Operazione Vietnam

Tour fai da te con scalo a Guangzhou, proseguimento nel sud lungo le rive del Mekong alle altitudini di Da Lat con relax finale al mare di Mui Ne

  • di daviformia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ormai l’Asia ci ha talmente preso che siamo al quarto viaggio, stavolta scegliamo il Vietnam; poiché abbiamo solo 12 giorni a disposizione io e la mia compagna dobbiamo fare delle scelte, optiamo per Ho Chi Minh e il delta del Meckong, la zona degli altopiani con Dalat, qualche giorno al mare a Mui ne. Il visto non è obbligatorio per le permanenze inferiori a 15 giorni, da poco il Vietnam ha deciso infatti di puntare al turismo incentivando gli stranieri.

Numeri

Cambio: 1 euro=24.000 dong circa

Volo x 2 : 852 euro (China Southern)

Visto x 2: gratuito

Alloggi vari x 9 notti in camera matrimoniale: 404 dollari

Volo interno Ho Chi Min-Dalat x 2: 39 dollari (Vietjet)

Trasferimenti con auto privata: 167 dollari

Escursioni: Delta del Mekong (25 dollari a persona), tunnel di Co Chi ( 4 dollari persona),Dalat (45 dollari a persona) :148 dollari

Il viaggio:

Approfittiamo di un’offerta della China Southern con stop over a Guangzhou, il volo dura circa 14 ore con lo scalo tecnico di un’ora a Wuhan, dove costringono tutti i passeggeri a scendere coi bagagli ed a fare il controllo passaporti. Sappiate che se decidete di rimanere in Cina per un max di tre giorni non avete bisogno di nessun visto.

1 marzo: Arrivati alle 9:30 locali a Guangzhou, otteniamo il nostro prezioso Free Visa Transit e ci dirigiamo all’hotel Yiyun (30 dollari) in zona Rhene a due passi dall’aeroporto. Siamo talmente stanchi che ci buttiamo subito al letto. Nel pomeriggio decidiamo di raggiungere il centro con la metro, facciamo due passi in Beijing Road giusto per vedere un po’ il posto, ma niente ci colpisce, evidentemente il jet leg si fa sentire troppo e decidiamo di rientrare in albergo.

2 marzo: ripartiamo alle 9:30 con volo di due ore e 20 per Ho Chi Minh, passiamo il nostro controllo passaporti col visto gratuito e subito ci catapultiamo in città. Per i nostri primi due giorni scegliamo come alloggio la Guest house Saigon Inn nella zona dei backpackers in Pham Ngu Lao (2 notti 45 $), lo staff e la gentilezza di Loc, il ragazzo della reception, non ci fanno mancare niente. Usciamo tra i caratteristici vicoli della vecchia Saigon e spuntiamo al Parco 23/9, quello che ci risalta subito agli occhi è la quantità impressionante dei motorini in circolazione, tutti rigorosamente con mascherina antismog,nei lunghi viali tra l’uno e l’altro non ci passerebbe neanche uno spillo, agli incroci vale la legge del più scaltro mentre attraversare la strada diventa un’avventura. Passeggiamo nella strada pedonale dei negozi Le Loi, attraversiamo il famoso mercato di Ben Tranh e facciamo il giro tradizionale che comprende il Palazzo della Riunificazione, il palazzo delle Poste e la Cattedrale di Notre Dame. Un leggero languorino ci avverte che è ora di cena, decidiamo di provare i piatti tipici vietnamiti presso Nha Hang Ngon in Pasteur street e non ce ne pentiamo.

3 marzo: oggi sveglia alle 7 per il tour sul Mekong. Dati i tempi ristretti ci interessava il tour di un giorno , avevamo contattato diverse agenzie per alcuni preventivi ed abbiamo optato per Meckong Delta Tourism chiedendo di essere aggiunti a qualche gruppo, dobbiamo dire che sono stati molto gentili e disponibili inserendoci nel tour per Cai Be e Vinh Long (25 $ a persona). Dopo 3 ore di bus da Ho Chi Minh giungiamo al porto di Cai Be, una città situata nel delta del Mekong che si sviluppa lungo uno dei suoi tanti rami, ci imbarchiamo su una piccola motonave. La gita prevede delle soste per lo più piacevoli ed azzeccate a mercati locali, breve tappa a baracche dove si svolgono attività artigianali quali la produzione di caramelle al cocco , distillati di grappa di riso, piadine di riso e caramellati di riso. Percorrere su una barca il Mekong ci lascia una particolare sensazione di meraviglia per la vasta grandezza del fiume e per il traffico di imbarcazioni che vi si svolge, il fiume è infatti una gigantesca via d’acqua utilizzata per trasportarvi di tutto

  • 8960 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social