Verona, città romantica

di INK - pubblicato il

"Non esiste mondo fuori dalle mura di Verona. Fuori c’è solo il Purgatorio, il Tormento, l’Inferno. Chi è bandito da qui è bandito dal mondo e l’esilio dal mondo è la morte… qui dove vive Giulietta è il Paradiso" scriveva William Shakespeare in una delle sue opere più celebri, Giulietta e Romeo. In effetti, la città veneta con i suoi duemila anni di storia ha molto, moltissimo da offrire, e non solo agli inguaribili romantici.

Visite a un euro

Con un’accortezza: non è una destinazione economica, ma con qualche dritta ci si può comunque regalare un weekend senza rinunce. Innanzitutto, è imperdibile almeno uno sguardo alla casa di Giulietta e al suo balcone, dove la ragazza si affacciava per parlare con il suo amato Romeo: un’occhiata dall’esterno non costa nulla, ovvio, ma se volete visitarla l’ingresso costa 6 euro. Conviene perciò programmare un fine settimana che comprenda la prima domenica del mese, quando il biglietto è scontato a 1 euro (http://portale.comune.verona.it). Imperdibili, poi, l’Arena (anche qui, la prima domenica del mese, tranne che in estate costa 1 euro), la medievale Torre dei Lamberti che domina la città e le Arche Scaligere (il complesso funerario della famiglia degli Scaligeri, ingresso gratuito). Per ottimizzare la visita, risparmiare qualcosa, conviene acquistare presso le tabaccherie e gli uffici di promozione turistica la Verona Card: per un’intera giornata costa 10 euro (15 euro per 3 giorni) e dà diritto al libero accesso ai musei, monumenti e chiese e consente l’uso dei mezzi pubblici cittadini. Per bere qualcosa, o prendere un caffè, fate rotta su Mezzaparte, locale storico nelle centrale piazza delle Erbe: autentica istituzione cittadina.

di INK - pubblicato il
Parole chiave: , ,