Vivere Saigon

Sono stato ad Ho Chi Minh city in Vietnam una settimana per lavoro, ma pur viaggiando per affari ho cercato il tempo per approfondire la conoscenza dei luoghi che ho visto e soprattutto per guardare anche il lato meno turistico ...

  • di Giando Conv
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Per un caffè pomeridiano o una crepe franco-vietnamita vale la pena cercare La Fenêtre Soleil. In effetti è letteralmente camuffato da un ingresso che sembrava quello di un bagno pubblico abbandonato, tutto l'arredamento di questo locale è fatto da materiali trovati per strada inclusi i pavimenti. Davvero un chicca. Per i più goderecci e ballerini consiglio il Maxim’s una discoteca soft in centro frequentata da benestanti saigonesi. Chi preferisce bere una birra o, come si usa a Saigon, un’intera bottiglia di cognac Hennessy, merita una visita il Seventeen un american bar lungo il fiume Saigon in centro dove si esibiscono gruppi dal vivo filippini. Chi ha la fortuna di uscire da Saigon andando verso sud, si imbatterà nel fiume Mekong (o dovrei chiamarli "i fiumi Mekong", visto che non sono riuscito a capire quante ramificazioni abbia prima di abbracciare il mare), che è davvero la fonte di ricchezza e sostentamento del popolo del delta: gli dona argilla per costruire le loro case, acqua da bere, campi fertili per piantare il grano e seppellire i morti (ebbene si...In Vietnam, secondo esportatore al mondo di riso, i morti si seppelliscono nelle risaie), frutteti e foreste per farci mobili e capanne. Le ramificazioni del delta del Mekong sembrano le dita d'acqua di un'enorme mano. Una mano che accoglie e sostenta milioni di sfortunati ma dignitosissimi amici viet.

Andare a Saigon, o forse dovrei dire di andarsi a cercare a Saigon, è un’esperienza di vita. È una città in cui l’asiaticità ti trascina e la cui umanità ti fa guardare dentro. Purtroppo temo che la città conserverà la propria identità ancora per poco, disposta com’è a fare commercio di sè e a mercificare tutto. Sarebbe un peccato...E il dio dollaro avrebbe piegato l’orgogliosissimo popolo vietnamita con 30 anni di ritardo.

  • 14163 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social