Gardaland: fun&fun

Le avventure di Patrizio nei parchi divertimento

 

A Gardaland ci sono stato, ovviamente già grande, con la scusa di girare uno spot. E… mi son divertito. Mi sono stancato, strizzato, bagnato e divertito. Certo, bisogna lasciarsi andare. E, da adulti, bisogna avere una scusa. La migliore è accompagnare un bambino, ma la più onesta è la curiosità, e la voglia di giocare. A Disneyland io e Syusy ci siamo andati per curiosità. E a Eurodisney, a Parigi, per portare Zoe. Disneyland, Eurodisney, Gardaland, rappresentano un filone unico, pur con mille differenze. Filone che continua nell’estetica delle varie Città della Moda o nei Megadiscount. Uno stile che ho visto nei grandi alberghi e nei grandi centri commerciali di Dubai, negli Emirati Arabi. Qualche traccia di questo Movimento culturalcommercial-architettonico si trova negli autogrill o negli aeroporti, o negli ipermercati. Li hanno definiti i non-luoghi, cioè luoghi finti, sospesi nel tempo e nello spazio. E, infatti, sono pura rappresentazione, pura scenografia. È una cosa americana, che si è diffusa sull’onda di una globalizzazione che da una parte tende a omologare tutto, e dall’altra pretende di ricostruire qualunque cosa.

A Tokyo, ricordo un quartiere fatto come Venezia, con tanto di canale e gondola. Secondo il mio modesto avviso quando tutto ciò è gioco, giostra, postluna park, non c’è nulla di male. E appunto Gardaland è questo: un parco divertimenti. Quando invece, come nei discount o nei megavillaggi turistici, questo mondo di cartapesta ambisce a diventare il contesto in cui qualcuno pretende di farci vivere da consumatori-felici, allora mi sembra folle. Perché rischiamo di crederci davvero, di dimenticare com’è la realtà, e di vivere in un mondo incantato ma un po’ demente, alla Truman Show.

Parole chiave
, , ,
  • 554 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social