Vietnam in moto

Questo nostro resoconto di viaggio si compone di una serie di consigli pratici e di commenti sui luoghi da noi visitati.Abbiamo attraversato il paese da Nord verso Sud in 18 giorni e muovendoci sempre con voli interni e moto a ...

  • di Davide Agnoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo nostro resoconto di viaggio si compone di una serie di consigli pratici e di commenti sui luoghi da noi visitati. Abbiamo attraversato il paese da Nord verso Sud in 18 giorni e muovendoci sempre con voli interni e moto a noleggio: a questo proposito vorremmo sottolineare che guidare una moto in Vietnam è consigliabile solo ed esclusivamente a motociclisti esperti e comunque la prudenza deve essere totale e costante. Al di la di questo lo spettacolo alla guida di una moto è paragonabile ad una cartolina vivente e ad una sensazione di libertà assoluta.

Consigliamo un bagaglio molto “magro” composto in maggioranza da vestiario usa e getta di cui le nostre case sono piene (pantaloni old-style,magliette scollacciate,camicie lise e soprattutto intimo logoro) e che permette di svuotare gradualmente lo zaino con grandi vantaggi!! Non dimenticate cinghie elastiche, bandana, occhiali,guanti e sacchi per spazzatura grandi che per la pioggia sono il top.

Dovrete assolutamente comperare l’atlante stradale Vietnam-Travel Atlas nelle librerie di Ha Noi.

Un casco nuovo costa al mercato 10-15 euro ed è consigliabile (e rivendibile) dato che quelli a noleggio sono dei focolai di pidocchi...Provare per credere!! 15-16/02/2005 HA NOI – MAI CHAU Con un ottimo ma caro volo Thai arriviamo ad Ha Noi in mattinata e con un bus pubblico ( circa 30 centesimi a persona) ci portiamo in prossimità del centro dove alloggiamo all’ Hotel Dan Chu (45 U$) stanza piu che discreta con bagno e colazione dopo di che partiamo a piedi per il centro; il primo giorno risente degli effetti del viaggio e lo stordimento ci limita parecchio. In serata dopo una cena in un locale tipico e un canonico spettacolo delle marionette sull’acqua (carino) decidiamo di cercare una moto a noleggio per il giorno dopo e lasciare subito la metropoli per le montagne del nord.

In un’agenzia del centro storico scegliamo una vecchia moto russa, la mitica MNHCK (si dice minsk) 125 cc. Due tempi: se avete tempo guardate in piu agenzie e provate le moto per evitare brutte sorprese ( in Vietnam bisogna togliersi dalla testa tutte le nostre convenzioni occidentali, quando paghi hai diritto a vedere,provare,rifiutare o accettare cio che si desidera).

Controllate bene i pneumatici, le luci e i freni!!! Per il resto affidatevi alla sorte e soprattutto alle onnipresenti “officine” che troverete anche nel piu sperduto paesino montano.Fate il pieno con regolarità e se siete in riserva la regola è fermarsi e chiedere XANG (benzina) che trovate anche dal macellaio.

Comunque basta con le premesse, un colpo deciso alla pedivella e partiamo; Ore 16, il traffico di Ha Noi è difficilmente spiegabile: visto da fuori sembra inavvicinabile ma una volta infilati nel serpentone e prese le misure si và!! I motorini costituiscono il 99% dei mezzi circolanti e se ne vedono di tutti i colori.

Lo smog è terribile e una bandana per “filtrare” risulta piacevole, cerco di capire come si guida cosi incollati e nell’anarchia piu totale, la prima regola è niente manovre brusche e ad ogni incrocio i quattro formicai di persone si fondono in un groviglio di clackson e veloci sguardi a segnare le regole di un codice stradale non scritto.

Mano a mano che ci allontaniamo dal centro il traffico diventa meno bestiale ma la tensione rimane alta e lo sguardo vigile perchè iniziano i problemi di convivenza con camion e autobus per i quali noi non esistiamo.

E’ passata un’ora e stiamo viaggiando in campagna sulla statale diretti a ovest, mi rilasso un poco (buche permettendo), imposto la Minsk a 40-50 kmh e cerco di prenderci confidenza

  • 12576 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social