Alla scoperta di Zante

Otto fantastici giorni per liberarsi da stress e negatività

  • di Simona Argento
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Per la nostra prima vacanza all'estero, io e il mio ragazzo scegliamo Zante. Da buona turista fai da te, inizio già da marzo le mie ricerche sull'isola, cerco consigli, leggo recensioni ecc... Avrò letto ogni diario di viaggio disponibile sul web:-)

Prenoto a Marzo i voli di a/r con easyjet da Milano Malpensa al prezzo di 300 euro x 2 persone con posti prenotati.La scelta dello studios ricade su Sea Side Studios situato a Tsilivi.Lo studios è a 50 metri dal mare,non potevamo scegliere di meglio! Per evitare perdite di tempo decidiamo di affittare la macchina dall'italia al costo di 280 euro x 8 giorni.

Il 9 luglio alle 11.10 decolliamo da Milano Malpensa alla volta di Zante. Siamo molto curiosi di scoprire l'isola. Atterriamo alle 14.10 (ora locale), mentre in Italia sono le 13.10. Fuori dall'aeroporto ci aspetta il tipo per la consegna della macchina. Da questo momento diamo inizio alla nostra vacanza.

Arrivati a Tsilivi, lasciamo i nostri bagagli allo studios e visto che la fame si fa sentire decidiamo di andare a mangiare,prendiamo una Pyta e una Mithos a testa spendendo 4 euro. Il locale dove ci fermiamo si chiama Gyroland e si trova sulla via principale di Tsilivi,dove c'è la fermata dei taxi.

GIOVEDì 10 LUGLIO

Sveglia presto e alle 8.30 siamo già al mare. Decidiamo di trascorerre la giornata a Tsilivi. Le spiaggie di Tsilivi sono molto belle, piene di turisti e l'acqua è trasparente e fredda. Anche oggi pranziamo con una pyta e nel pomeriggio scendiamo a visitare Zante. La città è caratterizzata da una bellissima via centrale dove ci sono negozi, bar, gelaterie e chiese. Da buoni italiani non potevamo non assaggiare il gelato da Piero's e scambiare qualche curiosità.

VENERDì 11 LUGLIO

Iniziamo la scoperta dell'isola dal nord, con tappa Alykes e la spiaggia di Xigia. Il tempo è un po' nuvoloso ma noi partiamo ugualmente. La strada per raggiungere queste spiaggie è un po contorta, caratterizzata da molte discese e salite ma nonostante tutto continuiamo. Manca poco all'arrivo quando la macchina inizia a fare i capricci,quindi il mio ragazzo preoccupato consiglia di tornare indietro. La mattinata è ormai persa, passiamo dal rental car che ha già pronta un'altra macchina. Non vogliamo perdere anche il pomeriggio quindi decidiamo di recarci a Bochali. E' un piccolo borgo situato su una collina, con viuzze strette, una chiesetta bizantina e pochi bar. Da qui è possibile vedere la città di Zante dall'alto,ammirando entrambe le coste dell'isola. Posso dire che il panorama e anche il caffè merita.

SABATO 12 LUGLIO

Già alle 8.30 il sole brucia e noi siamo in macchina in direzione Xigia. Dopo mezz'ora circa troviamo la spiaggia e parcheggiamo in una zona recintata. Per raggiungere la spiaggetta bisogna scendere delle scale e da qui la vista è già bellissima. Xigia è una piccola spiaggia di sassolini, con un acqua dai colori tropicali e molto fredda. La caretteristica principale è data dall'alta concentrazione di zolfo presente nell'acqua, in effetti appena si arriva l'odore è molto forte. Sicuramente è il posto migliore per chi soffre dall’artrite o altri dolori muscolari. Consiglio a tutti di andare ad ammirare questa bellezza.Osservando bene la mappa e dopo aver mangiato un gelato decidiamo di andare a vedere il Navagio dall'alto. Da Xigia prendiamo direzione Volimes, qui i pochi abitanti si dedicano soprattutto all'artigianato locale, tovaglie, tappeti, piatti, bicchieri decorati a mano e la vendita del loro buonissimo olio che producono loro stessi. Arrivati a Volimes seguiamo per Shipwreck. Arrivati io non sono più nella pelle e voglio subito ammirare il panorama. Non ho parole per spiegare l'emozione provata, la vista panoramica è data da un terrazzo sospeso per buona parte nel vuoto é una cosa eccezionale. Il colore dell'acqua varia dal celeste chiaro al blu intenso, niente da invidiare al colore dell'acque tropicali. La vista è come quella della cartolina. Consiglio di non perdere quest'emozione

  • 27112 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social