Sorprendenti Balcani - Road Trip 2017

Viaggio nei Balcani alla scoperta di bellezze naturali, monumenti UNESCO e della storia recente attraversando Macedonia, Serbia, Bosnia, Croazia, Montenegro, Albania, Kosovo e Bulgaria

  • di Schlauchen
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo è il diario del nostro viaggio per i paesi balcanici nel agosto 2017.

Inizierò con la rotta in breve e un po’ di consigli utili, come preparare il viaggio etc., e chi ha più tempo e voglia può leggere il diario completo in seguito.

La rotta era questa:

30.07. volo Norimberga - Skopje

31.07. visitare Skopje

01.08. strada Skopje - Belgrado via “Valle del Diavolo” (Davolja Varos)

02.08. Belgrado

03.08. strada Belgrado - Srebrenica memoriale - Sarajevo

04.08. Sarajevo città, visita guidata

05.08. giro sulla montagna “Trebevic”, tunnel museum

06.08. strada Sarajevo - Konjic - Mostar - Blagaj - Kravica - Neum

07.08. Neum - Dubrovnik, visitare Dubrovnik

08.08. Dubrovnik - Perast - Kotor

09.08. Budva - Shkodar (Albania) - Zabljak

10.08. Tara Canyon

11.08. Zabljak - Pec - Decani - Prizren - Pristina (Kosovo)

12.08. visitare Pristina, Gracanica, Bear Sanctuary, andare a Skopje

13.08. notte: Skopje - Sofia, visitare Sofia

14.08. volo Sofia - Norimberga

Considerazioni sulla rotta

I punti fissi da visitare per noi erano Sarajevo, Belgrado e il Kosovo. Siccome ci interessiamo molto per i patrimoni Unesco volevamo includere anche Dubrovnik e Kotor - e così il cerchio della rotta era già fatto.

Molto più difficile definire il giro preciso:

Perché abbiamo iniziato il giro a Skopje

Nè la mia macchina tedesca nè la macchina italiana del mio ragazzo hanno la copertura per l’Albania e il Kosovo. Anche se si può comprare l’assicurazione aggiuntiva in Italia o al confine, abbiamo preferito non fare il giro con la propria macchina.

Abbiamo contattato tantissimi autonoleggi a Sarajevo, Belgrado, Sofia e Skopje. Impossibile trovare qualcuno a Sarajevo o a Belgrado che permetta il Kosovo. A Sofia c’è apparentemente qualche autonoleggio piccolo che lo permette, ma in caso di problemi con la macchina (come successo a noi in Messico) preferiamo noleggiare da una delle grandi catene. Quindi rimaneva solo la Macedonia dove tutti permettono sia il Kosovo sia l’Albania. Da Avis il permesso costa 10 euro per ogni paese, da Hertz era gratuito, quindi abbiamo noleggiato da Hertz. La macchina ci è costata circa 800 euro (assicurazione super-cover), a Belgrado o Sarajevo avremmo pagato solo 500 euro - ma tralasciare il Kosovo non era un’opzione per noi.

I confini del Kosovo

Basta googlare per 5 secondi per capire che non si entra in Serbia dal Kosovo (nell’altra direzione nessun problema). Inoltre spesso la Serbia cancella il timbro del Kosovo, ma ce lo volevamo tenere come souvenir - quindi era chiaro per noi di fare il giro in senso antiorario, con il Kosovo alla fine. Chi non si interessa per timbri sul passaporto può comunque comodamente entrare in Serbia con la carta d’identità.

Il problema “turisti di crociera” a Dubrovnik

Un amico ci aveva detto che Dubrovnik può essere piena di gente quando arrivano le grandi navi da crociera. Sul sito web del porto di Dubrovnik c’è un bel elenco excel che indica il numero di passeggeri per ogni giorno dell’anno. Possono essere solo 82 turisti, 700 (il giorno quando c’eravamo noi) o oltre 6.000… e se con i “nostri” 700 turisti di crociera (ai quali si aggiungono i turisti che vengono in macchina) la città era già piena, non voglio neanche sapere come sia in un giorno con 6000 persone.

Perché la “coda” per Sofia alla fine

Semplicemente perché il volo Wizzair da Sofia parte un giorno dopo rispetto a quello da Skopje, così potevamo allungare le ferie un pochino :)

Consiglierei questa rotta ad altri viaggiatori?

Onestamente non lo so. Questa rotta include il top dei paesi balcanici (tranne la Slovenia e il nord della Croazia che conoscevamo già) ed è troppo lunga per 2 settimane, probabilmente non basterebbero nemmeno 4 settimane. Diciamo che abbiamo visto “un po’ tutto e un po’ niente”. Per farsi un’idea il giro è buono, per conoscere i paesi definitivamente no.

Nel giro manca più tempo a Belgrado e Kotor, Novi Sad, Visegrad, Studenica, le isole davanti a Dubrovnik, Rugova Canyon in Kosovo, Lago Ohrid (super consigliato da tutti), tantissimi monasteri lungo la strada in Serbia, camminare nel Durmitor NP etc.

Cosa fare prima delle vacanze

Studiare l’alfabeto, a lingua e la storia. Ecco perché:

Alfabeto

In Serbia, Macedonia e Bulgaria usano l’alfabeto cirillico. C’è un alfabeto “base” e ogni paese ha poi alcune lettere “proprie” extra. Bastano due ore per impararlo bene. Io ho imparato l’alfabeto russo (semplicemente perché è più facile trovare siti web per il russo che per il serbo). Non è necessario sapere il cirillico, i cartelli stradali sono tutti anche in lettere latine. Però è bello fermarsi delle volte e leggere - a velocità di un bambino in prima classe - un’insegna sotto una statua, un cartello di pubblicità o anche solo “posta”. E che soddisfazione quando ho letto “sok od jabuka” e sapevo anche cosa fosse (succo di mele)!

Lingua

Quasi ovunque la gente parla un inglese molto molto buono, probabilmente anche dovuto al fatto che i film nella TV hanno solo i sottotitoli, ma non sono doppiati. Quando ho provato a comprare una bottiglia d’acqua a Belgrado in serbo, mi hanno subito risposto in inglese. L’unico posto dove il serbo è servito veramente era nella Serbia rurale ed a Zabljak / Montenegro (non so perché, ma lì i vecchi non parlano l’inglese, nemmeno i camerieri).

Comunque sono contenta di aver studiato un po’ di serbo: dieci lezioni tramite un app, i numeri (purtroppo solo fino a 99, sarebbe utile saperli fino a 1000 siccome il dinaro serbo vale poco e spesso abbiamo i prezzi attorno ai 300 RSD), e un po’ di grammatica e declinazione, l’uso di “li” etc. Non so, mi pareva che la gente fosse subito più gentile / aperta dopo il mio “Govorite li engleski?” (“Parla l’inglese”) o semplicemente un bel “Dobar dan”

  • 3007 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social