Venezia, che bellezza!

Una città unica al mondo... tra canali, maschere di Carnevale e calle ricche di emozioni

  • di Gianlu95
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

La mia fidanzata ed io decidiamo di concederci un antipasto pre-pasquale a Venezia, sfruttando uno Smartbox. Prenotiamo quindi una notte con il cofanetto presso l'Hotel Ca' Tron a Dolo, distante un'ora di pullman dalla Laguna, e poi un'altra notte dentro la città. Ci muoviamo con le Frecce di Trenitalia, anche perchè i parcheggi intorno a Venezia non sono per niente economici e quindi optiamo per questa soluzione.

GIORNO 1

Partiti dalla stazione di Brescia di prima mattina intorno alle 10 scendiamo a Venezia Mestre dove compriamo subito la carta Rolling Venice, che ci servirà per avere sconti sul biglietto dei musei e ci permetterà di viaggiare comodamente all'interno del territorio veneziano. Dopo lunghe ricerche, troviamo la fermata del bus 53 diretto a Padova e ci fermiamo ad una fermata distante 500mt dall'hotel presente nello Smartbox. Il Ca' Tron è il classico hotel di passaggio, sulla strada, adatto a turisti che vogliono avere un punto d'appoggio fuori dal caos della città ma non molto lontano da quest'ultima; il personale è giovane e molto gentile e le camere sono spaziose e pulite. Verso le 13 siamo quindi in città (col senno di poi il bus 53 si poteva prendere anche da Piazzale Roma, capolinea di ogni trasporto pubblico che porti a Venezia, molto vicino alla stazione Santa Lucia) e cominciamo subito a percorrerne le strette calli sino ad arrivare in Piazza San Marco, gremita di turisti e di piccioni, dove subito scattiamo parecchi selfie con la Basilica sullo sfondo; proprio la Basilica sarà la nostra prima meta. La coda non è lunghissima e ci permette di ammirare le splendide volte mosaicate che già ti fanno capire quali magnifiche opere d'arte si potranno trovare al suo interno. Cosa dire, l'interno è semplicemente eccezionale: i mosaici dorati, in pieno stile bizantino e orientale, la fanno da padrone e poterli ammirare da così vicino è una sensazione davvero magnifica. Terminata la visita, dopo aver scattato alcune foto all'imponente Campanile e alla Torre dell'Orologio, ci spostiamo poco più in là verso Palazzo Ducale, sede del potere dei dogi; il biglietto costa 12€ e comprende la visita alle stanze principali del palazzo, al Museo Correr, che raccoglie le opere di alcuni tra i più importanti artisti veneti, il Museo Archeologico e la Libreria Nazionale Marciana, che ospita molti manoscritti antichi. I vari musei si snodano tutti intorno a Piazza San Marco perciò la visita risulta abbastanza veloce ma anche molto gradevole e interessante. All'interno della visita al Palazzo Ducale si arriva anche ai famosi 'Piombi', le celle per i condannati a morte, e si percorre il Ponte dei Sospiri, così chiamato perchè quando i condannati a morte andavano verso il patibolo era l'ultima cosa che vedevano prima di morire e quindi sospiravano. Una foto con lo sfondo del ponte è d'obbligo per ogni turista e sgomitando un po' con la marea di gruppi presenti riusciamo ad avere il nostro momento di gloria per immortalare il momento. In seguito, ci spostiamo alla sinistra del Palazzo dove sorgono i cosiddetti Giardinetti, ovvero gli ex giardini reali che permettono di riposarsi e rilassarsi dopo essere stati in mezzo a tante persone. Nel tornare verso Piazzale Roma per prendere il pullman, percorriamo tutto il Canal Grande con il vaporetto, un'emozione davvero unica vedere tutti i bellissimi palazzi signorili che vi si affacciano con il tramonto che crea scorci meravigliosi

  • 1267 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social