Non è mai inverno a Valencia

Cinque giorni nel caldo tepore per spazzare via il freddo e la nebbia autunnale

  • di Redeyes5
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

All’interno del Bioparco non si può portare cibo né bevande diverse dall’acqua; per pranzo ci sono diversi ristoranti, neanche eccessivamente cari, con anche cose vegetariane.

I GIARDINI DEL TURIA

Questo giardino lineare si estende nella parte nord della città e la “abbraccia” per tutta la sua lunghezza. Si parte da ovest nella zona del Bioparco e, tra laghetti, aiuole, ponti classici e moderni, parchi giochi, si arriva fino alla Città della scienza a est. Sicuramente farli in bicicletta vi farà trascorrere ore piacevoli immersi nel verde, altrimenti, come abbiamo fatto noi, si può scendere alla fermata della metro Alameda e arrivare fino alla città della scienza a piedi, vi prenderà circa un’oretta.

Da non perdere il ponte Calatrava e quello dei fiori (dove vengono piantati fiori per ogni stagione), il laghetto attraversato dal Pont del Mar e il parco giochi Gulliver, uno vero colpo di genio!

L’idea è Gulliver nei paesi dei lillipuziani e quindi è stato costruito un uomo gigante sdraiato e “legato” a terra, dove i bambini possono giocare arrampicandosi e scivolando sul suo corpo!

Potete osservarlo dall’alto salendo sul pont del Regne, sorvegliato tra l’altro da quattro gargoylles che si vedono spesso nelle cartoline dei negozi di souvenir.

LA CITTà VECCHIA

Questo è il quartiere che mi è piaciuto di più, ed è anche quello dove ho alloggiato e dove ho passato quasi tutte le mie serate!

Accedendo dalla Torre de Serrano o dalla Torre de Quarts, si snoda un dedalo di viuzze strette, antiche palazzine spesso fatiscenti, dalle forme improbabili, quasi “incastrate” tra loro, ma con un fascino autentico!

Qui potete passare le vostre serate andando per Tapas o in piccoli ristoranti gustando le più famose specialità valenciane, oltre a curiosare nei negozietti tipici della città!

Segnalo ABANICOS VIBENCA dove acquistare bellissimi ventagli dipinti a mano e personalizzati con il nome, Plaza Redonda, dove trovare le famose porcellane e i lavori a ricamo, ma l’ideale è perdersi per le viuzze e le piazze, ognuna di queste custodisce piccole sorprese!

Da non perdere in questo quartiere la maestosa Plaza de la Reina, con eleganti edifici, aiuole di palme e la Cattedrale con il Miguelete, il campanile omonimo, dove per soli 2 euro si può salire sulla terrazza panoramica e godere della vista più bella sulla città! La cattedrale invece, oltre ad avere un altare riccamente decorato, è nota per il presunto Santo Graal, custodito in una delle sue cappelle.

Dietro, in plaza de la Virgen, entrate dentro a la Chiesa de los Desemparados, con il soffitto rotondo completamente affrescato e la statua della Virgen che viene agghindata per i festeggiamenti delle Fallas!

IL MERCATO CENTRALE E LA LONJA DE LA SEDA

Adiacente alla città vecchia, troviamo il mercato coperto più famoso della città, il Mercat Central! Costruito in stile modernista, ospita centinaia di banchi alimentari che vendono frutta, verdura, carne, pesce, jamòn, latticini, spezie e chi più ne ha più ne metta! Gradevole anche solo da ammirare, purtroppo infatti non ci sono molti banchi dove poter pranzare… però si può acquistare carne e pesce sfuso e farselo cucinare in un ristorantino di fronte. Attenzione agli orari perché apre verso le 7.30 ma chiude alle 15, chiuso la domenica. Di fronte al Mercato, trovate la Lonja de la Seda, l’edificio che ospitava una sorta di “banca”, una delle prime di Spagna, Patrimonio dell’Umanità Unesco. L’entrata alla Lonja (2 €, domenica gratuito) vi permetterà di accedere alla famosa sala con le colonne, che si vede spesso nelle guide della città, e ad un’altra sala con soffitto a cassettoni decorati. Da osservare, i gargoylles che impreziosiscono l’edificio, tutti uno diversi dall’altro

  • 21284 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social