Los Roques..la pace...il mare..e TROPPO SOLE!

Ciao! Il viaggio e' cominciato da Milano per me e a Roma mi sono ricongiunta con la mia dolce meta' Enrico! Siamo partiti nel periodo pasquale 2002. Destinazione Caracas - Los Roques. Siamo arrivati a Caracs e con un caratteristico ...

  • di Rosaly Plazzotta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ciao! Il viaggio e' cominciato da Milano per me e a Roma mi sono ricongiunta con la mia dolce meta' Enrico! Siamo partiti nel periodo pasquale 2002. Destinazione Caracas - Los Roques. Siamo arrivati a Caracs e con un caratteristico taxi siamo andati all'hotel catena best Western che avevamo prenotato via internet, per la sola notte, a Cati'a la Mar.

Il giorno successivo prestissimo abbiamo preso un magnifico aereo da 8 posti ed e' bastato pochissimo tempo (1h50m.) per arrivare in un vero paradiso terrestre... Siamo atterrati sulla sabbia...

Abbiamo pagato una tassa di ingresso a Los Roques poiche' e' un arcipelago di 350 isole c.Ca, dichiarato dal 1972 parco naturale.

Avevamo prenotato dall'italia una carinissima posada "Los Kankises" (le posade sono le uniche abitazioni dell'isola adibite ad ospitare turisti) pensione completa con pranzo al sacco..

Tutti i giorni un'isola diversa da visitare. Julio con la sua barca ci portava la mattina con il nostro frigo bar in miniatura e ci veniva a riprendere verso le 17.30.

Abbiamo visitato le isole di Mdrizqui, Franciskys media, baja e alta, Krasky dove abbiamo mangiato aragoste in compagnia di miguel, un pappagallo parlante che non ama molto i maschietti, solo le femminucce! Abbiamo fatto due tour da una giornata a testa, uno a Cayo de Agua, a mio parere l'isola piu' bella, una striscia di sabbia bianca immersa nel mar dei caraibi... L'altro tour a Boca de cote dove per la prima volta ho fatto snorkeling, un fondale marino invidiabile, dove si possono trovare tartarughe marine e barracuda...

Il clima e' veramente meraviglioso, mai una nuvola all'orrizzonte! E' molto ventilato, ma c'e' un sole che spacca veramente le pietre, pensate che io di origine brasiliana e quindi di carnagione mulatta, ho osato provare una crema solare senza protezione il primo giorno, poi protezione 20-30 (bagno con maglietta per non ustionarmi), ma alla fine mi sono spellata... Ora non vi resta che provare per credere! Buon viaggio!

  • 695 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social