Venezia... anche in inverno

Fuga di quattro giorni nell'inimitabile laguna dove, nel periodo invernale, l'atmosfera è ancora più suggestiva

  • di martiaround
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

3° giorno

La mattina decidiamo di fare una bella passeggiata da San Marco alla zona di Rialto ed il Mercato di Rialto. E' sempre bello perdersi e passeggiare tra le calli fino a che, per pranzo, abbiamo voluto provare a mangiare presso uno dei Bacari i così detti "cicchetti". Sono dei pezzi di pane con sopra gustosissime cose come alici, affettati, salsine, formaggi, marmellata... insomma, tanti cicchetti da guastare!

Il nostro pomeriggio prosegue con un giro guidato. Ci siamo affidati alla guida Slow Venice (che avevo scoperto per caso su internet), che si è rivelata davvero una piacevole sorpresa. La guida Martina, ci ha portati per una bella passeggiata per tutto il Sestiere di Castello spiegandoci non solo la storia del quartiere, che comprende l'arsenale, ma ci ha mostrato veramente come vivono i veneziani. Come sono fatte le case, quanto è bello ma allo stesso tempo complicato vivere in una laguna con centinaia di turisti al giorno. Tutto ciò è stato davvero interessante, perché ho potuto vedere una Venezia più insolita con un raffronto passato -presente.

4° giorno

Con sola mezza giornata a disposizione, causa rientro a casa, non potevamo certo perdere la Basilica dei Frari (fermata San Tomà). Una basilica bellissima, con tante opere scultoree famose tra le quali il monumento funebre dedicato a Canova che noi tutti abbiamo visto nei libri d'arte.

Il nostro giro finisce qui. Spero di avervi dato qualche idea per la vostra prossima gita a Venezia! Ah dimenticavo, di seguito giusto due posticini carini dove mangiare:

Osteria al Portego

Al giardinetto da Saverino

  • 4544 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social