“Socotra: il paradiso di Allah”

Questo racconto è il proseguimento di: “In viaggio con Mohammed”. Dopo aver trascorso tre bellissime settimane girando gran parte dello Yemen, atterriamo a Socotra con un volo interno da Sana’a. L’isola si trova nell’oceano indiano a circa 500 km a ...

  • di pacam70
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Questo racconto è il proseguimento di: “In viaggio con Mohammed”.

Dopo aver trascorso tre bellissime settimane girando gran parte dello Yemen, atterriamo a Socotra con un volo interno da Sana’a.

L’isola si trova nell’oceano indiano a circa 500 km a sud-est della terraferma, appartiene allo Yemen, ma morfologicamente è molto diversa, lunga 142 km e larga 40 con una superficie di circa 3650kmq si riserva l’appellativo di: paradiso endemico.

Le montagne raggiungono i 1500 mt, con gole profonde, molte sono le grotte ancora inesplorate, la vegetazione è particolare e unica al mondo, il mare è cristallino con spiagge bianchissime e alte dune, delfini, tartarughe e pesci tropicali sono i protagonisti di questi fondali.

Qui la natura ha dato il meglio di sé: ogni albero, pianta, roccia o animale è in perfetta simbiosi, tanto da apparire come un giardino dell’Eden.

Sull’isola è presente il Socotra Conservation and Development Programme (SCDP) a difesa e tutela del patrimonio naturale, sono molti i ricercatori che vengono qui per studiare la sua particolare vegetazione endemica.

L’isola di Socotra è talmente bella, incontaminata, con aree naturalistiche d’incomparabile bellezza, tanto, da poter essere definita l’ultimo paradiso per i naturalisti.

Fortunatamente il turismo non è molto, si può girare a bordo di un 4x4 dormendo nelle aree prestabilite per il campeggio e facendo qualche sosta intermedia nella capitale Hadibu.

25/01/2008 Hadibu-Ayhaft- Dilisha In aeroporto ad attenderci ci sono, Shaya e Ali, saranno le nostre guide e cuochi per questa settimana.

Lasciamo il piccolo aeroporto a bordo di una Toyota Land Cruiser, il tratto di strada fino ad arrivare alla capitale Hadibu è breve, circa 12 km, costeggiamo il mare, i colori variano dal blu intenso al turchese, purtroppo non osservo molto ciò che mi circonda: sono arrabbiatissima! si è rotto il caricabatteria della mia reflex e non potendo rimediare al guasto sarò costretta a dosare gli scatti facendo fede nelle sole due batterie a me rimaste.

Hadibu si trova a nord dell’isola, è un piccolo villaggio dall’aspetto decadente e senza nessuna attrattiva.

Alloggiamo al funduq Summer Land, molto essenziale, ma pulito.

Pranziamo con Shaya e Ali in un piccolo ristorante poi a bordo della Land Cruiser ripercorriamo la strada fatta stamani, dopo poco, lasciato l’asfalto, saliamo lungo una pista fino ad arrivare ad un luogo chiamato Ayhaft: davanti a noi c’è un torrente, i monti che ci circondano sono punteggiati da Euphorbie, alberi bottiglia, dell’incenso, della mirra e altre specie endemiche.

Siamo entusiasti di questo luogo, ma non possiamo proseguire oltre, la mulattiera è impraticabile.

Un po’ amareggiati ritorniamo sulla strada per Hadibu, oltrepassiamo la capitale e dopo poco vediamo sulla spiaggia una balena morta.

Ci fermiamo incuriositi, cerchiamo di avvicinarci per quanto il nostro naso ci permette di sopportare l’odore acre che emana.

Shaya parla perfettamente l’inglese, mentre Ali solo qualche parola.

Ci raccontano che la balena si è arenata circa venti giorni fa e la sua vita si è spenta in questa spiaggia, un vero peccato per il patrimonio marino! Lasciamo la balena e proseguiamo ancora verso est fino ad arrivare alla spiaggia di Dilisha. Alla nostra sinistra il mare color turchese è spettacolare, a destra a pochi metri dalla riva c’è una grande duna di sabbia bianchissima che si appoggia delicatamente alle montagne, la spiaggia è deserta, siamo stupiti dalla bellezza del luogo

  • 824 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social