Partenza il 2/9/2016 · Ritorno il 4/9/2016
Viaggiatori: 4 · Spesa: Fino a 500 euro

Guten tag Vienna

di Elisina021 - pubblicato il

Abbiamo scelto di concederci un fine settimana di fine estate, insieme ad una coppia di nostri amici, nella capitale austriaca, Vienna. Siamo partiti in auto a mezzanotte di venerdì 2 settembre. Abbiamo preso l'autostrada a Imola e dopo circa 8 ore e mezza siamo arrivati a destinazione. Abbiamo cercato subito l'appartamento che avevamo già prenotato, il City-Apartments Langegger (164 € per due notti). Ci ha accolto Petra, la padrona di casa, che stava finendo di pulire l'appartamento, così abbiamo lasciato l'auto davanti al palazzo (8 € per la giornata di venerdì) e ci siamo incamminati verso lo Schloss Schonbrunn. Davanti a noi ha preso forma questo immenso palazzo. Abbiamo scelto di fare il biglietto per l'Imperial Tour ( 53,20 € per quattro persone), che ci ha dato la possibilità di vedere 22 stanze del palazzo, alcune delle quali davvero incantevoli e maestose. Finito il tour abbiamo fatto una passeggiata nei meravigliosi giardini che circondano il palazzo e in lontananza sulla collina c'era la Gloriette che troneggiava. Il sole era alto in cielo e il caldo si faceva sentire! Abbiamo scelto di andare alla fermata della metro, dove abbiamo fatto il biglietto valido 48 ore per tutti i mezzi ( 53,20 € per quattro), e ci siamo diretti a Karlsplatz. Arrivati nella piazzetta c'era la Karlskirche, una chiesa davvero imponente dall'esterno. Visto che eravamo nei pressi dello Schloss Belvedere, abbiamo pensato di fare una passeggiata per i suoi giardini, ovviamente anche questi erano curati nei più minimi dettagli. Visto che eravamo accaldati e stanchi, ci siamo concessi una pausa gelato! Riprese le forze ci siamo spostati verso il centro con la metro. Ovviamente la strada del centro era piena di negozi e brulicava di gente. Arrivati davanti allo Stephansdom, abbiamo deciso di entrare per vederlo al suo interno e ne siamo rimasti colpiti per la sua bellezza. Anche se eravamo stanchi per la levataccia, ci siamo diretti al castello di Hofburg, il più maestoso di tutti, dove abbiamo preso il biglietto per vedere il Museo di Sissi e i Kaiserappartements ( 51,60 € per quattro). Il museo di Sissi non ci ha entusiasmato molto, anche se abbiamo potuto apprendere che la vera Sissi non era quella dipinta nei film, ma in realtà era una persona cupa e solitaria non molto amata dalle persone. Mentre i Kaiserappartements ci sono piaciuti molto. Ci siamo spostati verso il Parlamento e siamo arrivati fino al Rathaus, ma purtroppo la facciata principale era coperta da un maxi schermo, così abbiamo raggiunto la Votivkirche che da lontano ci aveva affascinato. Ripreso la metro ci siamo fermati al Museumquartier per dare un'occhiata dal di fuori alla zona dei musei di arte moderna come il MUMOK. Vista la nostra stanchezza, siamo rientrati in appartamento per farci una doccia, cenare e finalmente dormire!

SABATO 3 SETTEMBRE

Al mattino, dopo colazione, ci siamo diretti verso la UNO City, la zona dei grattacieli, dove attraversando un parco si arriva alla Torre del Danubio, una torre radio dove prendendo l'ascensore ( biglietto cumulativo torre+riesenrad 54 € per quattro), si arriva ad una piattaforma panoramica da cui si gode della vista di tutta la città. Ritornati alla metro ci siamo concessi uno spuntino e ci siamo diretti al Prater. Il Prater è un parco giochi permanente dove per entrare non si paga nulla, si pagano solo le attrazioni che si vogliono fare. Visto che avevamo già il biglietto, ci siamo diretti alla ruota panoramica, la più antica d'Europa. Il giro è durato circa 20 minuti e anche da qui si ha una bella veduta della città. Come se fossimo dei bambini piccoli ci siamo fatti un giro tra le giostre e ci siamo fatti prendere dall'entusiasmo, così abbiamo fatto una corsa sul calcinculo gigante alto circa 120 metri (20€ per quattro)! Siamo saliti su in alto nel cielo e con l'aria tra i capelli vedevamo tutta la città ai nostri piedi! E' stato come tornare indietro nel tempo! Abbiamo preso poi il tram per arrivare all'Hundertwasserhaus, uno stabile residenziale costruito dall'architetto Hundertwasser che amava i colori sgargianti, le linee curve e tutto ciò di non convenzionale. Purtroppo non si può visitare al suo interno, ma se ne può avere un assaggio passeggiando tra i negozi di souvenirs e i caffè situati di fronte.

Ci siamo spostati al Naschmarkt, il mercato più grande di Vienna, dove si può trovare di tutto, dal vestiario al cibo e noi ci siamo proprio immersi nella miriade di bancarelle che vendevano ogni genere di cibo, restando ammaliati dagli odori e dai colori! Era metà pomeriggio e un languorino si faceva strada nei nostri stomaci, così ci siamo messi in fila davanti al Cafè Sacher per assaggiare una fetta della famosissima torta Sacher! Seduti nell'elegante e raffinato Cafè abbiamo potuto assaporare questo piccolo capolavoro! Se non fosse stato per il prezzo ( 6,5 € a fetta ) sicuramente ne avremmo ordinato ancora! Con la pancia piena ci siamo incamminati verso l'Ankeruhr, un orologio dove al cambiare di ogni ora si possono vedere le statue al suo interno che si muovono. Vista l'ora, siamo rientrati in appartamento per una doccia e siamo usciti di nuovo per cenare in centro. Ci siamo fermati al Bitzinger Wurstelstand ad Albertinplatz per un mega hot-dog da leccarsi i baffi! Visto che non eravamo ancora pieni ci siamo diretti al Prater e ci siamo fermati in uno dei tanti localini per mangiare una schintzel ( cotoletta) con patatine . Visto che avevamo girato tutto il giorno abbiamo deciso di rientrare in appartamento per riposarci.

DOMENICA 4 SETTEMBRE

Al mattino abbiamo fatto colazione, sistemato i bagagli in auto e salutato Petra. Prima di lasciare Vienna, siamo andati nel quartiere di Grinzing. Questo quartiere è situato nelle prime colline fuori dalla città e ci sono tanti localini per mangiare e bere vino. Dopo una breve passeggiata, siamo saliti in auto per prendere la direzione di casa. Verso l'ora di pranzo abbiamo fatto una piccola sosta a Graz. Abbiamo fatto una passeggiata per il centro che è molto grazioso e ci siamo presi l'ultimo hot-dog prima di proseguire il nostro viaggio. Rientrati in Italia abbiamo trovato un po' di traffico in autostrada ma siamo riusciti a essere a casa per l'ora di cena.

Vienna è una città a misura d'uomo, elegante e pulita. Vale davvero la pena di essere visitata, anche solo per la torta Sacher e gli hot-dog giganti!

di Elisina021 - pubblicato il