Nei meandri della Son Doong Cave

Una spedizione fantascientifica in uno dei luoghi più incontaminati della Terra

  • di Raizen
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

NEI MEANDRI DELLA HANG SON DOONG

Sono le 21 del 5 agosto 2016; girando su facebook mi imbatto su un link di vanilla magazine in cui si parla di una grotta dalle proporzioni mastodontiche di cui non avevo mai sentito parlare. Indeciso su cosa fare nell'estate del 2017 e sempre alla ricerca di un'esperienza forte da vivere apro il link e leggo interessato tutte le caratteristiche: fu come un fulmine improvviso che colpì la mia immaginazione. Da lì proseguii cercando informazioni sui vari reportage della national geographic, video vari, notizie utili su come organizzare questo tipo di spedizione. Non semplicissime da trovare visto che la grotta risulta aperta alle persone "normali" dal 2013 e che sono stati solo sei gli italiani (me compreso) ad averla vista e uno solo (io) ad essere uscito quest'anno (19 Luglio 2017) dal Great Wall. L'unica agenzia autorizzata dal governo vietnamita a portare turisti all'interno della Son Doong Cave è la Oxalis questo perchè nel 2012 alcuni che si avventurarono al suo interno morirono il che ha spinto il governo vista anche la posizione a regolarizzare le visite a tutela sia del territorio che di chi ha intenzione di andarci. Gli spot per la prenotazione vengono aperti all'incirca tre volte l'anno e si può effettuare direttamente sul sito dell'Oxalis http://oxalis.com.vn/ (è l'unico modo per poter prenotare un posto nelle spedizioni che via via vengono organizzate... Non ce ne sono altri) intorno alle otto del mattino ora locale (quindi segue il fuso orario della città di Dong Hoi nella regione di Quảng Bình in Vietnam) che corrisponde alle due di notte ora italiana. Oltre a dover essere molto rapidi nella scelta del giorno per la prenotazione (nel mio caso gli spot si esaurirono nel giro di due ore) per l'avvenuta conferma occorre compilare un modulo in cui l'Oxalis si accerterà delle vostre passate esperienze, capacità fisiche, eventuali problemi fisici, grado di allenamento ecc.. in quanto la spedizione nella Son Doong Cave è molto impegnativa sia dal punto di vista fisico che mentale. Il modulo da compilare è in inglese ed occorre essere molto esaustivi nelle spiegazioni che si andranno a dare alle varie domande in quanto la Son Doong Cave non è una cosa da "turisti" ma un'avventura che va presa seriamente e che se non adeguatamente affrontata può portare alla rinuncia di chi decide di viverla. (foto modulo) Il costo della spedizione è all'incirca di tremila euro in cui sono compresi i 650 euro per l'ingresso all'interno del parco nazionale. Atterrato all'aeroporto di Dong Hoi direttamente da Hanoi la sensazione che si ha è di un posto ancora lontano dalla globalizzazione in cui la gente vive al di fuori del concetto capitalista in una povertà felice e non da favelas come uno vedendo le strutture potrebbe pensare. Se ci si organizza per dormire direttamente nelle strutture dell'agenzia Oxalis si può andare nella https://chaylapfarmstay.com/ un piccolo complesso alberghiero con stanze molto grandi e comode in cui la sera prima dell'inizio del tour si affronterà il Briefing con tutti i membri del gruppo con cui affronterete l'avventura e il capo spedizione (nel mio caso Deb una signora inglese di mezza età che fece parte del gruppo della British Cave Research Association che per primi esplorarono la Son Doong Cave). Ci sarà una spiegazione del tracciato che si affronterà giorno per giorno, delle difficoltà che si potranno incontrare, un check sull'attrezzatura di base personale (scarpe adeguate, crema solare, anti zanzare, antibiotici, antidolorifici, cambi per le varie giornate ecc..) e sarà anche un modo per conoscersi e stringere amicizia con gli altri. Essendo una cosa abbastanza recente ci si troverà con persone di varie nazionalità; nel mio caso un italiano, due americani, un canadese, un vietnamita, una tedesca, due cinesi, un arabo e una slovena

  • 3877 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social