Nakupenda Zanzibar

Una vacanza meravigliosa in giro per una meravigliosa isola

  • di cla4902
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Grazie ad una promo di Phone & Go (Metti in valigia le tue vacanze) partiamo alla volta della nostra prossima avventura: Zanzibar!

Hotel: Kiwengwa Beach Resort.

Dopo un viaggio travagliato (3 h di ritardo ad aspettare che partisse l’aereo) atterriamo finalmente a Zanzibar e ad attenderci ovviamente c’è un caldo ed un’umidità impressionante. C’è anche da considerare che siamo partiti con felpe e giubbotti.

E si comincia con le mance… prima ai due ragazzi che ci hanno portato la valigia dall’aeroporto al pulmino e poi a due masai dalla reception dell’albergo alla nostra camera, non dico che si è obbligati, ma moralmente come fai a non dargli nemmeno 1 euro per lo sforzo?!

Martedì 25 Febbraio 2014: GIRO DI RICOGNIZIONE

Il primo giorno lo passiamo facendo un giro di ricognizione in albergo e subito decidiamo di fiondarci in spiaggia per chiedere ai beach boys i costi delle escursioni. Appena ti vedono arrivare praticamente ti assalgono, ognuno cerca di venderti qualcosa (escursioni, calamite, creme solari, treccine) altri ti chiedono di andare a vedere le loro bancarelle. Ad un certo punto mi sono trovata circondata da una decina di persone e la cosa buffa è che appena finisci di parlare con qualcuno se ne presenta subito un altro, oddio come al solito non mi ricordo neanche il primo nome. Comunque nonostante l’insistenza dei primi giorni, da metà settimana in poi ti lasciano più in pace, ti riconoscono e ti salutano per nome appena ti vedono da lontano (ovviamente sempre sperando di piazzarti qualcosa) ma alla fine finisci per affezionarti. Noi abbiamo fatto amicizia con Lukas e Francesco. Altra cosa buffa, conoscono tutti l’italiano e si fanno chiamare con nomi d’arte (Pino Daniele, Remo della Barca, Bacardi, Pecorino Sardo ecc ecc). Tengo a precisare che i masai che ci sono in spiaggia ovviamente non sono dei veri masai… arrivano dalla terraferma (ma sempre dalla Tanzania) nel periodo, per loro, estivo con l’intento di guadagnare qualcosa con la vendita di oggetti. Facendo una passeggiata sulla spiaggia notiamo un babbuino incatenato ad un albero, mi ha fatto molta tenerezza e tanta tristezza (odio quando vengono sfruttati gli animali a scopi turistici) però fortunatamente nei giorni successivi non l’ho più visto quindi probabilmente lo tenevano libero da qualche parte (o almeno questo è quello che mi piace credere). A pomeriggio inoltrato è successa una cosa curiosa sulla spiaggia: è passata una mandria di mucche, tutte quasi perfettamente in fila indiana… che tenere!

A fine giornata rientriamo in camera dopo aver prenotato ben 4 escursioni con Bacardi (che fa parte del gruppo di Ali Boni molto conosciuto a Zanzibar per le escursioni) a 150 dollari a testa (circa 110€), risparmiando ben 65€ a testa rispetto alle escursioni organizzate dall’albergo.

Mercoledì 26 Febbraio 2014: TOUR DEL NORD – TARTARUGHE MARINE A NUNGWI E SPIAGGIA DI KENDWA

Oggi pomeriggio iniziamo con la nostra prima escursione. Iniziamo con la visita al Mnarani Natural Aquarium a Nungwi dove all’interno di una piscina naturale di acqua salata vedo per la prima volta nella mia vita delle tartarughe marine alle quali diamo da mangiare della lattuga. Bacardi ci prende un cucciolo di tartaruga per fare le classiche foto di rito ma a furia di passare di mano in mano cominciava ad innervosirsi sbattendo nervosamente le pinne per cui… bentornata in acqua cucciolotta!

All’interno di questo centro di conservazione troviamo anche uno scheletro di balena con ossa composte malamente, crani di delfini e due piccoli coccodrilli, qualche varano (entrambi in gabbia) e qualche piccola tartaruga di terra. Una volta usciti passiamo a vedere uno zanzibarino che sta costruendo una barca, Bacardi ci spiega i materiali che utilizza e le tempistiche di realizzazione (circa 1 mese). Per terminare in bellezza la giornata finiamo sulla spiaggia di Kendwa che ci ha lasciato a bocca aperta, non per niente ha la fama di essere la spiaggia più bella dell’isola… Il mare è cristallino e meraviglioso, inoltre a differenza della spiaggia dell’albergo, non c’è neanche un’alga. Una volta tramontato il sole, è ora di rientrare in albergo

  • 18194 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social