Venezia nascosta

Viaggio in famiglia con partenza in treno da Milano, alla scoperta dei luoghi più tipici e caratteristici della città

  • di aroundtheworld987
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Venezia, città di luoghi comuni e critiche, a volte giuste a volte ingiuste, ma città bella e unica che nasconde mille lati e sfaccettature che me ne hanno fatto innamorare sin da quando ci sono andata per la prima volta da piccola con i miei genitori.

Per questo almeno una volta all'anno ci torno e cerco sempre di scoprire posti nuovi per immergermi nella cultura locale e nel bell'animo dei pochi ormai rimasti ricchi signori veneziani che potete incontrare lungo le calli affollate da questo becero turismo usa e getta.

WEEK END PRIMAVERILE

Venerdì 6 Maggio 2016

L'hotel Base

Con la mia famiglia, in quattro con due bimbi, abbiamo optato per venire in treno e soggiornare a Mestre, molto più economica per quanto riguarda i pernotti sopratutto in alta stagione, ma molto comoda e ben collegata.

Dopo varie ricerche abbiamo optato per alloggiare a Chiara-Lodge, un albergo che ha appena aperto, nuovo e familiare, che vi consiglio caldamente. Abbiamo trovato disponibilità per una camera familiare, due stanze collegate tra loro e con ingresso indipendente, pagato 130 euro a notte con ricca e ottima colazione. All'arrivo ci hanno offerto anche un cocktail di benvenuto, ci siamo trovati davvero molto bene.

Terminato tardi il lavoro abbiamo preso il treno da Milano e siamo arrivati a sera inoltrata, giusto in tempo per cenare. Ci è stata consigliata l'hosteria Dante, vicino all'hotel, abbiamo mangiato molto bene spendendo circa 20 euro a testa, noi adulti.

Con la pancia piena siamo andati a dormire consapevoli della bella camminata che ci aspettava il giorno dopo.

Sabato 7 Maggio 2016

Ma che bella colazione

Sveglia presto come di consueto, i bambini non erano molto d'accordo, ma si sono ricreduti subito quando hanno visto il buffet della colazione, con brioches fresche eccezzionali, e prodotti veramente ricercati e di qualità. Ci è stato anche proposto di partecipare a un tour enogastronomico ma abbiamo optato per il fai da te, e a quel punto il receptionist ci ha comunque segnato sulla mappa due luoghi in cui mangiare che non conoscevo, la curiosità è molta e con tutto il necessario partiamo.

Con l'autobus numero 2 ( costo € 1,50 ) impieghiamo poco meno di 15 minuti e siamo già a Venezia. Facciamo una piccola sosta Da Lele, ormai must, a comprare un pò di panini (se non lo conoscete dovete assolutamente andare, è un istituzione a Venezia), e con 6 euro abbiamo sei panino per il pranzo, e poi dicono che venezia è cara!

Il Ghetto e le zone nascoste

Ci dirigiamo subito verso il ghetto, luogo che ho visitato meno di tutti nelle mie scorse visite. Le case rialzate, il ricordo di ciò che è stato, due soldati col mitra che mi ricordano ciò che ancora c'è, sono stata molto toccata da ciò che abbiamo visto in questo luogo poco frequentato dal turismo di massa. Il quartiere che lo circonda è molto più tranquillo e caratteristico dei soliti luoghi affollati, merita davvero una visita.

Rialto e i luoghi famosi

Leggermente affamati ci siamo diretti verso il ponte di rialto proseguendo per la strada nuova, molto bello il percorso anche se complice la bella giornata c'era davvero molta gente

  • 12398 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social