Vietnam, da Nord a Sud

Volo della Cathay Pacific, via Hong Kong Voli interni con Vietnam Airlines Visto rilasciato direttamente all’arrivo con un costo di 25$ + 15$ per il modulo consolare ricevuto via mail dall’agenzia di Hanoi. Le nostre guideerano in lingua francese, quelle ...

  • di helene2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 
Annunci Google

24dic

Siamo arrivati a fine mattinata e ad accoglierci c’era la nostra guida Cuong. Ad Hanoi l’aeroporto dista circa 35km, ma ogni spostamento richiede molto tempo per via dell’intenso traffico. Abbiamo alloggiato al Paradise Hotel sito nel vecchio quartiere è sicuramente il luogo ideale per soggiornare ad Hanoi perché situato nella parte più affascinante della città con le sue abitazioni alte e strette, l’innumerevole quantità di negozi che offrono prodotto di tutti tipi. Le strade di Hanoi sono animate sia di giorno che di notte, con una quantità incredibile di motocicli che invadono le vie a suono di claxon. La città è molto pittoresca, s’incontrano ancora donne e uomini che trasportano le merci con un asta sulla spalla cappello da risaia in testa, facendosi strada sui marciapiedi invasi da “ristoranti” improvvisati dove i locali mangiano a qualsiasi ora del giorno seduti su sgabelli e tavolini bassi.

La città è risultata essere molto sicura, come tutto il resto del paese e con una piantina è stato molto facile spostarsi a piedi. La moneta locale è il Dong, ma sono molto apprezzati i dollari pur che siano assolutamente nuovi, al minimo segno di usura vengono rifiutati anche in banca o cambiati a tasso molto basso. Hanoi non ha molti edifici storici da visitare, è forse più affascinante perdersi per le strade e nei mercati per osservare la vita frenetica della città. Noi abbiamo visito al nostro arrivo il lago della spada restituita e della tartaruga gigante ed il tem spiega non soltanto le differenza climatiche con temperature pio NgocSon che sorge su un isoloto raggiungibile attraversando un ponte di legno rosso. Abbiamo concluso il pomeriggio con giro del vecchio quartiere in cyclopuss. Per cena abbiano scelto il ristorante Koto, una scuola di cucina no profit per ragazzi disagiati. Il Vietnam è pieno di questi locali, si mangia solitamente molto bene, spendendo cifre modiche (noi abbiamo speso 30$ in due)

25dic.

La mattinata è stata dedicata alla visita del Mausoleo di Ho chin Min e delle sue abitazioni che si trovano a pochi passi dallo stesso, con il lago e la casa in legno su palafitti. Siamo andati al tempio del genio del nord, costruzione originale del 1200 molto bene conservata, dopo di che abbiamo visitato il tempio della letteratura, che rende omaggio alla conoscenza e Confucio, è una bellissima struttura articolata in cinque parti che comprende la prima facoltà di Hanoi. Nel pomeriggio abbiamo visitato la prigione Maison Centrale dove venivano rinchiusi e torturati i prigionieri dei coloni francesi e in seguito militari americani. Abbiamo concluso la giornata con la visita della pagoda della difesa sulla riva del lago. Siamo andati a piedi fino al mercato di Dong Xuan che comprende una parte coperta e no, i mercati sono sempre un modo molto interessante per prendere conoscenza con il paese, per questo motivo cerco di non perderne mai uno. In fine siamo andati a cena al ristorante Little Hanoi indicato dalla guida, cibo ottimo per 6€ in due incluso bevande! La cucina è molto vicina a quella cinese come del resto l’architettura e costumi (mille anni di dominio Cinese hanno senz’altro lasciato delle tracce indelebili). Dopo cena siamo andati alla stazione di Hanoi per prendere il treno delle 20.30 in direzione delle montagne del nord, il viaggio dura una notte per percorre 350km, i mezzi sono puliti e abbastanza confortevoli.

26 dic.

Siamo arrivati alle 5.30 del mattino alla stazione di Lao Cai che si trova a solo 2km dalla frontiera con la Cina. Sapa si trova a 1600 m di altitudine ed è necessaria 1 ora in macchina per raggiungerla (35km). Mi sono rivolta ad una agenzia di Sapa per andare al mercato di Ba cha, che si svolge ogni domenica e che merita assolutamente i 120km e le 2.30 di macchina. In questo mercato s’incontra la tribù dei Mhong Fioriti, dall’abito tradizionale coloratissimo; qui si può assistere allo smercio di animali come i bufali e cani al cibo e i manufatti tale ricami o tessuti fatti a mano. La temperatura era di 3 gradi al nostro arrivo e abbiamo scoperto che gli alberghi non possiedano un sistema di riscaldamento, solo una coperta elettrica e una minuscola stufina per il bagno…. Al nostro ritorno siamo andati a cena nel centro di Sapa, è una piccolissima cittadina di montagna, ex zona di villeggiatura dei coloni francesi, è molto tranquilla e piena di ristoranti. Abbiamo passato una notte glaciale all’hotel Holiday Sapa

Annunci Google
  • 3860 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social