Venezia è sempre più magica

Un weekend alla (ri)scoperta della più fiabesca città al mondo

  • di Mellix
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Avevo già visitato Venezia più volte ma sempre in estate, in agosto.

All'uscita della stazione di Santa Lucia, due settimane fa, mi è letteralmente mancato il fiato: Piovigginava e l'atmosfera era semplicemente irreale, romantica da morire. Abbiamo viaggiato in treno, con il Freccia Bianca delle 12,35 da Milano Centrale ed arrivo a Venezia Santa Lucia alle 15,10. Abbiamo effettuato la prenotazione sul sito Trenitalia.it dove abbiamo trovato offerte interessanti che ci hanno permesso di spendere 33,00 Euro cad. per il viaggio a/r. Dalla stazione con il vaporetto ci siamo dirette in zona Cannaregio, precisamente alla fermata Fondamenta Nove dove avevamo prenotato: Guest House Piccolo Vecellio,- 136,00 Euro- camera matrimoniale per due notti con colazione. La zona è molto tranquilla, l'hotel accogliente e pulito, il personale gentile. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

Lasciati i bagagli ci siamo dirette subito verso Piazza San Marco che abbiamo raggiunto a piedi in ca. 15 minuti. Ogni volta che si torna si apprezza la città ancora di più. La vista dell'isola di San Giorgio avvolta nella nebbiolina con le gondole in primo piano è valsa da sola il viaggio!

Venerdì 8 Marzo

Al mattino abbiamo visitato la Basilica di San Marco (entrata libera- 2,00 Euro cad. per la pala d'oro posta dietro l'altare – da non perdere) e il Palazzo Ducale (ingresso 16,00 Euro cad.) I mosaici della Basilica sono fantastici e la visita al Palazzo è unica. E' stato molto emozionante passare all'interno del Ponte dei Sospiri, osservare ciò che i prigionieri potevano vedere della città per l'ultima volta, prima di essere incarcerati nelle segrete.

Abbiamo apprezzato particolarmente le due visite perchè, vista la stagione, non c'era l'usuale folla di turisti ed abbiamo pertanto potuto soffermarci anche sui dettagli che ci interessavano.

Raccomandiamo a tutti, per muoversi, di acquistare uno dei biglietti a tempo perchè è molto più economico. Il biglietto singolo, valevole un'ora costa infatti 7,00 Euro. Noi abbiamo acquistato quello valido 36 ore al costo di 25,00 Euro e l'abbiamo utilizzato per visitare le isole di Murano, Burano e Torcello.

A Murano abbiamo pranzato alla Trattoria Ai Vetrai in F.ta Manin 29.

Abbiamo mangiato delle lasagne con pesce, sogliola alla griglia freschissima con contorno, caffè ed acqua minerale con 36,00 Euro in due. Raccomandiamo vivamente questo posto che per la qualità del cibo abbiamo notato è molto frequentato anche dai locali. Burano è bellissima con le case colorate che sembrano le costruzioni dei bambini. Era la prima volta che la vedevamo e l'abbiamo trovata splendida, veramente speciale. Qui abbiamo preso un piccolo battello per raggiungere Torcello dove il traghetto non può attraccare.

L'isola è quasi interamente disabitata, ci sono solo poche case che in questo periodo erano chiuse, un bar ed un paio di ristoranti esclusivi. Abbiamo scattato alcune foto al Ponte del Diavolo, un piccolo ponticello senza parapetto ed al Trono di Attila che si trova nella piazzetta principale, sotto ad un grande ulivo. La chiesa dell'anno 1000, vista dall'esterno non lascia immaginare le meraviglie che contiene.( Ingresso 5,00 Euro cad.). Peccato non sia permesso fotografare: il pavimento in mosaico è fantastico, abbiamo capito dove Missoni ha avuto l'ispirazione per i suoi tappeti.

Bellissimo il mosaico sopra l'altare, mentre la rappresentazione del Giudizio Universale interamente in mosaico sulla parete dell'uscita lascia stupefatti. Fantastici entrambi!

In serata abbiamo cenato vicino al nostro albergo, in zona Cannaregio – Fondamenta della Misericordia 2540 – in un locale menzionato tra le osterie storiche veneziane: Il Paradiso Perduto

  • 7958 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social