto 30779 volte

  • di elena ardissone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ore 10.45, si parte dall’aeroporto di Cuneo Levaldigi.

Siamo in 4 adulti piu’ due bambini.

Il volo dura poco, “il tempo di un caffè” con la compagnia Belle Air.

Ottima compagnia, puntuale sia alla partenza che all’arrivo.

Arrivo a Tirana intorno alle 12.30.

Iniziano le contrattazioni con i taxi. All’aeroporto non si possono pretendere grandi sconti così, per 1500 lek (10 € circa), troviamo una mercedes (marca di auto piu’ usata in questo paese), che ci porta nella zona dei Block dove abbiamo prenotato, il giorno prima via inernet, una notte nel Backpachers Hostel.

Tirana è per noi solo un punto di arrivo per il viaggio che vogliamo intraprendere.

Il mattino seguente, infatti, un taxi ci viene a prendere per portarci nel sud dell’Albania, ovvero nella costa ionica.

Paghiamo il nostro autista, Mario, 70 € per un viaggio della durata di 10 ore con pause di un’ora per il pranzo e altre pause sparse di un quarto d’ora per relativi spuntini.

Il viaggio è piacevole, a parte il clima molto caldo che ci accompagna.

Attraversiamo il parco di Llogara e ci fermiamo per un bagno sotto il tramonto, in una spiaggetta di Dhermi.

Arriviamo ad Himara intorno alle 19.30 dove degli amici albanesi di mio marito, ci aspettano,

Trovandoci subito una sistemazione comoda vicino al mare. La cena della sera ci dà il benvenuto nel paese di mare: pesce a volontà.

Nella settimana che passiamo ad Himara, decidiamo di non affittare auto. Con 3000 lek al giorno, senza aver contrattato, troviamo un taxista di nome Milton, che ci viene a prendere tutte le mattine, ci porta nella spiaggia dove ogni giorno scegliamo di andare, e ci viene a riprendere in serata.

Il prezzo è calcolato su 4 adulti e due bambini.

Le spiagge, naturalmente parlando, hanno un mare limpido, tiepido con panorami pittoreschi.

L’assurdo è che la tranquillità che potrebbe darti un posto così, è ottenebrata dalla musica assordante delle numerose casse audio che ogni locale della spiaggia sprigiona dai propri apparecchi acustici.

Alle 18, nostra ora solita per congedarci dalla spiaggia, la testa e le orecchie sono piene di suoni assordanti.

Altro punto negativo, sono i rifiuti. In alcune spiagge eleganti, tutto sembra perfetto ma capita che nella spiaggia a fianco, quella chiamiamola più popolare, i cestini dei rifiuti non esistano e a pochi metri più in là, ti appaia una discarica abusiva!

La seconda settimana, ci organizziamo con altri mezzi perciò, ci facciamo caricare valige, bimbi e noi, su un “furgon”. Per chi non li conoscesse, i furgon sono mezzi molto piu’ economici di un taxi perché caricano molte piu’ persone.

Sono fatti come un Ducato a 8/9 posti.

Con il furgon arriviamo fino a Saranda.

Grande città molto affollata, che ci serve per arrivare, a questo punto con un pullman o un taxi, a Ksamil.

Noi abbiamo la fortuna di trovare il pullman che, per 80 lek, ci porta a destinazione.

A Ksamil, troviamo una specie di residence molto comodo per essere vicino al mare.

Costo di 6 giorni e 7 notti per la stanza con tre letti, 140€.

Ksamil è un paradiso e un posto geograficamente comodo, per chi vuole visitare Butrint e il Blue Eye.

L’assurdo qui è che c’è molto abusivismo.

Se fai una passeggiata nel paese, puoi trovarti davanti a scheletri di palazzi a due, tre piani, con una parte di pilastri portanti distrutti, buttati giù dai bulldozer che il governo albanese, un anno fa, fece decapitare. Questo perché anche molte case sono state costruite senza permessi.

Un’altra cosa negativa, che però non abbiamo visto solo in questa parte, sono i marciapiedi impraticabili perché non finiti o occupati da auto posteggiatevi sopra

  • 30779 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. kleist
    , 29/6/2018 01:28
    Vorrei sapere come si chiama l albergo che e´ costato 140 Euro per sei giorni,
    me lo puoi dire?

    Grazie,
    Michele .
  2. Achille Pilli
    , 10/2/2013 12:03
    carissimo sami io sono 17 anni che vado in albania e non e' vero che belle air e' semprein ritardo, voli cancellati ecc ecc gli unici aerei che hanno queste caratteristiche sono airone e alitalia e in quanto ai prezzi prova a confrontare e te ne accorgerai!!!!
  3. Sami Ghanmi
    , 6/9/2012 23:41
    Bah...Mi chiedo come possiate chiamarlo paese dell'assurdo.
    Una nazione che per 45 anni non ha saputo che cosa significasse la parola "TURISMO" e "LEGALITA'", pensate che in 20 anni si possa arrivare a livelli di turismo al pari dell'Italia?
    L'Albania ha fatto tanto nel turismo in questi 20 anni ma non può bastare.
    Ci sono stati e ci saranno sempre gli incivili (come in tutto il mondo) quindi non pensate a criticare.
    P.S.: Mi capita spesso di viaggiare con la Belle Air e vi posso assicurare che è proprio pessima.
    Voli cancellati, posticipati e a volte anche anticipati. Prezzi esorbitanti per tratte piccolissime. Però aimè, è l'unica compagnia che ci possa portare in Albania.
    Ah, poi, in Albania i cassonetti ci sono. È la gente che non li usa. :)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social