Zante, meraviglia inaspettata

Semplicemente bellissima, un'isola tutta da scoprire

  • di brigantino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Zante (o Zacinto) è la più meridionale delle isole ionie. E’ molto verde (io non ho mai visto così tanti olivi in tutta la mia vita), e presenta una costa molto diversificata: si va dalle spiagge di sabbia finissima, alle scogliere a picco sul mare, dai fiordi alle calette di sassolini. Non è nemmeno troppo grande, muniti di auto, tutte le destinazioni sono facilmente raggiungibili. L’isola non presenta reperti storici di rilievo, se non qualche monastero, quindi la maggior attrazione sono le spiagge.

Le spiagge sono veramente tante. Io sono stato una decina di giorni, e penso di averne visitato la maggior parte. Sicuramente le più belle. Quindi faccio un elenco di quei luoghi di questa isola meravigliosa che meritano una visita.

GERAKAS BEACH

Si trova nella parte più meridionale dell’isola, lato est. Fa parte del parco marino dove depongono le uova le tartarughe caretta caretta. La spiaggia è molto grande e l’acqua cristallina (ma questa è ovunque), inoltre ci sono molti siti dove sono deposte le uova, dai quali bisogna stare a debita distanza, Prima del tramonto chiude, per permettere alle tartarughe di arrivare indisturbate.

DAFNI

La spiaggia di Dafni è vicina a quella di Gerakas. Lì si arriva da una strada sterrata ad una taverna. Si parcheggia l’auto (parcheggio ovviamente gratis) e si possono prendere gratis pure i lettini, che sono disposti su di un prato all’esterno della spiaggia, dove anche qui stanno le uova di tartaruga. Ovviamente si può tranquillamente stare anche sulla spiaggia, e fare il bagno, facendo anche qui attenzione a non avvicinarsi troppo alle uova.

Le tartarughe sono un’attrazione dell’isola. Ovunque ci sono barche col fondo di vetro che promettono di avvistarne. La cosa non è affatto semplice. C’è chi è riuscito a vederle, chi non ne ha vista nemmeno l’ombra, chi invece ci ha fatto il bagno insieme, semplicemente noleggiando il pedalò, a 50 metri dalla riva.

Se si decide di fare un’escursione, che dovunque vi viene proposta, meglio scegliere tra quelle che portano a vedere grotte o calette nascoste, che tra quelle che portano a vedere le tartarughe…

ISOLA DI MARATHONISSI o anche isola delle tartarughe appunto, si trova di fronte al paese di Limni Keri, da dove si possono prendere dei taxi boat, oppure noleggiare una barca per raggiungerla. Noi abbiamo trovato più conveniente partire dalla spiaggia di Agios Sostis, proprio di fronte all’isolotto omonimo, così abbiamo potuto navigarvi intorno e risparmiare 10 euro sul prezzo finale. Comunque il servizio di taxi boat per 4 persone costa una trentina di euro. Ti portano e poi decidi a che ora farti tornare a prendere. L’isola è molto bella. E’ possibile stare solo su un’area delimitata (sempre per via delle solite tartarughe), e non si può camminare all’interno dell’isola, in quanto privata e comunque priva di sentieri. La spiaggia è comunque spettacolare. Unico neo le decine di barche ormeggiate, soprattutto su un lato della spiaggia pare di stare al Gombo. Merita comunque davvero trascorrere una giornata qui.

SPIAGGIA DI MARATHIA

Una tranquillissima spiaggia di sassolini posta all’estremità sud ovest dell’isola. Relax assoluto. Si parcheggia la macchina, si scende una ripida discesa a piedi, e dopo aver affittato dal greco della spiaggia l’ombrellone e i lettini alla modica cifra di 7 euro, ci si gode una delle zone più tranquille di tutta l’isola. Qui non ci sono bar o taverne nelle vicinanze, quindi occorre portarsi da bere e da mangiare

  • 58830 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social