Los Roques

Vorremmo condividere, con gli amici del sito, le esperienze di viaggio nelle splendide isole di Los Roques: era una vacanza desiderata da anni, ed il risultato ha confermato tutte le attese. Siamo partiti per Caracas in 5 (io, mia moglie, ...

  • di Max58
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Vorremmo condividere, con gli amici del sito, le esperienze di viaggio nelle splendide isole di Los Roques: era una vacanza desiderata da anni, ed il risultato ha confermato tutte le attese. Siamo partiti per Caracas in 5 (io, mia moglie, mia figlia di 25 anni e una coppia di amici) da Verona Villafranca con volo Air France, in classe Economy, con scalo e coincidenza a Parigi. Il biglietto lo abbiamo acquistato direttamente in Venezuela tramite il proprietario della Posada da noi scelta: questa soluzione ci ha permesso di risparmiare un totale di 300 Euro rispetto al migliore costo che la stessa compagnia aerea praticava via Internet (costo a persona 691 euro più 120 per la tratta Caracas - Los Roques a/r). Ovviamente quando ci siamo presentati al ceck-in con il nostro biglietto elettronico non è mancata una certa suxpance, ma devo dire che tutto è risultato puntualmente prenotato e pagato. Arrivati a Parigi con qualche minuto di ritardo, abbiamo avuto il nostro da fare per arrivare a prendere in tempo la coincidenza: questo perché tra i numerosi controlli e la lungaggine dei percorsi delle navette si impiegano circa 50 minuti. Siamo comunque arrivati per l’ora del decollo, per altro avvenuto con 2,5 ore di ritardo per cause tecniche, ritardo puntualmente verificatosi anche a Caracas eliminando così ogni possibilità di prendere la coincidenza con Los Roques, il cui volo deve partire in orario utile per arrivare sull’isola con la luce del sole (segnalato al ritorno il problema ad Air France ci è stato riconosciuto un buono di 100 Euro a testa valevole 1 anno su voli AF e KLM).

Fatto tesoro di quanto segnalato da altri turisti su questo sito, noi avevamo prenotato (sempre tramite la posada) un pernottamento a 7Km dall’Aeroporto al Buena Vista Inn, albergo i cui canoni di sicurezza sono risultati un poco differenti dai nostri: all’ingresso si trova infatti un cancello in ferro che viene aperto e chiuso a chiave ad ogni passaggio dei clienti, mentre il primo piano è circondato da una elettrificazione ad alto voltaggio. La stanza era pulita ma rumorosa visto il continuo passaggio di aerei. Come prima informazione utile volevo avvisare che il cambio ufficiale prevede per 1 dollaro USA 2 Bolivares Forti mentre per 1 Euro 2,2 BF. In aeroporto invece non avrete difficoltà a cambiare il dollaro a 4BF e l’Euro a 5 (contrattando anche a 6), e gli interessati vi verranno a cercare (non ho notizie di monete false anche se è bene cambiare poco per volta). Cambiando in aeroporto risparmierete quindi il 50-60% sul costo dell’albergo (i prezzi riportati in Internet pari a 65 Euro sono relativi al cambio ufficiale) e sul costo del pasto; vi serviranno inoltre 23BF a persona per la tassa di imbarco per Los Roques e 46BF come tassa di ingresso al parco (unica rata). Il giorno successivo sono passati a prenderci alle 7 anche se, i nostri amici, dimentichi di regolare l’orologio delle 5h e 30m di differenza di fuso orario, si sono presentati vestiti e docciati alla Hall alle 1,30 di mattina (tutti i gusti sono gusti). L’aereo della Blue Star era un trimotore ad elica dalle caratteristiche estetiche piuttosto discutibili con carlinga stretta, e rumoroso in volo. La presenza di ben tre motori regala una certa sicurezza alla trasvolata.. Il bagaglio massimo consentito in questa tratta è di 10Kg a persona: noi 5 lo abbiamo superato per un totale di 10Kg e abbiamo dovuto pagare un sovrapprezzo di 3 dollari totali (non avevamo BF e non sappiamo quale cambio ci hanno applicato); abbiamo scoperto che il peso è importante, ma ancora più importante è l’ingombro: evitate di portare valigie enormi e rigide potrebbe essere impossibile farle salire sull’aereo. Durante il volo, visti i tristi eventi da poco avvenuti, si respirava una certa tensione che lasciava posto alla meraviglia ed allo stupore quando dopo circa 30 minuti di volo si cominciavano ad intravedere le isole dall’alto. Non potremo mai dimenticare i colori, le trasparenze, le forme che si susseguivano al passaggio della barriera corallina, delle isole, delle barche che punteggiavano la laguna: erano quegli azzurri turchesi intensi, quei verdi smeraldo e quei blu cobalto che avrebbero caratterizzato i nostri giorni a seguire. Giunti sull’isola di Gran Roque abbiamo raggiunto facilmente la posada madre presente sull’isola, dove abbiamo atteso che venissero a prenderci per andare in barca nella posada situata sull’isola di Rasqui, dove avevamo prenotato con trattamento All Inclusive compreso il trasporto alle isole più lontane: questa formula è risultata assolutamente vincente in quanto, oltre ad usufruire di un servizio estremamente dedicato (sull’isola eravamo presenti in massimo 9 ospiti, ed in un paio di serate eravamo solo noi 5), potevamo visitare tutte le isole del circuito senza avere ulteriori problemi di prenotazione, file e pagamenti, il tutto per 10 Euro di differenza al giorno pro capite. Le cene poi erano meravigliose: tutte a base di pesce (barracuda, dentici e pesci locali in quantità, aragoste su richiesta e piccola differenza) e presentate divinamente, mentre i pranzi, serviti in spiaggia in frigorifero, lasciavano piuttosto a desiderare anche per questioni logistiche (pasta o riso freddo, panini, birre, coca e acqua). Cocktail pomeridiano vino bianco cileno sufficientemente buono e Ron erano le giuste cornici all’ottimo pasto serale. Non si può portare il phon e i capelli vanno asciugati al vento (immancabile), mentre rispetto a Gran Roque i mosquitos sono di meno

  • 1592 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. maddainviaggio
    , 13/7/2010 14:18
    ho avuto occasione di conoscere massimo durante un altro viaggio e ho sentito parte di questo racconto dal vivo..devo dire che fa proprio venire voglia di partire per los roques!! perfetta la sintesi e ottimi i consigli pratici. grazie!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social