Vancouver tra oceano e montagne

di Roberto77 - pubblicato il

A cura di Roberto, guida per caso del Canada

Vancouver, una delle città più vivibili al mondo. Questo lo dicono tantissime persone che ci vivono ma anche chi è solo di passaggio per un assaggio della magnifica terra canadese. Ne sono la prova i premi e i riconoscimenti dati a questa città particolare, una realtà di 600 mila persone inserite nel grande distretto che ne conta quasi 2 milioni dove se giri lo sguardo verso un lato vedi le montagne rocciose innevate e dall'altro l’imponente oceano Pacifico. Senza contare lo stretto rapporto tra città metropolitana e rispetto della natura, un connubio che in Canada è una punto cardine della società.

Promesse Mantenute

La spettacolarità "geografica" della città permette veramente di godere di tantissimi spunti per una visita ottimale, anzi ad essere sincero il tempo per visitarla come si deve non basterebbe mai. La città vecchia, unita alla downtown più moderna e ricca di grattacieli amalgama perfettamente il nuovo e l'antico, includendo dei parchi meravigliosi e angoli di metropoli classiche del nord America, proprio di quelle che si vedono nei telefilm in tv. La vivibilità della città è data da una civiltà al top, tipica dei canadesi, mezzi pubblici efficienti, spazi per pedoni e corsie per biciclette anche in pieno centro.

Luoghi comuni veri

Vancouver è uno, se non "il", più importante crocevia navale del nord America, quindi dovrete abituarvi a pensare ad una multietnicità superiore alla media, infatti le comunità asiatiche e indiane sono una grande realtà locale, non a caso, la Chinatown di Vancouver è una della più imponenti del Canada. Le gite per avvistare le balene posso essere effettuate anche da Vancouver, ma mi raccomando, quando decidete di provare questa avventura sappiate che sono le balene a decidere di farsi vedere o meno! Non aspettatevi una città dal costo della vita basso, si tratta di una metropoli in continua espansione e il fatto di essere un centro commerciale marittimo fa sì che tutto costi un pochino di più della media. La città, per via della sua posizione esposta all'oceano ma protetta dalle montagne ha la particolarità di avere un clima mite per il Canada, ma allo stesso tempo estremamente variabile, preparatevi ombrello e kway. A Vancouver, per i nostalgici appassionati come me, sono state girate tantissime puntate del telefilm X-Files, c'è perfino un giro turistico delle location. Tantissimi film di fama mondiale sono stati girati qui ma vengono presentati come zone di tutto il mondo.

Luoghi comuni falsi

Anche se il Canada vanta una tasso di criminalità bassissimo, Vancouver ha le classiche zone "poco raccomandabili", che sono nella zona est della città, quindi di sera sarebbe meglio pensare bene a dove andare.

Cosa non perdere

Ecco, qui servirebbe un intero capitolo, ma direi che posso riassumere con alcuni punti cardine della città. Gastown, il quartiere dove "tutto è nato", è la parte più antica, lo si riconosce prima di tutto architetturalmente e secondariamente per il mitico Steam Clock, l'orologio a vapore che fa sentire i suoi rintocchi ogni 15 minuti. Non mancherei nemmeno di visitare la Downtown, per gli amanti dei grattacieli e degli edifici in classico stile "americano", per quelli che amano la vista notturna, che vogliono vedere i locali più in voga della città. Ma è anche un luogo per chi ama appuntamenti culturali, teatri, cinema e tantissimi locali che presentano arte e cultura di diverse etnie. Non mancano ovviamente, per chi non ne può fare a meno, le vie dello shopping con i grandi negozi di moda.

Un "must" è la visita allo Stanley Park, immenso parco che si trova sulla punta della penisola di Vancouver, attraversato da una rete di piste ciclabili di diversi chilometri che si collega alla città, la Seawall (tramite le quali se siete allenati è possibile raggiungere luoghi interessanti). Un giro a piedi, in auto, addirittura con carrozze e cavalli, permette di godere di un colpo d'occhio fantastico della skyline della città, e non è raro incontrate simpatici animali (io personalmente ho fatto amicizia con un procione), gli abitanti di Vancouver ne vanno fieri, è un luogo per la classica passeggiata fuori porta, per una pausa pranzo differente o solo per rincuorare lo spirito e il corpo. Nel suo interno merita una visita anche il bellissimo Acquario di Vancouver. Ultima e non ultima, la parte nord della città collegata efficientemente con i mezzi, permette di godere di escursioni in montagna e di alcune particolari attrazioni come i "ponti sospesi".

Dove soggiornare

Io ho soggiornato nel cuore della Downtown, per via del tipo di viaggio (non pagavo io... ehehe), ma non è male come idea se le finanze lo permettono. E' possibile muoversi a piedi, con i mezzi o con la bici, e tutti i collegamenti sono a portata di mano. Se invece volete una soluzione economica ma sicuramente più stimolante puntate sui B&B o le family house, dove le abbondanti e svariate colazioni, ma soprattutto il rapporto con la gente del luogo saranno sicuramente un punto a favore per la vostra visita.

Delusioni?

E’ difficile trovare qualche cosa di Vancouver che mi ha deluso, probabilmente è la buona quantità di senzatetto che si possono incontrare in alcuni quartieri. E' spiacevole vedere come in una società molto equilibrata come quella canadese ci possano essere ancora tante persone senza fissa dimora.

La gente

La mia esperienza con i canadesi è stata positiva, non ho trovato gente che non abbia un "reale" sorriso sulla bocca o che sia sgarbata. A Vancouver comunque, più che in altre metropoli canadesi, ho trovato tantissime persone di etnica asiatica, che quindi non riesci a “vederle” come canadesi "doc". In tutti i casi, c'è tantissimo rispetto e civiltà, in città vengono rispettate le code alla cassa per esempio, il turno ad una biglietteria e difficilmente, se non nelle ore di punta, si vedono persone nervose o di corsa. Spero di non essere stato fortunato solo io, ma è un bel modo di vivere.

Il cibo

Quando si pensa all'accoppiata cibo-Canada, viene sempre il mente lo sciroppo d'acero quindi, se potete, provatelo come dolce con i classici pancakes o muffin o in aggiunta ad altri alimenti. Anche con il "salato" non è male. I fast food qualitativamente e quantitativamente sono diversi dai nostri. Sia per le grandi catene famose sia per quelli che, per esempio, fanno insalate personalizzate come Subway. Ovvio che potete trovare quello curatissimo ma anche la classica "bettola", comunque per me vale la pena provare la differenza, non c'è problema per smaltire il tutto tanto camminerete tantissimo. Se amate i filettoni di carne la catena The Keg è il vostro luogo ideale, io mi sono innamorato del filetto alla salsa Teriyaki. Un posto carino è The Old Spaghetti Factory una catena nord americana che presenta piatti di pasta (scordatevi la pasta di casa nostra...), ma che a Vancouver e precisamente a Gastown ha nel locale una carrozza del tram vera dove è possibile sedersi e cenare. Vista la multietnicità della città troverete cibo per tutti i gusti, e di diverse culture, take away e non solo. Sta tutto al vostro coraggio di assaggiare. Come location "particolare" proporrei il Revolving Restaurant che gira a 360° mentre cenate o pranzate, ottima vista sulla città.

Come dicono i "Vancouveresi" al mattino prima di uscire ricordatevi l'ombrello e gli occhiali da sole! Buon viaggio.

Roberto

Guida per Caso del Canada

di Roberto77 - pubblicato il