Cyclo: 24 giorni fra vietnam e cambogia

24 GIORNI IN VIETNAM E CAMBOGIA (7 Agosto – 31 Agosto 2004) CYCLO Premessa L’inverno, si sa, è lungo e questo del 2004 lo è stato in modo particolare. Alla fine di Febbraio avevo due possibili mete per Agosto: Namibia ...

  • di Marco 18
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

24 GIORNI IN VIETNAM E CAMBOGIA (7 Agosto – 31 Agosto 2004) CYCLO Premessa L’inverno, si sa, è lungo e questo del 2004 lo è stato in modo particolare. Alla fine di Febbraio avevo due possibili mete per Agosto: Namibia e Rajasthan. I miei compagni di viaggio accolgono positivamente l’idea delle destinazioni, e con l’immancabile entusiasmo, mi metto al lavoro e in due settimane ho già pronto l’itinerario namibiano, con tanto di prenotazioni aeree, lodge auto e costi.

Nonostante l’apprezzamento del programma il costo è troppo alto e la meta africana viene scartata così come la destinazione indiana: piove troppo...! Bisogna cambiare destinazione. Prenoto voli per mezzo mondo, mi informo su costi, offerte e promozioni, ma siamo ancora troppo alti e vengono scartati Australia, Brasile e Costa Rica... Mi resta l’Oriente, ma dove? Durante il viaggio in Thailandia del 2003 ricordo il rammarico di non essere stati ad Angkor e quindi mi chiedo perché non farlo quest’anno, accostando al sito archeologico cambogiano un altro paese confinante come per esempio il Vietnam.

E così eccomi a lavorare su questo nuovo viaggio. Comincio, come al solito, dai voli per arrivare a definire un programma ed un itinerario di massima. Forse la destinazione l’abbiamo finalmente trovata ed anche le date di partenza e di rientro sono fissate. Lavoro assiduamente per la messa a punto del programma la cui prima tappa sarà la Cambogia per poi proseguire in Vietnam da Sud verso Nord; una persona mi consiglia di ribaltare completamente l’ordine e lasciare per ultima la Cambogia ed i templi di Angkor...In effetti è meglio ed è anche più pratico e cominceremo l’avventura vietnamita da Nord verso sud e concluderemo il viaggio in Cambogia.

“L’Indocina, un oriente che non è oriente, che ricordiamo solo per la violenza delle bombe americane o per l’atrocità ed i massacri dei Khmer rossi; mi affascina l’idea di visitare questi luoghi e comincio a leggere, a studiare e la mia curiosità accresce tanto più leggo.

Mi documento su usi, costumi, religione e tradizioni culinarie: un lavoro di tre mesi che non fa altro che alimentare la voglia di vedere realmente questi luoghi...E la baia di Halong come sarà? - il grande Delta del Mekong Sarà simile all’Orinoco in Sud America? - e Angkor? Sarà così imponente e suggestiva come si dice?. Ero già nato quando il generale Ho Chi Minh entrò a Saigon ed i carri armati comunisti distrussero il cancello dell’odierno Palazzo della Riunificazione, ed ero già grande per ricordare molto bene i feroci crimini di un certo Pol Pot.

Mille domande e l’impazienza di partire, ma com’è ancora lontano il 7 agosto: ho voglia di tradurre dal vivo le immagini che inevitabilmente si susseguono nella mia mente e mi chiedo se ciò che sto immaginando corrisponderà veramente a quello che i miei occhi vedranno.” ...Le tappe sono tutte pronte così come gli spostamenti, i mezzi di trasporto da utilizzare, il visto, i voli intercontinentali, le prime notti ad Hanoi e le ultime notti in Cambogia...Bisogna solo attendere la data di partenza per decollare finalmente alla volta dell’Indocina; lo spettacolo sta per iniziare ed è sempre emozionante trovarsi in un aeroporto ed imbarcarsi per una nuova destinazione, significa imbarcarsi per una nuova e sconosciuta avventura che comunque vada, arricchirà il nostro bagaglio culturale, ci permetterà di conoscere persone e luoghi, usi e costumi, insegnandoci sicuramente qualche cosa di nuovo, qualche cosa da non dimenticare, qualche cosa da raccontare, un tesoro da custodire nello scrigno dei ricordi più belli

  • 9490 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social