Agosto 2006: Los Roques in Lagunita

Con estremo ritardo invio il mio racconto: non potevo esimermi dal lasciare una traccia del ns passaggio a LR; per brevità ho schematizzato i punti salienti del viaggio. Volo: abbiamo optato per il volo di linea Air France, per avere ...

  • di paola cresto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Con estremo ritardo invio il mio racconto: non potevo esimermi dal lasciare una traccia del ns passaggio a LR; per brevità ho schematizzato i punti salienti del viaggio.

Volo: abbiamo optato per il volo di linea Air France, per avere la certezza di poter prendere il volo interno da Caracas a Gran Roque entro il pomeriggio e non dover così passare una notte a Caracas; quindi Torino-Parigi-Caracas e ritorno; € 1.150 a testa, prenotato a Febbraio. Poi Caracas-Gran Roques e ritorno, $150 a testa.

Posada Lagunita: abbiamo soggiornato qui per 2 settimane; la posada già stata ampiamente descritta e commentata da parecchi ospiti sia sul sito di Turisti per Caso che su altri siti di viaggi.

Il trattamento è di pensione completa con bevande: colazione, pranzo al sacco (con le cavas, grossi contenitori frigo), merenda in posada alle 18, aperitivo, cena e dopocena.

Innanzitutto è molto bello il fatto di poter condividere i pasti con tutto il gruppo: si mangia tutti insieme, in un’unica tavolata, non si hanno posti fissi quindi si conversa con tutti indistintamente e nascono così molte occasioni per conoscersi e socializzare.

I gruppi in posada sono sempre molto eterogenei: 18enni, 30enni, famiglie di 40enni con bambini e coppie over 50.

Noi abbiamo incontrato coppie di ragazzi come noi dai 20 ai 30 anni, alcuni un po’ più freak che giravano il Venezuela solo con i mezzi locali, alcuni 50enni che tutte le estati vengono qui per perchè adorano il posto e l’ambiente... Il panorama umano è davvero vario.

E’ facile trovare ragazzi che fanno solo una tappa di 2/3 gg per poi proseguire il viaggio, ma c’è anche chi si ferma 1 o 2 settimane; quindi c’è un continuo ricambio di persone nella posada e fa’ sì che si socializzi molto e con tutti indistintamente.

E’ come vivere per un po’ in una dimensione molto più rilassata, informale, distesa, ma non per questo meno affascinante. Si impara ad apprezzare molto di più tutto quello che abbiamo a casa, nella vita di tutti i giorni; si impara a fare a meno di tante cose (anche solo per pochi giorni) ma anche a rendersi conto che tutto sommato molte di esse non sono poi così indispensabili per vivere bene.

L’esperienza è veramente bella ed unica; mi sento di consigliare a tutti di farla almeno una volta nella vita! Per colazione ci sono frutta fresca, torte e pane appena sfornati, prosciutto, formaggio, confetture, crepes, latte, caffè, tè e succhi di frutta.

Per pranzo le “cavas” vengono riempite di ghiaccio x tenere tutto in fresco e ci sono vaschette individuali con insalate di pasta o di riso, macedonie di frutta, crackers, vari tipi biscotti snack, acqua, coca, vino e birra a volontà.

Per l’ora della merenda, tra le 17.30-18.30, si è tornati in posada e ci si abbuffa di pizze o focacce calde, delizioso tea freddo, coca, vino bianco o birra.

Dalle 19.30 in terrazza Alex (il factotum della posada) serve un aperitivo fresco, ogni sera diverso: mojito, cuba libre e tanti altri cocktails.

Alle 20.30 si cena tutti insieme: come antipasto carpaccio di pesce con verdure crude, poi pasta ogni sera condita con un sugo diverso, pesce a volontà (il barracuda va per la maggiore ed è anche buonissimo) con contorni, frutta e ahimè il dolce che purtroppo è sempre al di sotto delle aspettative di noi italiani! La bravissima cuoca Mercedes si impegna tantissimo ma i dessert proprio non sono nel DNA dei venezuelani! Peccato! La posada ha 7 camere: sono piuttosto spartane e molto molto essenziali, nel senso che ci sono un letto, 2 comodini e una sorta di armadio e comò, tutto fatto in muratura oppure in vimini

  • 1697 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social