Isole vergini: gli "altri" caraibi

Premetto che sono un amante del mare ed, in particolare, del mare caraibico: adoro le lunghe e splendide spiagge di sabbia borotalcosa orlate di palme, dove l’acqua del mare non è mai meno di 28C° e le acque tranquille e ...

  • di mokina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Premetto che sono un amante del mare ed, in particolare, del mare caraibico: adoro le lunghe e splendide spiagge di sabbia borotalcosa orlate di palme, dove l’acqua del mare non è mai meno di 28C° e le acque tranquille e degradanti.

Sono però sempre alla ricerca di posti e mete un po’ alternative lontane, se possibile, dal turismo di massa e prenotabili con il “fai-da-te”.

La scelta delle isole Vergini è stata del tutto casuale: ho raccolto parecchie informazioni e brochure al BIT (Borsa del Turismo di Milano) e mi sono lasciata convincere dalle foto e dal fatto che agosto fosse per loro la cosiddetta “bassa stagione” (è umido e gli americani che sono la maggioranza dei turisti, preferiscono andarci nel loro inverno).

Contattato un tour operator aperto al pubblico, ho prenotato il volo con la BRITISH (MI.LONDRA.MIAMI.ST.THOMAS) e tre appartamenti con uso cucina (per 4 persone) per il soggiorno in tutte e tre le isole.

Il volo è stato puntuale e tranquillo, unico stress la dogana a Miami : lunghissima, lentissima e cavillosissima (con tanto di impronte digitali e foto)! A questo proposito sappiate (NOI NON LO AVEVAMO CAPITO, ma al chek in italiano non lo sapevano!) che il bagaglio all’ingresso negli USA va riconosciuto e portato oltre la dogana anche se lo si è spedito alla destinazione finale (in questo caso ST.THOMAS); inoltre NON mettete il lucchetto se non quello di tipo americano (apribile dalla loro dogana), altrimenti ve lo rompono per il controllo bagagli.

Le Vergini Americane sono tre: ST.THOMAS, ST.JOHN e ST.CROIX, ognuna diversa dall’altra, ma la prediletta (e quella che da sola merita il viaggio) è sicuramente la seconda.

ST.THOMAS Questa è l’isola di “arrivo”, sia con il volo, sia con la barca (qui sbarcano le numerose crociere caraibiche) e la più turistica; abbiamo alloggiato al SAPPHIRE BEACH, condominio posto sull’omonima spiaggia, non particolarmente a buon mercato, ma prenotato velocemente in tempi un po’ ristretti.

L’appartamento consiste in un ampio soggiorno con bagno e terrazzo al piano (vista mare) e una mansarda con un’altra grande camera da letto e bagno; aria condizionata, cassetta di sicurezza e pulizie comprese.

La scelta degli appartamenti è comoda, perché puoi tranquillamente cucinare (i supermercati sono fornitissimi, persino molte marche italiane) , risparmiare (il costo della spesa è uguale al nostro) e non dover uscire per forza tutte le sere (le strade sono abbastanza buie).

St.Thomas è facile da girare: il cartello stradale di una stellina sorridente (arancio-verde-gialla-rossa e blu) ti indicherà il circuito che stai effettuando.

Le spiagge più belle dell’isola sono sicuramente la MAGENT BAY (lunga striscia di sabbia bianca) e la COKI BEACH (un po’ difficile da trovare, a fianco del WORLD CENTER); le altre (tra le quali la nostra, la SAPPHIRE), carine ma niente di che... Merita una visita la capitale, CHARLOTTE AMELIE, con la main street, il forte rosso, i 99 steps e la funicolare con splendida vista sulla baia; il posto migliore per lo shopping rimane comunque quello dove attraccano le navi da crociera (l’isola e duty free, i gioielli sono convenienti, a patto vi interessi il genere!).

Un traghetto passeggeri ed uno auto, collega ad ogni ora ST.THOMAS a ST.JOHN (macchina + 4 persone circa 32 $) ST.JOHN Come vi dicevo, l’isola vale da sola il viaggio: le numerose spiagge sono una più bella dell’altra e, in agosto, ancora meno turistiche delle precedenti.

Abbiamo alloggiato al CONCORDIA STUDIO, eco tent un po’ fuori mano (mezz’ora di auto dalla capitale) molto caratteristico, ma con un po’ troppi animali; mi spiego, gli appartamenti molto carini e nascosti nella vegetazione, peccato che senza l’aria condizionata gli insetti entravano a go-go (nonostante le zanzariere!) e non c’era autan, zampironi o altro che impedisse di pasteggiare con le nostre gambe! Il bel terrazzo, infatti, è rimasto inutilizzato..

  • 17824 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Payo
    , 18/5/2010 00:43
    Ciao Mokina, sono Payo. Ti scrivo perché sono alla ricerca di un bel viaggio per questa estate. Anche noi (io e la mia ragazza) siamo alla ricerca di mare cristallino, relax, ma anche posti nuovi da visitare. Ho pensato a molte mete: Guatemala, Costarica, Belize (in Messico siamo stati) e pensavamo anche alla combinazione Miami + un'isola caraibica. Vista la tua esperienza, cosa puoi consigliermi? Noi dovremmo partire due settimane ad agosto, ovviamente i dubbi sono relativi soprattutto al clima..Se vuoi consigliarmi una destinazione, sarà un gesto ben accetto! Ciao e grazie.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social