Verona, città romantica

Oltre alla tappa d'obbligo al balcone di Giulietta, c'è molto da vedere. Prestando attenzione alle date

  • di INK
    pubblicato il
 

"Non esiste mondo fuori dalle mura di Verona. Fuori c’è solo il Purgatorio, il Tormento, l’Inferno. Chi è bandito da qui è bandito dal mondo e l’esilio dal mondo è la morte… qui dove vive Giulietta è il Paradiso" scriveva William Shakespeare in una delle sue opere più celebri, Giulietta e Romeo. In effetti, la città veneta con i suoi duemila anni di storia ha molto, moltissimo da offrire, e non solo agli inguaribili romantici.

Visite a un euro

Con un’accortezza: non è una destinazione economica, ma con qualche dritta ci si può comunque regalare un weekend senza rinunce. Innanzitutto, è imperdibile almeno uno sguardo alla casa di Giulietta e al suo balcone, dove la ragazza si affacciava per parlare con il suo amato Romeo: un’occhiata dall’esterno non costa nulla, ovvio, ma se volete visitarla l’ingresso costa 6 euro. Conviene perciò programmare un fine settimana che comprenda la prima domenica del mese, quando il biglietto è scontato a 1 euro (http://portale.comune.verona.it). Imperdibili, poi, l’Arena (anche qui, la prima domenica del mese, tranne che in estate costa 1 euro), la medievale Torre dei Lamberti che domina la città e le Arche Scaligere (il complesso funerario della famiglia degli Scaligeri, ingresso gratuito). Per ottimizzare la visita, risparmiare qualcosa, conviene acquistare presso le tabaccherie e gli uffici di promozione turistica la Verona Card: per un’intera giornata costa 10 euro (15 euro per 3 giorni) e dà diritto al libero accesso ai musei, monumenti e chiese e consente l’uso dei mezzi pubblici cittadini. Per bere qualcosa, o prendere un caffè, fate rotta su Mezzaparte, locale storico nelle centrale piazza delle Erbe: autentica istituzione cittadina.

Parole chiave
, ,
  • 1111 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social