Viaggio tra Vienna e Bratislava

Tour in due belle capitali mitteleuropee

  • di giudisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Vienna-Bratislava (2-9 agosto 2017)

1° giorno

Finalmente si parte. Volo Ryanair da Orio al Serio per Bratislava (andata e ritorno costo € 145,00 in due). Scegliamo l’aeroporto di Bratislava perché i voli per Vienna con Austrian Airlines da Milano Malpensa costavano il doppio. Si parte con mezz’ora di ritardo ma va bene. Arrivo a Bratislava alle 15,30. Essendo Vienna la prima destinazione aspettiamo il bus Flixbus diretto a Vienna. Partenza alle 17,00 e arrivo alla Stazione autobus di Vienna in Erdbergstrasse alle 18,15. Dalla stazione prendiamo la metro linea 6 (prima facciamo il biglietto di 72 ore costo € 16,50, conviene) e poi cambiamo linea 1 che ci porta a 100 metri dall’Hotel Atlantic. Il tempo di fare il check-in (alla reception ci accoglie Serena, italiana) e di sistemare i bagagli e poi riprendiamo la metro scendendo in Herrengasse, vicino l’Hofburg. Di sera illuminato è splendido. Ci dirigiamo verso il Museum Quartier, il polo museale della città, uno dei più grandi del mondo, la piazza interna è piena di gente seduti ai tavoli a consumare la cena o a bere un drink. Torniamo verso il centro al Graben (la via più elegante della città) dove consumiamo una birra al chiosco di panini e poi in hotel.

2° giorno

La camera è accogliente così come la sala colazione dove, però, prevale il salato, ma non è un problema: il cappuccino non manca. Il programma prevede la visita al Palazzo di Schonbrunn, la residenza estiva degli Asburgo. Arriviamo con la metro e scendiamo alla stazione omonima. Alla biglietteria c’è un pò di fila che smaltiamo in circa 20 minuti. Decidiamo di fare il Sissi ticket (costo 29,90€ a persona) che comprende la visita al palazzo completa di audioguida, la visita al Museo delle argenterie e al Sissi museo entrambi all’Hofburg (sempre con audioguida), e, infine, il Museo del mobile che si trova un pò più lontano. Con questo ticket si salta la fila d’ingresso e così entriamo cominciando la visita che segue un percorso preciso per le 40 stanze. Il palazzo è splendido (non si possono fare foto purtroppo), gli appartamenti di Sissi sono più ricche di quelli di Francesco Giuseppe. L’unico disagio è il caldo data l’assenza di climatizzatori (ci hanno spiegato che potrebbero danneggiare le decorazioni murali e gli arazzi). Usciti dal palazzo ci dirigiamo verso i giardini nonostante il caldo torrido (38°, da morire). Per fortuna c’è una fontana di acqua potabile fresca dove dissetarsi e rinfrescarsi (ne troveremo anche in centro, al Graben e di fronte il Neuburg). L’ultima tappa è la Gloriette, posta nella parte alta del parco e distante dal palazzo più di 1 km. Il percorso è in salita e sotto il caldo asfissiante è una gran fatica. Però arrivati si gode una incantevole vista panoramica della città. Finita la visita riprendiamo la metro per andare all’Hofburg, fermata Herrengasse. Prima visitiamo il Museo delle argenterie (in effetti sono più ceramiche), molto interessante, e poi il Sissi musem, tutto dedicato all’imperatrice Sissi, dove attraverso il percorso guidato viene illustrata la sua reale vita, molto diversa da quella romanzata ed enfatizzata nei famosi film interpretati da Romy Schneider. Un po’ stanchi (il caldo è incredibile) torniamo in albergo a rinfrescarci. La sera decidiamo di cenare panini con salsicce nel Wursteland Bitzinger di fronte al Museo Albertina (uno dei chioschi più famosi di Vienna). Due panini e una birra Gosser al costo di 14€. Poi andiamo a piedi in centro e da lì con la metro andiamo verso il Danubio, fermata Donauinsel. Una breve panoramica del Danubio by night e poi in hotel

  • 890 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social